Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 24 novembre 2017 - Ore 04:58

A Roma per parlare di ambiente ma senza Comune e Provincia

A Roma per parlare di ambiente ma senza Comune e Provincia

Taranto - Un tavolo istituzionale senza istituzioni? A quanto pare sì perché il giorno in cui si discuterà nei palazzi del potere romano del problema ambientale di Taranto non ci sarà né il Comune né la Provincia.
Lo comunica lo stesso Sindaco di Taranto, Ippazio Stefàno, con una lunga lettera inviata al Premier. Il Presidente del Consiglio Mario Monti, infatti, ha convocato il 17 aprile prossimo un tavolo specifico sulla città di Taranto e sulla problematica Ilva.

Di sicuro, durante questo incontro, parteciperà il Governatore pugliese Nichi Vendola, il quale aveva chiesto l’intervento del Governo centrale per la ridiscussione della Autorizzazione Integrata Ambientale rilasciata all’Ilva di Taranto.
Mossa questa quasi obbligatoria a seguito delle due super perizie richieste dal Gip del tribunale di Taranto, Patrizia Todisco, le quali avrebbero attestato la pericolosità del siderurgico tarantino che causerebbe “malattie e morte”.

Perizie che vanno a delineare l’incidente probatorio che innescherà il processo contro i vertici Ilva i quali risponderanno per vari reati penali.
Ricordiamo anche che a febbraio di quest’anno sia Stefàno che il presidente della Provincia di Taranto, Gianni Florido, si erano recati a Roma per interloquire direttamente con il Ministro dello Sviluppo Economico per l’apertura di un tavolo permanete. Temi da affrontare sarebbero il risarcimento e le bonifiche, la responsabilità delle aziende che operano nelle aree demaniali, gli investimenti per le politiche occupazionali.

In quel caso i due massimi rappresentanti degli Enti locali erano riusciti solo a parlare con il capo di gabinetto del suddetto ministero, Mario Torsello.
Riportiamo in maniera integrale la missiva del Sindaco di Taranto indirizzata al Premier Monti: “Ho appreso giorni or sono, con viva soddisfazione, dagli organi di stampa la notizia della convocazione per il giorno 17 p.v. a Palazzo Chigi del Tavolo Istituzionale per Taranto sui temi dell'ambiente. Purtroppo con diverso stato d'animo, ho accolto la notizia che ad esso non sono stati invitati a parteciparvi i rappresentati degli enti territoriali Comune e Provincia che direttamente, in ragione del loro ruolo istituzionale, vivono e quindi conoscono l'entità dei problemi del territorio Jonico, specificatamente quelli riguardanti l'ambiente. Peraltro in prima persona, ed in ciò fortemente sostenuto sia dal Presidente della Regione O.le Nichi Vendola che dal Presidente della Provincia, Gianni Florido, ho sollecitato l'apertura di un tavolo istituzionale governativo perchè, con la sua autorevolezza, procedesse all'analisi delle criticità fortemente avvertite dalla collettività tarantina ed individuasse i giusti percorsi per la loro risoluzione. Ritenevo di poter offrire al Tavolo tutto il mio bagaglio di conoscenza sul problema ambientale di Taranto, non solo per i miei trascorsi derivanti dai due miei precedenti mandati senatoriali, nel corso dei quali ebbi modo di presentare puntuali interrogazioni i cui contenuti ancora oggi, purtroppo, conservano la loro attualità, ma soprattutto per rappresentare , avendo vissuto quale Sindaco della città in questo ultimo quinquennio, tutte le vicissitudini e le iniziative che, concretamente, sono state portate avanti sul tema dell'ambiente. Mi permetto, dunque, di manifestarLe tutto il mio personale stupore e rammarico, per questa mancata convocazione, ritenendo in questo senso di poter ben interpretare analoghi sentimenti dei tarantini dei quali mi onoro di essere loro rappresentante, anche nella veste di massimo responsabile della sanità cittadina. Resto tuttavia fiducioso, Sig.Presidente, ed in questo senso faccio appello alla Sua riconosciuta sensibilità che, anche se tardivamente, mi possa giungere l'invito a parteciparvi non foss'altro per rappresentare, in modo diretto, le esperienze che quotidianamente vengono vissute dagli enti territoriali su questo delicatissimo tema, per essere utilizzate come elemento qualificante ai fini dell'adozione delle misure chesaranno ritenute più appropriate per garantire al territorio le migliori condizioni di vivibilità ambientale. In questo senso Le rappresento tutta la mia piena disponibilità”.

Antonello Corigliano


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "TERRITORIO"
30 Maggio 2017 - Salento

Salento - Si parte da giovedì 1° giugno. Torna puntuale, anche quest’anno, con tante novità, “SalentoinBus”, il servizio di...

02 Maggio 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Grande successo per la prima edizione della "Gallipoli Run - Corri per la ricerca", manifestazione podistica nazionale non profit organizzata dalla...

29 Marzo 2017 - Melendugno

Melendugno - Come annunciato, il Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento” è stato in trincea al cantiere Tap di San Basilio al fianco di...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner