Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 21 agosto 2017 - Ore 17:59

Mellone risponde alle polemiche sulle liste d'attesa

Mellone risponde alle polemiche sulle liste d'attesa

Lecce - Non si è fatta attendere la replica del direttore della Asl di Lecce Valdo Mellone che ha risposto alle polemiche scoppiate nei giorni scorsi a causa delle lunghe liste d'attesa per effettuare alcuni esami medici.

Il Direttore, che ha definito quello della Asl un bilancio, incoraggiante, se paragonato a quello degli anni passati ha dichiarato che Nel 2012 l’organico dell’Azienda ha avuto una perdita secca di circa 300 operatori compensata solo in parte da contratti a tempo determinato. In questo contesto, l’offerta di prestazioni di specialistica ambulatoriale è aumentata nel 2012 di circa 50.000 prestazioni rispetto al 2011".

"Per effetto dell'articolo 36 della recente egge di stabilità, che ha modificato i tempi di ammortamento, è vistosamente diminuita la capacità di investimento che l'azienda può sviluppare con risorse proprie, dovendo invece dipendere in misura maggiore da finanziamenti europei o nazionali, anch'essi in diminuzione".

"Quanto ai dati oggetto di riflessione, che la stessa direzione generale ha utilizzato nella recente conferenza dei direttori di struttura, pur richiamando che si tratta di dati non significativi, perchè riferiti al solo primo bimestre 2013, confrontandoli con lo stesso bimestre del 2012, il direttore traccia un bilancio positivo. Complessivamente l'analisi si concentra sulle 43 prestazioni così dette traccianti individuate dal ministero per il monitoraggio dei tempi di attesa; delle 43 prestazioni osservate, 29 sono in miglioramento o costanti e 14 in diminuzione".

"In particolare, va osservato che la stessa prestazione più critica, la Rmn cervello e tronco encefalo, ha visto nel bimestre gennaio-febbraio 2013 un incremento di prestazioni erogate del 5 percento rispetto al medesimo periodo del 2012, come, del resto, tutto il complesso delle prestazioni di Rmn, anch'esso cresciuto, sia pure in misura minore - conclude il direttore -. E ciò ad evidenziare che c'è una crescita di domanda alla quale dobbiamo adeguarci, ma non certo una diminuzione dell'offerta".

Il neo Assessore alla Sanità della Regione Puglia Elena Gentile ha dichiarato: "Stiamo solo aspettando la deroga del governo per assumere personale e rimediare alla situazione".

La Redazione


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "TERRITORIO"
30 Maggio 2017 - Salento

Salento - Si parte da giovedì 1° giugno. Torna puntuale, anche quest’anno, con tante novità, “SalentoinBus”, il servizio di...

02 Maggio 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Grande successo per la prima edizione della "Gallipoli Run - Corri per la ricerca", manifestazione podistica nazionale non profit organizzata dalla...

29 Marzo 2017 - Melendugno

Melendugno - Come annunciato, il Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento” è stato in trincea al cantiere Tap di San Basilio al fianco di...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner