Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 10:20

Vendemmia 2012, parte dal Tarantino la raccolta

Vendemmia 2012, parte dal Tarantino la raccolta

Taranto - È iniziata con qualche giorno di anticipo la vendemmia 2012, complice il caldo eccezionalmente torrido che ha investito tutta la regione ma che, per fortuna, non ha compromesso la qualità delle uve.
Nel tarantino, nei vigneti dell’azienda "Cantine San Marzano", a San Marzano di San Giuseppe, il simbolico avvio augurale delle operazioni di taglio, alla presenza dell’Assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia Dario Stefàno, che ha colto l’occasione per fare il punto sul lavoro del comparto vitivinicolo e fornire un quadro sulla vendemmia in corso.

“Una vendemmia ed una stagione 2012", ha detto subito l’assessore, "che partono in un clima di grande soddisfazione, legato ad un risultato storico per la Puglia: i dati a consuntivo della campagna appena conclusa ci raccontano che abbiamo già raggiunto e superato l’obiettivo del 50 per cento per la produzione di vini di qualità, meta che ci eravamo prefissi per il 2015. Nel 2011, infatti, la Puglia ha prodotto 3 milioni di ettolitri di vino di qualità sui 5.7 totali, raggiungendo il risultato del 52% sulla produzione primaria complessiva. Gioiamo per questo straordinario risultato raggiunto e guardiamo con motivato ottimismo anche alla vendemmia 2012”.

La situazione in tutta la Regione pare essere ottima: tutte le fasi vegeto-produttive della vite si sono svolte in condizioni climatiche favorevoli. Unica eccezione, la fase di fioritura che ha determinato fenomeni sparsi di colatura dei fiori e scarsa allegagione degli acini.
In generale, secondo i tecnici del settore, la previsione della qualità per il 2012 è ottima, con la prospettiva di molte punte di eccellenza.

Lo stato di salute dei vigneti è ottimo e non presenta nessun tipo di fitopatia. In alcuni casi, le uve dei vigneti impiantati su terreni poveri e con scarsa dotazione idrica, in relazione all’andamento siccitoso dei mesi di giugno e luglio, potrebbero non completare perfettamente la fase di maturazione.

Le operazioni di vendemmia hanno avuto inizio come consuetudine con le uve precoci (Chardonnay, Sauvignon) e proseguiranno con la raccolta delle uve autoctone Primitivo (area Manduria-Sava e Gioia del Colle) nell’ultima settimana di agosto e i primi giorni di settembre, mentre per Negroamaro (alto e basso Salento) tra la seconda e la terza settimana dello stesso mese. Per quelle autoctone della zona di Castel del Monte (Centro/Nord Puglia): Bombino bianco, Bombino nero, Pampanuto, Montepulciano, Aglianico e Nero di Troia, la vendemmia avrà inizio dopo la prima decade di settembre per protrarsi sino alla metà di ottobre;nella stesa epoca si prevede la raccolta dei vitigni autoctoni della Valle d’Itria (Verdeca, Bianco d’Alessano). Per il Fiano, invece, su tutto il territorio regionale bisognerà aspettare la metà di sett ona centrale della Puglia. 

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "TERRITORIO"
30 Maggio 2017 - Salento

Salento - Si parte da giovedì 1° giugno. Torna puntuale, anche quest’anno, con tante novità, “SalentoinBus”, il servizio di...

02 Maggio 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Grande successo per la prima edizione della "Gallipoli Run - Corri per la ricerca", manifestazione podistica nazionale non profit organizzata dalla...

29 Marzo 2017 - Melendugno

Melendugno - Come annunciato, il Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento” è stato in trincea al cantiere Tap di San Basilio al fianco di...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner