Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 20 agosto 2017 - Ore 12:03

S.O.S. Emergenze: la denuncia di S.F.I.D.A.

S.O.S. Emergenze: la denuncia di S.F.I.D.A.

Lecce - Il Sindacato S.F.I.D.A., Sindacato Famiglie Italiane Diverse Abilità, ci ha messi al corrente di una vicenda di cui FuturaTv intende occuparsi attivamente.
Vito Berti, Segretario provinciale S.F.I.D.A., su proposta di cinquanta famiglie di persone con disabilità gravi che usufruiscono del servizio erogato dal Centro Diurno per disabilità di San Pietro in Lama, ha inviato una nota alla Regione Puglia e agli Ambiti Territoriali di competenza per segnalare una situazione decisamente critica per queste famiglie inerente la somma delle rette. Queste, in base al calcolo ISEE, ammontano a 250 euro mensili per le famiglie che risiedono nella seconda fascia.
Non è stato valutato, però, in questo calcolo la percezione, da parte del diversamente abile, di un'eventuale indennità di accompagnamento o di pensione civile che non dovrebbero, in base al regolamento, concorrere al reddito in quanto non fiscalmente rilevabili.
Le famiglie denunciano quindi, in un periodo di grave crisi economica, l'evidente iniquità delle norme che regolano la partecipazione alle spese da parte delle famiglie.
La Regione Puglia, con la Legge n.19 del 2006, ha regolamentato il Sistema Integrato dei Servizi Sociali e, in attuazione di tale legge, è stato emanato il Regolamento n.4 del 2007, in seguito modificato con il Reg. n.19 del 2008. Il Regolamento n.4 determina la compartecipazione degli utenti al costo del servizio e, in particolare nell'art. 5 di tale regolamento, sono indicate le modalità di calcolo ISEE. Nel successivo articolo sono, inoltre, stabiliti i principi ai fini della compartecipazione: a) contribuzione in base alle condizioni economiche;
b) soglia minima ISEE pari a € 7.500;
c) soglia massima ISEE pari a € 30.000;
d) forme di esenzione dal pagamento.
In base a ciò, le famiglie hanno proposto di vigilare affinché l'INPS nel calcolo ISEE apporti i correttivi che vengono disposti dal regolamento in presenza di un disabile, che la Regione provveda a variare la somma minima di ISEE e che riveda il Regolamento al comma 6.
Inoltre chiedono che i comuni appartenenti all'ambito contribuiscano con fondi del proprio bilancio a determinare ulteriori agevolazioni alle famiglie dei disabili unicamente per l'accesso ai servizi. Raggiunto telefonicamente da FuturaTv, Vito Berti ha dichiarato: "Dal punto di vista sindacale, la nostra è una richiesta di carattere politico, si richiede alla Regione Puglia di non calcolare l'indennità e le esenzioni".
L'indennità percepita da un diversamente abile è infatti, molto spesso, troppo esigua per poter affrontare dignitosamente tutte le spese.
Continua Berti: "Non siamo assolutamente contrari al ticket, ma chiediamo che il calcolo sia fatto nel modo giusto e che ogni famiglia paghi secondo le proprie possibiltà".
La denuncia delle famiglie è stata avanzata anche a causa di un altro problema.
Esse attualmente pagano per un servizio del quale non usufruiscono del tutto in quanto, all'interno del centro diurno, dovrebbe essere prevista la riabilitazione che però è assente.
Di questo problema se n'è occupato personalmente il consigliere comunale ai Servizi Sociali con delega all'Ambito di Zona Roberto Martella che, raggiunto telefonicamente, ci ha riferito:"Mentre il Comune di Lecce ha il compito di occuparsi della parte sociale, l'Asl dovrebbe assolvere alla parte sanitaria inviando il personale socio sanitario. Personalmente ho fatto la mia parte sollecitando l'Asl affinché rispetti gli impegni presi ed attivi i servizi, ma non ho ancora ricevuto una risposta".
Un caso simile si è verificato a Bari, dove le famiglie interessate hanno fatto ricorso al Tar, impugnandolo.
Intanto venerdì 10 febbraio il sindacato S.F.I.D.A. incontrerà le famiglie per cercare di trovare una soluzione condivisa al problema.
FuturaTv sarà presente per supportare l'attività di S.F.I.D.A. e diffondere mediaticamente l'incongruenza alla base della situazione.

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "TERRITORIO"
30 Maggio 2017 - Salento

Salento - Si parte da giovedì 1° giugno. Torna puntuale, anche quest’anno, con tante novità, “SalentoinBus”, il servizio di...

02 Maggio 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Grande successo per la prima edizione della "Gallipoli Run - Corri per la ricerca", manifestazione podistica nazionale non profit organizzata dalla...

29 Marzo 2017 - Melendugno

Melendugno - Come annunciato, il Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento” è stato in trincea al cantiere Tap di San Basilio al fianco di...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner