Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 17 ottobre 2017 - Ore 07:40

Orto in condotta a Borgagne, iniziativa che unisce due terre

Orto in condotta a Borgagne, iniziativa che unisce due terre

Melendugno - Parte il 24 marzo a Borgagne, la piccola e attivissima Comunità salentina frazione di Melendugno, il primo “orto in condotta – SLOW FOOD ” della Provincia di Lecce. Promotrice dell’iniziativa è l’Associazione di Promozione Sociale ‘Ngracalati, nata nella stessa Borgagne, che vanta anche la realizzazione del noto Borgo in Festa, che ogni anno porta nella cittadina tanti turisti alla scoperta delle antiche tradizioni locali.
Il protocollo d’intesa del progetto “Orto in condotta” vede il coinvolgimento oltre che di Slow Food, anche del Comune e della Direzione Didattica di Melendugno e dell’Associazione ‘Ngracalati. Collaboratore di prestigio è l’Orto Botanico dell’Università del Salento.
Le scuole elementari di Borgagne e Melendugno ospiteranno, dunque, due orti didattici dove saranno messe a dimora nella giornata odierna, grazie all'aiuto dei nonni ortolani e delle insegnanti, le prime piantine di ortaggi, fiori e piante officinali.
Il progetto è reso ancora più unico dall'unione tra due terre lontane, il Salento e il Benin. In parallelo, infatti, è stato creato anche un orto in Africa, progetto Slow Food, mille Orti in Africa, che sorgerà all'interno dell'orfanotrofio del villaggio di Ouenou, nel Benin.
In questo caso, i cento bambini dell'orfanotrofio adottati dalla Comunità di Borgoinfesta impareranno a coltivare i prodotti dell'orto trasformando un'attività concreta in un gioco divertente ed istruttivo.
Tanti i progetti in fase di creazione, grazie all’importante  sostegno didattico di Slow Food e alla creatività dei bambini.
Tra tutti spicca l’allestimento di uno spazio dedicato al mercatino degli “orti in condotta” di Puglia  all’interno della prossima edizione di Borgoinfesta (1, 2, 3 Giugno 2012), i cui fondi raccolti saranno utilizzati per la realizzazione di un nuovo orto all’interno delle Diocesi di ‘Ndali  seguita da S.E. Mons. Martin Adjou.
Un terreno fertile per coltivare non solo i prodotti della terra ma, soprattutto, i valori dell'amicizia e della fratellanza di cui i bambini sono grandi maestri.
 

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "TERRITORIO"
30 Maggio 2017 - Salento

Salento - Si parte da giovedì 1° giugno. Torna puntuale, anche quest’anno, con tante novità, “SalentoinBus”, il servizio di...

02 Maggio 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Grande successo per la prima edizione della "Gallipoli Run - Corri per la ricerca", manifestazione podistica nazionale non profit organizzata dalla...

29 Marzo 2017 - Melendugno

Melendugno - Come annunciato, il Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento” è stato in trincea al cantiere Tap di San Basilio al fianco di...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner