Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 22 ottobre 2017 - Ore 10:29

Protocollo d'intesa tra il porto di Taranto e Rotterdam

Protocollo d'intesa tra il porto di Taranto e Rotterdam

Taranto - "Taranto è oggi il secondo porto d’Italia. Vogliamo farlo diventare il primo". Sono state queste le parole con cui, Roger Clasquin, direttore del dipartimento dell’autorità portuale di Rotterdam, giunto nel Salento per sottoscrivere il Memorandum of Undestarting con Sergio Prete, presidente dell’Authority tarantina, ha commentato, la buona riuscita dell’incontro.

La firma del protocollo d’intesa ha avuto luogo, nella Galleria Meridionale del castello aragonese di Taranto, alla presenza, dell’Ammiraglio Ermenegildo Ugazzi, comandante del Dipartimento marittimo, del sindaco Ezio Stefàno e del presidente della Provincia Gianni Florido. All’incontro, inoltre hanno anche preso parte, il Prefetto Claudio Sammartino, e decine d’imprenditori, sindacalisti ed assessori, pronti ad investire in questo nuovo progetto. Nasce dunque ufficialmente, l’asse portuale Taranto-Rotterdam.

“Sin da subito – ha affermato Roger Clasquin - avvieremo contatti con le nostre industrie e con i clienti del nostro porto per presentare le opportunità
che offre lo scalo Tarantino. I due porti avviano una joint venture che deve portare all’espansione e alla collaborazione più ampia possibile per potenziare le attività industriali a Taranto e a Rotterdam. Noi abbiamo puntato proprio su Taranto per la sua posizione e per lo sviluppo che avrà”.

Il Presidente Prete, a lavori conclusi invece, ha dichiarato: “Questa collaborazione con l’autorità portuale olandese significa attrarre nuovi investimenti sullo scalo tarantino e stabilisce una collaborazione fissa tra i due terminali. Il porto di Rotterdam è guidato da una società di capitali e viene gestito con una mentalità più aperta e orientata al mercato. Ora anche Taranto è inserita in un network internazionale con scambi reciproci e vantaggi per tutti e due. Taranto diventerà il primo porto italiano e la collaborazione con Rotterdam porterà allo sviluppo dei traffici. Non significa che vettori commerciali saranno dirottati da uno all’altro, ma che cresceranno insieme agli
scali con l’acquisizione di nuovi traffici. Ci saranno nuove iniziative industriali sia in Olanda che qui. La piastra portuale, l’ampliamento degli sporgenti e i dragaggi, tutte opere già finanziate, vanno proprio in questa direzione.

L’Assessore regionale ai Trasporti, Guglielmo Minervini, ha ribadito, nel suo intervento quanto sia importante, per una regione come la Puglia, la collaborazione tra i due scali: "Taranto è l’unico porto del Mediterraneo che l’autorità portuale di Rotterdam ha scelto di inserire nel proprio network internazionale. Siamo molto orgogliosi di questo risultato che consolida la funzione dello scalo jonico ma che rafforza complessivamente il sistema portuale pugliese, al centro delle nuove direttrici di traffico".

Azzurra Monaco


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "TERRITORIO"
30 Maggio 2017 - Salento

Salento - Si parte da giovedì 1° giugno. Torna puntuale, anche quest’anno, con tante novità, “SalentoinBus”, il servizio di...

02 Maggio 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Grande successo per la prima edizione della "Gallipoli Run - Corri per la ricerca", manifestazione podistica nazionale non profit organizzata dalla...

29 Marzo 2017 - Melendugno

Melendugno - Come annunciato, il Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento” è stato in trincea al cantiere Tap di San Basilio al fianco di...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner