Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 24 novembre 2017 - Ore 05:00

Gli altri utenti stanno guardando:

La Porsche arriva a Nardò, il pensiero dei neretini

La Porsche arriva a Nardò, il pensiero dei neretini

Nardò - Il gruppo tedesco "Porsche" ha acquistato la Nardò Technical Center, pista prototipo di Nardò tra le migliori in Europa, utilizzata dalle grandi marche automobilistiche per testare le nuove automibili.

Chiediamo ai neretini cosa ne pensano.

Daniela De Angelis
Andrea Caricato
Andrea Caricato


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "VOX POPULI"
05 Novembre 2014 - Lecce

Lecce - Prosegue a passo spedito l'iter per la realizzazione del controverso Gasdotto Tap, nonostante il 'No' espresso da Regione Puglia e dai Comuni...

27 Ottobre 2014 - Italia

Italia - «Dedicherei questa edizione alla memoria di Davide Ghirardi, nostro collega prematuramente scomparso ieri, parte integrante di quella squadra...

07 Novembre 2013 - Lecce

Lecce - Qual è il nome dell'attuale presidente della camera? E ancora, qual è la regione più a sud d'Italia? Oppure, quante ore sono...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)


Commenti inseriti
Avatar
stefano caputo - 17/04/2012
Come al solito sono i privati che devono cercare di sistemare le situazioni disastrose, avrei preferito qualche azienda italiana onestamente, ma sicuramente le nostre capacità propositive sono sempre più scarse e la nostra credibilità è sempre più ai minimi termini...ci vuole amore per la proprio terra...proviamo ad averlo...!!!
Avatar
Davide Tarantino - 16/04/2012
Ma poi queste macchine di lusso, naturalmente sfileranno nelle strade urbane del nostro paese? Quindi, considerato che, ogni Porche costa quanto una via della bella Nardò, credo che, non potendo permettersi di romperle sulle nostre strade-trincee neretine, i tedeschi per quanto mi riguarda, dopo averci deriso a sufficienza, potrebbero comprarsi pure il Castello Municipale con tutta l'aggiunta comunale. Anzi, Quest'ultima, una volta impacchettata e sterilizzata, che venga poi spedita direttamente verso Contrada Castellino. Sono sicuro che, se non ci aggrappassimo alla nostra solita retorica meridionalistica e quando è peggio, "comunista", un po' di dignità e di civiltà, solo i tedeschi potrebbero darcela. Noi non ce la possiamo fare! Ben venga la Posche e i tedeschi in pompa magna!!
Avatar
franco amarella - 14/04/2012
La Porche è arrivata a Nardò. Tutti adesso sono felici. Qualcuno è venuto da fuori le mura invitato, quasi invocato, a conquistare il castello con reggia, la città e poi l'intero regno. Bravi gli Amministratori pubblici! Bravi i notabili! Bravi gli industriali locali! Bravi anche i piccoli imprenditori e, perchè no, bravi anche i cittadini neretini! Un altra pagina del romanzo meridionale, appartenente alla letteratura pigro-miope-piangitoria, è stata scritta sotto un cielo primaverile, mentre un clima di riscatto meridionalista cerca di riscaldare i tiepidi animi di questo nostro tallone italiano. Un tallone evidentemente che tenta invano di affrancarsi dalla maledizione omerica. E così mentre si "investono" milioni di euro nelle sagre paesane, per far conoscere agli stessi indigeni la bontà delle polpette di cavallo, con il pretesto del "volano turistico", invece di fare sistema per la gestione della pista neretina e noleggiarla con canone salato alla Porche, ma non solo ad essa, che si fà? La si cede per deficienza di mezzi, quasi che i mezzi dovessero rivenire dalla manna dal cielo. E si cede un'opera che vale una miniera. Si cede un fattore moltiplicatore di reddito non solo per le maestranze interessate, ma per un comparto così tanto grande, che soltanto una miopia cronica con cateratta bilaterale non è riuscita a vedere negli anni. E pensare che l'aquilina Porche ha visto così bene la miniera salentina, che dalla lontana Allemagna è venuta a gustarsi la dolce ciambella. Buon appetito Porche.


Banner
Banner
Banner