Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 20 agosto 2017 - Ore 04:20

Stipendi in ritardo da mesi, il retroscena delle emittenti locali

Stipendi in ritardo da mesi, il retroscena delle emittenti locali

Lecce - Stipendi in ritardo da mesi nelle emittenti televisive locali. E' quanto hanno denunciato, poco alla volta, i dipendenti delle stesse emittenti, ovvero Canale 8, L'Atv e Telerama.
Uno di essi, Vincenzo Siciliano, cameraman di Canale 8, si è esposto pubblicamente rivelando quello che, per i più, rappresentava il cosiddetto "segreto di Pulcinella".

"E' un problema storico", afferma Salvatore Labriola del sindacato dei lavoratori della Comunicazione della Cgil, "in quanto i lavoratori, negli anni, hanno sottoscritto contratti di tutti i tipi, che niente avevano a che fare con i parametri del contratto nazionale della categoria".

Dopo mesi di silenzio, d'un tratto, a due giorni dalle elezioni nel capoluogo salentino, si apre il sipario su un retroscena che stupisce i telespettatori per i quali, forse, era naturale che chi forniva le informazioni quotidianamente, fosse regolarmente retribuito.
Invece i dipendenti di Canale 8 sono senza stipendio da novembre, quelli de L'Atv da nove mesi e Telerama da tre.

Assostampa è intervenuta, in modo categorico, per denunciare "la grave situazione dei giornalisti delle emittenti Telerama e Canale 8, ai quali da diversi mesi non vengono corrisposti gli stipendi. La crisi economica, pure innegabile, non può giustificare in alcun modo il comportamento dei due editori, che per assurdi e incomprensibili motivi di immagine continuano a evitare qualsiasi forma di confronto con i dipendenti e con le rappresentanze sindacali per la ricerca di soluzioni a sostegno dei redditi e per la salvaguardia dei posti di lavoro. Intollerabile è poi la situazione di Canale 8, dove risultano numerosi situazioni di lavoro irregolare. Si tratta di fatti per lo più noti, ma sui quali va registrato l'imbarazzante silenzio di tutti, a cominciare dalla maggioranza dei politici locali impegnati nelle passerelle elettorali di questi giorni".

Dopo l'estensione della notizia alle agenzie di stampa nazionali, come l'Ansa, Cgil ha richiesto un incontro col Prefetto, Giuliana Perrotta, e con tutte le istituzioni, tra cui la Regione Puglia e i candidati sindaco.

Il sindacato, inoltre, vorrebbe coinvolgere i dipendenti in una protesta di sicuro effetto mediatico: bloccare le dirette televisive delle elezioni che si terranno il 6 e il 7 maggio.

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "TERRITORIO"
30 Maggio 2017 - Salento

Salento - Si parte da giovedì 1° giugno. Torna puntuale, anche quest’anno, con tante novità, “SalentoinBus”, il servizio di...

02 Maggio 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Grande successo per la prima edizione della "Gallipoli Run - Corri per la ricerca", manifestazione podistica nazionale non profit organizzata dalla...

29 Marzo 2017 - Melendugno

Melendugno - Come annunciato, il Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento” è stato in trincea al cantiere Tap di San Basilio al fianco di...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner