Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 21 novembre 2017 - Ore 12:58

Coldiretti dichiara lo stato di agitazione degli olivicoltori pugliesi

Coldiretti dichiara lo stato di agitazione degli olivicoltori pugliesi

Salento - “Il cronoprogramma che abbiamo stabilito nel corso del Consiglio convocato dalla Federazione di Lecce prevede che sin da lunedì chiederemo un incontro urgente al Ministro delle Politiche Agricole per illustrare direttamente il grave stato di crisi delle imprese olivicole del Salento che non hanno più reddito a causa del patogeno da quarantena ‘Xylella fastidiosa’ e chiedere l’immediata decretazione dello stato di calamità”. Così il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele, annuncia le decisioni assunte dalla Coldiretti e condivise da una nutrita platea di cooperative e frantoiani e la piattaforma di richieste che sarà sottoposta al Ministero.

“Abbiamo dichiarato lo stato di agitazione del mondo olivicolo – continua Cantele - perché tutti gli olivicoltori della regione a questo punto sosterranno la mobilitazione sia perché il rischio di diffusione della malattia è alto sia perché il valore del Salento in termini di produzione olearia, turismo enogastronomico e di paesaggio impongono il supporto di tutti.  Dopo la protesta del latte che abbiamo organizzato su Piazza del Ferrarese a Bari estenderemo la mobilitazione al settore olivicolo per difendere l’economia e il lavoro delle campagne anche da chi non interviene ancora per arginare una piaga che abbiamo ormai il dovere di arrestare immediatamente”.

Coldiretti Lecce, attivamente impegnata nell’organizzazione delle prossime tappe della mobilitazione, ha stigmatizzato un decalogo di interventi urgenti per ridare una speranza di futuro all'olivicoltura salentina. "Martedì incontreremo i rappresentanti di tutti settori economici della provincia di Lecce – incalzano Presidente e Direttore di Coldiretti Lecce, Pantaleo Piccinno e Giampiero Marotta - perché la Xylella è una calamità naturale che non interessa solo il mondo agricolo, piuttosto tutta l’economia della provincia. La nostra piattaforma contempla azioni immediatamente realizzabili e sulle quali stiamo già lavorando da mesi, dirette all'assunzione di responsabilità di ogni livello istituzionale e per questo a ciascun istituzione chiederemo conto dell'effettiva realizzazione con una dead-line di due settimane". 

Ecco nel dettaglio i dieci punti della piattaforma:

1. Decretazione di “stato di calamità” per l’area colpita e decretata “infetta” al fine di ottenere sgravi della contribuzione agricola, sospensione delle scadenze fiscali e postergazione dei mutui;

2. Individuazione di strategie e misure di sostegno per il consolidamento finanziario delle aziende;

3. Decreto nomina Commissario straordinario con poteri speciali e trasversali;

4. Rendere operative ed immediate le misure a superficie previste nel Piano di Sviluppo Rurale 2014/2020 che compensino i maggiori oneri sopportati dagli olivicoltori per attuare le misure di prevenzione della Xylella rese obbligatorie e quelle previste per le imprese che hanno visto compromesso la totale capacità produttiva;

5. Interventi sostitutivi degli adempimenti obbligatori da realizzarsi attraverso procedure di affidamento semplificate direttamente alle imprese agricole del territorio, consentendo un efficientamento delle azioni e un mantenimento dei livelli occupazionali;

6. Assegnazione dalla dotazione nazionale di diritti di reimpianto di vigneti cosiddetti “dormienti” che altrimenti andrebbero persi dal “vigneto Italia”;

7. Protagonismo delle Amministrazioni comunali attraverso l’utilizzo delle risorse provenienti dalla tassa di soggiorno e dalle risorse appositamente svincolate dal Patto di Stabilità da destinare alla riqualificazione del paesaggio agricolo e al contenimento della malattia utilizzando le modalità semplificate degli affidamenti diretti alle imprese agricole;

8. Protagonismo dell’Amministrazione Provinciale affinché possano essere ridiscusse le destinazioni delle risorse residue del Patto Territoriale dell’Agricoltura (6 milioni) per finanziarie la più grande rete di ricerca applicata sul territorio;  

9. Protagonismo del sistema ricerca pugliese: avvio del primo progetto di ricerca scientifico sulla Xylella con le tre università pugliesi già oggi vincitrici del bando Cluster promosso da Coldiretti e già candidate ad accedere ad ulteriori finanziamenti;

10. Valutazione azioni di Class Action.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "TERRITORIO"
30 Maggio 2017 - Salento

Salento - Si parte da giovedì 1° giugno. Torna puntuale, anche quest’anno, con tante novità, “SalentoinBus”, il servizio di...

02 Maggio 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Grande successo per la prima edizione della "Gallipoli Run - Corri per la ricerca", manifestazione podistica nazionale non profit organizzata dalla...

29 Marzo 2017 - Melendugno

Melendugno - Come annunciato, il Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento” è stato in trincea al cantiere Tap di San Basilio al fianco di...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner