Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 18 ottobre 2017 - Ore 15:15

Gli altri utenti stanno guardando:

Celebrato a Lecce il 198° anniversario dell'Arma dei Carabinieri

Celebrato a Lecce il 198° anniversario dell'Arma dei Carabinieri

Lecce - Il Palazzetto dello Sport di Lecce è stato teatro, questa mattina, delle celebrazioni per il 198° anniversario della fondazione dell' Arma dei Carabinieri. Futuratv ha intervistato, in occasione dell'importante evento, il Comandante Provinciale dei Carabinieri Maurizio Ferla. Ferla ha sottolineato, ai nostri microfoni, la dedizione con la quale la Benemerita svolge il proprio lavoro sul territorio. 

Di seguito pubblichiamo per intero il discorso che il Comandante Provinciale ha tenuto durante il suo intervento.

Nel giorno in cui l’Arma celebra il 198° anniversario della sua fondazione, i Carabinieri della Provincia di Lecce salutano e cordialmente ringraziano tutte le Autorità civili e militari che con la loro presenza onorano l’odierna cerimonia.

Un commosso pensiero ai Nostri Caduti, affiancati nel ricordo alle vittime del recente sisma in Emilia Romagna verso la cui popolazione esprimiamo solidarietà fraterna e vicinanza. Un cordiale saluto all’ANC ed alle Benemerite ed l’ augurio di proficuo lavoro ai neo eletti rappresentanti del Comando Provinciale in seno all’Organismo di Base. E’ un momento difficile per la Nostra Patria. Le negative conseguenze della recessione economica si riflettono su tutti i settori della vita sociale. Fenomeni di natura terroristica anche con finalità eversiva, che sembravano ormai un ricordo legato al passato, riprendono a manifestarsi.

Sono proprio questi i momenti in cui dobbiamo riscoprire ed esaltare i valori fondanti del sentimento di appartenenza alla Nazione, che nel corso di quasi due secoli hanno animato i nostri padri nel lungo percorso dal Risorgimento alla Repubblica. A questo servono le celebrazioni come quella odierna; ritrovarsi fratelli stringendosi intorno alla Nostra Bandiera, identificandosi nelle parole del Nostro Inno e mettendo da parte incomprensioni e divisioni, per agire a solo vantaggio del Bene Comune. La fase recessiva colpisce gravemente anche la nostra provincia: Un dato su tutti è quello che emerge dall’ultimo rapporto economico diffuso dalla Camera di Commercio: Si è registrato nel corso del 2011 un tasso di disoccupazione del 15,6%, quasi il doppio di quello nazionale e di oltre due punti più elevato del dato regionale.

E’ evidente che simili evenienze si ripercuotono gravemente sulle condizioni della P.S. Lo dimostra l’incremento dei reati di natura predatoria ed il coinvolgimento attivo di veri e propri neofiti del crimine. Assistiamo spesso a fenomenologie che non si prestano a valutazione in termini di analisi; ma le risposte ci sono state sempre e ci saranno. I risultati raggiunti dimostrano a livello provinciale l’esistenza di una solida ed oculata attività di coordinamento delle Forze di Polizia sia nella fase preventiva che nel contrasto giudiziario. In questo contesto desidero rivolgere la nostra sentita gratitudine al Prefetto ed al Procuratore della Repubblica per l’esempio di competenza, professionalità e di dedizione al dovere che quotidianamente ci forniscono.

Anche nel corso dell’ultimo anno l’Arma insieme alla Polizia di Stato alla Guardia di Finanza ed alle altre componenti il sistema di sicurezza ha fatto la sua parte. Nell’attività di prevenzione ha contribuito con oltre 83000 servizi ed in quella repressiva con 811 arresti e 7000 persone denunciate (oltre 3000 in più dello scorso anno). In tutti i settori si sono registrati incrementi dell’attività operativa, anche nel contrasto al crimine organizzato contro cui sono state portate a segno importanti operazioni che hanno prodotto lo smantellamento di pericolose realtà associative, alla tutela del mercato legale dalle infiltrazioni di soggetti condizionabili dalla criminalità di tipo mafioso.

Non Basta! Il lavoro svolto , le negative contingenze economiche non possono né devono costituire un alibi. Dobbiamo prioritariamente far leva sul ruolo delle nostre Stazioni, non solo come presidio di polizia ma anche come quelle entità che svolgono da sempre una funzione sociale fondamentale costituendo un punto di riferimento assoluto delle comunità, ove la prevenzione si realizza attraverso il dialogo, il suggerimento il consiglio ed anche il rimprovero ancora prima del ricorso ai rigori della legge. Carabinieri del Comando Provinciale di Lecce, ci attendono tempi sempre più difficili e l’Arma si esalta nelle difficoltà; potevamo scegliere una vita più semplice, abbiamo preferito questa, piena di sacrifici e rinunce che richiede ogni giorno di rinnovare il giuramento che solennemente prestammo. Con l’onore di essere il Vostro Comandante, rammento a me stesso ed a voi il Nostro Dovere sulla strada di chi, in quel lontano 1814, indossò per la prima volta la nostra gloriosa uniforme.

W L’Arma dei Carabinieri W ‘L’Italia.

Dario Stefanelli
Matteo Pisacane
Dario Stefanelli


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "TERRITORIO"
30 Maggio 2017 - Salento

Salento - Si parte da giovedì 1° giugno. Torna puntuale, anche quest’anno, con tante novità, “SalentoinBus”, il servizio di...

02 Maggio 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Grande successo per la prima edizione della "Gallipoli Run - Corri per la ricerca", manifestazione podistica nazionale non profit organizzata dalla...

29 Marzo 2017 - Melendugno

Melendugno - Come annunciato, il Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento” è stato in trincea al cantiere Tap di San Basilio al fianco di...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner