Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 18 agosto 2017 - Ore 07:09

Ex Bat, vertice in Prefettura con l'azienda

Ex Bat, vertice in Prefettura con l'azienda

Lecce - Si è da poco concluso il vertice in Prefettura, con i lavoratori dell'ex Bat, transitati nell'azienda Ip srl. L'incontro è stato fortemente voluto dai sindacalisti di Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil dopo la riunione, tenutasi la settimana scorsa, nella sede di Confindustria, ed interrotta dalla presenza poco gradita dei legali dei lavoratori.
 
Lunedì l'azienda, presenterà il piano industriale, che però i sindacati si riservano di valutare, dichiarando di essere: "Pronti a tornare a Roma per chiedere una verifica sul piano di riconversione della Manifattura. Solo in quella sede - affermano i sindacalisti - si potrà scoprire il perché gli impegni presi due anni addietro, non sono sarebbero stati ancora rispettati". l'incontro si terrà sempre presso Confindustria.
 
Nello stabilimento dismesso dal colosso britannico delle sigarette, Ip ha portato "un solo macchinario, utilizzato una sola volta e già rotto, ha dichiarato Maurizio Longo di Fim Cisl, con il risultato che gli operai si recano sul posto di lavoro per fare praticamente nulla. La giornata trascorre a braccia conserte, pur essendo regolarmente retribuiti: una situazione paradossale su cui occorre far chiarezza".
 
Durante l'incontro in prefettura, hanno partecipato il prefetto Giuliana Perrotta, il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, il primo cittadino Paolo Perrone ed i referenti di Confindustria, il senatore Pdl Filippo Piccone, titolare dell'azienda, il quale, avrebbe  anche confermato l'esistenza di un piano industriale per la realizzazione di infissi in alluminio.
 
Le verifiche semestrali previste, non sono mai avvenute. E ciò che preoccupa i lavoratori Ip è il continuo rimandare la data di inizio della produzione, che stando alle promesse, sarebbe già dovuta iniziare a metà aprile.
 
"E' chiaro che tutto sarebbe dovuto partire già da prima, così come una data d'inizio doveva essere precisata nell'accordo ministeriale - ha dichiarato Salvatore Bergamo di Fiom Cgil - Secondo il senatore Piccone, la produzione dovrà partire gradualmente perché le attività dello stabilimento di Sabaudia, di proprietà del gruppo non si possono interrompere e bisogna trasferire a Lecce i macchinari".
 
la segretaria confederale Cgil, Daniela Campobasso, ha affermato: "In Iacobucci, i dipendenti lavorano su turni perché le commesse sono ridotte, mentre Hds non ha risolto il problema di tutti e 22 i lavoratori, alcuni dei quali saranno in cassa integrazione sino alla fine di giugno".

Azzurra Monaco


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "TERRITORIO"
30 Maggio 2017 - Salento

Salento - Si parte da giovedì 1° giugno. Torna puntuale, anche quest’anno, con tante novità, “SalentoinBus”, il servizio di...

02 Maggio 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Grande successo per la prima edizione della "Gallipoli Run - Corri per la ricerca", manifestazione podistica nazionale non profit organizzata dalla...

29 Marzo 2017 - Melendugno

Melendugno - Come annunciato, il Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento” è stato in trincea al cantiere Tap di San Basilio al fianco di...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner