Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 21 agosto 2017 - Ore 04:52

Ilva: nuova campagna pubblicitaria contro i pregiudizi

Ilva: nuova campagna pubblicitaria contro i pregiudizi

Taranto - La pubblicità è l’anima del commercio ma a Taranto la pubblicità è diventata il mezzo per confondere le idee.
Non parliamo di pubblicità ingannevole e scorretta che disorienta il consumatore e lo invoglia a comprare un prodotto che promette chissà che tipo di performance. Ma parliamo di una propaganda vera e propria volta ad acquietare (leggi confondere) gli animi (leggi le menti) di coloro che sono preoccupati per il loro futuro e la loro vita. Avete letto bene. A Taranto la gente è ormai seriamente preoccupata per la propria incolumità.

Da tempo la città è consapevole che vive in un contesto del tutto contaminato.
Aria, acqua e terra sono inquinati dalla presenza di tre discariche ( due delle quali le più grandi d’Europa), di quattro inceneritori di rifiuti e dal polo industriale unico in tutta la nostra penisola: la presenza della raffineria ( Eni), del cementificio ( Cementir) e del siderurgico ( Ilva) creano un mix micidiale ed incalcolabile di sostanze inquinanti di difficile studio ed identificazione.
Ma il cittadino che vive sulla sua pelle questa situazione cosa deve fare?

"Non fermarti alle apparenze. Ilva. C'è un mondo dentro". E’ questa l’iniziativa messa in campo dalla parte creativa dello stabilimento più grande d’Europa ed il più inquinante.
L’ufficio di comunicazione parte con una nuova propaganda salva immagine.
Lo stabilimento invece di adoperarsi per cercare di fare tutto il possibile per eliminare le fonti inquinanti che ammazzerebbero gli abitanti di Taranto e provincia ( per chi ha dubbi può leggersi l’ultima perizia richiesta dal Gip di Taranto) investe i suoi soldi per farsi propaganda.
I cittadini non devono fermarsi alle apparenze? Per Ilva la mattanza di quasi 2.000 capi di bestiame contaminati da diossina, la distruzione di tonnellate e tonnellate di cozze sempre alla diossina, il divieto fatto agli allevatori di cozze di continuare ad allevare le stesse nel primo seno del Mar Piccolo e quello imposto agli allevatori di bestiame di pascolare le proprie greggi nel raggio di 20 km dal polo industriale, sono apparenze. Senza menzionare poi tutte quelle azioni legislative volte a tamponare sempre le fonti inquinanti. Oppure citate tutta quelle indagini sugli inquinanti che inchiodano Ilva alla proprie responsabilità di fonte inquinante. E lasciamo da parte tutto ciò che i medici, come l’ematologo dott. Patrizio Mazza, hanno sempre denunciato. Scartiamo anche i dati sull’incremento di malattie e morti. Ma Ilva non ci sta.

La nuova campagna sarà visibile da sabato 14 aprile, fino a venerdì 11 maggio, su televisioni, giornali, radio e, per la prima volta, nei cinema e sui bus extraurbani , si legge sul sito dell’acciaieria.

"Sono in molti - commenta il dott. Andrea Rogazione Responsabile dell'Ufficio Comunicazione Ilva di Taranto - a giudicare il nostro Stabilimento in modo superficiale e spesso frutto di pregiudizi. La nuova campagna, non vuole raccontare un'altra verità, ma è un forte invito per tutti a riflettere su ciò che difficilmente viene raccontato: un mondo di persone, di professionalità e di impegno. La nuova campagna - conclude il dott. Rogazione - arriva certamente in un momento delicato per l'Ilva e la storica marcia del 30 marzo che ha visto protagonisti insieme operai, impiegati e dirigenti ne è la testimonianza. E' stato un momento in cui i cosiddetti ‘invisibili’, dai più volutamente nascosti e ignorati, hanno dimostrato che la realtà è fatta di lavoratori che ogni giorno s'impegnano per garantire non solo il loro futuro ma anche quello della loro città".

Pregiudizi. La vita dei tarantini è condizionata dai pregiudizi secondo Ilva. Morire di tumore e solo un pregiudizio o un condizionamento. Giorno 17 aprile il Premier Monti incontrerà il Governatore Vendola per
discutere di pregiudizi ambientali.

Antonello Corigliano


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "TERRITORIO"
30 Maggio 2017 - Salento

Salento - Si parte da giovedì 1° giugno. Torna puntuale, anche quest’anno, con tante novità, “SalentoinBus”, il servizio di...

02 Maggio 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Grande successo per la prima edizione della "Gallipoli Run - Corri per la ricerca", manifestazione podistica nazionale non profit organizzata dalla...

29 Marzo 2017 - Melendugno

Melendugno - Come annunciato, il Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento” è stato in trincea al cantiere Tap di San Basilio al fianco di...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner