Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 17 agosto 2017 - Ore 23:35

Signora Ponarosa, chiarimenti dell'Amministrazione

Signora Ponarosa, chiarimenti dell'Amministrazione

Lecce - La vicenda della signora Ponarosa, che fino a qualche anno fa era residente in via Pozzuolo, nel rione San Pio, in case soggette al degrado e in pessimo stato di manutenzione e che è stata trasferita in un nuovo appartamento di via Casavola in seguito alla disposizione dell'amministrazione comunale di demolire le suddette case, è stata oggetto di chiarimenti da parte dell'Amministrazione stessa.

Gli accordi allora presi, stabilivano che la signora avrebbe potuto far ritorno in via Pozzuolo solo in seguito alla realizzazione definitiva dei  61 alloggi previsti.
Fino ad oggi sono state terminate solo 32 abitazioni, in quanto i lavori sono stati rallentati dal fallimento dell’impresa esecutrice che stava costruendo i rimanenti 29 alloggi.

"Oggi", riferisce l'Amministrazione, "è necessario trasferire negli alloggi ultimati una parte degli attuali residenti di via Sozy Carafa, sia per migliorare le condizioni di vita delle famiglie che abitano ancora in case costruite negli stessi anni di quelle già demolite, sia per abbattere le stesse e lasciare spazio alla realizzazione di nuovi appartamenti che - grazie all'accordo di programma Comune-Regione - si prevede di costruire nella zona".

L'Amministrazione non intende accettare la richiesta della signora Ponarosa di alloggiare nei nuovi alloggi, ritenendo la richiesta iniqua e inaccettabile in quanto "la signora Ponarosa risiede tuttora in un appartamento assolutamente decoroso e che ha appena sei anni di vita".
L'Amministrazione precisa che "per un senso di giustizia sociale che da sempre ha contraddistinto il percorso retto e cristallino avviato da questa Amministrazione sin dal giorno del suo insediamento è opportuno dare la priorità a quanti vivono all’interno di abitazioni poco dignitose risalenti a più di cinquant’anni fa vecchie e che non offrono alcun tipo di garanzia".

La signora si potrà trasferire nuovamente a San Pio solo una volta ultimati i lavori di costruzione delle 29 abitazioni.

 

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "TERRITORIO"
30 Maggio 2017 - Salento

Salento - Si parte da giovedì 1° giugno. Torna puntuale, anche quest’anno, con tante novità, “SalentoinBus”, il servizio di...

02 Maggio 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Grande successo per la prima edizione della "Gallipoli Run - Corri per la ricerca", manifestazione podistica nazionale non profit organizzata dalla...

29 Marzo 2017 - Melendugno

Melendugno - Come annunciato, il Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento” è stato in trincea al cantiere Tap di San Basilio al fianco di...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner