Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 20 agosto 2017 - Ore 02:25

L'ADI propone una Carta dei diritti dei dottorandi

L'ADI propone una Carta dei diritti dei dottorandi

Lecce - Nella giornata di ieri, lunedì 19 marzo, l’ADI Lecce ha inviato al Rettore Domenico Laforgia, al Direttore della Scuola di Dottorato e all’Ufficio Dottorati dell’Università del Salento la sua proposta per una Carta dei diritti dei dottorandi.
L'ADI si pone, infatti, l'obiettivo di garantire la tutela dei diritti dei dottorandi.
Il dottorando è un ricercatore in formazione. Dal momento che la formazione alla ricerca passa dalla ricerca attiva, il dottorando è al tempo stesso uno studente del terzo ciclo di formazione superiore e un «ricercatore nella fase iniziale di carriera».
Alla figura del dottorando sono quindi riconosciuti sia i diritti legati alla condizione di studente che a quella di ricercatore.
Si tratta di un momento di formazione totalizzante in quanto tale a chi lo intraprende deve essere garantita una borsa di studio che gli garantisca l’indipendenza economica e condizioni di vita e di studio dignitose. La borsa di studio è anche un riconoscimento sociale del percorso di studio e di ricerca intrapreso.
Per superare questa situazione, l’ADI Lecce ha proposto, durante le due Conferenze di Ateneo tenutesi lo scorso anno (8 marzo e21 giugno), l’approvazione da parte dell’Università del Salento di una Carta dei diritti dei dottorandi.
In attesa dell’elaborazione e dell’approvazione del nuovo Regolamento di Dottorato, l’ADI Lecce ha inviato la sua proposta articolata in 10 punti:
1. Status del dottorando;
2. Diritto allo Studio;
3. Durata del percorso, scadenza e tesi;
4. Formazione;
5. Mobilità;
6. Rappresentanza;
7. Libertà e Autonomia;
8. Partecipazione;
9.  Valutazione e autovalutazione;
10. Rispetto dei diritti.
Il documento è introdotto da un breve testo in cui si evidenziamo quelli che, secondo l’associazione, sono i due passaggi chiave per l’elaborazione del corpus dei diritti dei dottorandi:
-       la definizione del dottorando come ricercatore in formazione;
-       la copertura di tutti i posti di dottorato con borsa di studio.

 

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "TERRITORIO"
30 Maggio 2017 - Salento

Salento - Si parte da giovedì 1° giugno. Torna puntuale, anche quest’anno, con tante novità, “SalentoinBus”, il servizio di...

02 Maggio 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Grande successo per la prima edizione della "Gallipoli Run - Corri per la ricerca", manifestazione podistica nazionale non profit organizzata dalla...

29 Marzo 2017 - Melendugno

Melendugno - Come annunciato, il Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento” è stato in trincea al cantiere Tap di San Basilio al fianco di...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner