Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 12:10

Il comitato "No Petrolio" replica al ministro Clini

Il comitato "No Petrolio" replica al ministro Clini

Salento - Non si è fatta attendere la replica del Comitato " No petrolio, si energie rinnovabili" alle dichiarazione del ministro dell'ambiente Clini il quale nei giorni scorsi, riguardo l'installazione di piattaforme in mare, ha affermato: “Io non posso che applicare la legge”.

"Si tratta di cambiare la legge e chi decide è il Parlamento". 

"Valutare i rischi reali che corre l’ambiente".

"Stimare le effettive  risorse  disponibili in riferimento agli investimenti necessari".

Queste le dichiarazioni del Ministro dell’Ambiente. Ci saremmo aspettati ben altro dalla massima Istituzione incaricata di difendere i Beni Ambientali nazionali.

Delusione e rabbia nella delegazione invitata. Resta la responsabilità del Parlamento e delle segreterie nazionali di partito, da  mesi sollecitate dal Comitato “No Petrolio, Sì Energie Rinnovabili”.

Dopo l’approvazione dell’OdG presentato dal Presidente Introna e votato all’unanimità durante il Consiglio Regionale del 4 settembre scorso, ieri alle ore 13.00, presso Villa Carducci Romanazzi a Bari, si è svolto l’incontro voluto dal Governatore Vendola  e dal Presidente Introna tra il Comitato “No Petrolio, Sì Energie Rinnovabili”, la Rete “No Triv del Gargano”alcuni Sindaci del foggiano e il Ministro dell’Ambiente Corrado Clini sui permessi per le prospezioni e le installazioni di piattaforme petrolifere nell’Adriatico e nello Ionio.

In 24 ore il Comitato “No Petrolio, Sì Energie Rinnovabili” ha mobilitato gli altri comitati pugliesi e si è reso portavoce presso il Ministro dei quesiti posti da alcune associazioni che non erano potute intervenire (Movimento No al Carbone di Brindisi, Comitato per la Tutela di Porto Miggiano, Comitato per la Tutela del mare del Gargano, Contramianto, Mille per Taranto). Nelle mani del Ministro, il Comitato ha inoltre consegnato un documento redatto dal  Coordinamento nazionale No Triv di cui fa parte, uno studio sull’Ambiente preparato dagli studenti della Rete della Conoscenza Puglia e un proprio testo diffuso all’indomani dell’incontro avvenuto durante la manifestazione di Mediterre a Bari con il Ministro stesso. Infine il Comitato ha rivolto al Ministro il messaggio pubblico riportato qui sotto.

“L’Ordine del Giorno votato all’unanimità dal Consiglio Regionale Pugliese lo scorso 4 settembre è il segno più evidente di una compattezza politica che ormai rappresenta, sulla questione delle prospezioni per la ricerca di idrocarburi ed eventuali successive trivellazioni, la volontà ferma dei pugliesi.

La Puglia in ogni sua componente sociale, produttiva e culturale si riconosce indissolubilmente nella scelta della sostenibilità e della qualità ambientale come presupposto del proprio modello di sviluppo.

La produzione energetica regionale, già più che sufficiente in termini quantitativi, deve spostare piuttosto quote sempre maggiori dalle fonti energetiche tradizionali a quelle rinnovabili.

Ministro Clini, se Lei oggi può dialogare pacatamente con i pugliesi lo deve alla volontà ferma e solidale dei nostri rappresentanti politici, di ogni schieramento, unanime nell’affermare il proprio no a ogni forma di sfruttamento del nostro suolo e del nostro mare anacronistica e vetero-industriale.

Non si lasci ingannare dal silenzio forse opportunistico delle segreterie nazionali dei partiti politici.

La Puglia su questo tema sensibile e strategico per le nostre prospettive di sviluppo e di futuro, subito dopo e insieme alla questione lavoro, è una vera polveriera . A breve lo sarà l’intero Meridione d’Italia e noi ci auguriamo presto l’Italia intera.

Sulla base di queste considerazioni, semplici e forti insieme, dettate da tanta delusione e senso di tradimento, non avendo ravvisato in Lei altra forma di sensibilità più consona al ruolo ministeriale che ricopre, Le chiediamo, col cuore in mano di ponderare bene le sue prossime scelte.”


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "TERRITORIO"
30 Maggio 2017 - Salento

Salento - Si parte da giovedì 1° giugno. Torna puntuale, anche quest’anno, con tante novità, “SalentoinBus”, il servizio di...

02 Maggio 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Grande successo per la prima edizione della "Gallipoli Run - Corri per la ricerca", manifestazione podistica nazionale non profit organizzata dalla...

29 Marzo 2017 - Melendugno

Melendugno - Come annunciato, il Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento” è stato in trincea al cantiere Tap di San Basilio al fianco di...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner