Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 19 ottobre 2017 - Ore 14:52

Il comitato No Tap svela l'accordo tra il comune di Vernole e l'azienda

Il comitato No Tap svela l'accordo tra il comune di Vernole e l'azienda

Melendugno - Continua la telenovelas tra la società incaricata della costruzione del gasdotto Tap ed il comune di Vernole, che tra smentite "a mezza bocca" e silenzi pare avesse avanzato, nei mesi scorsi, una soluzione alternativa alla Trans Adriatic Pipeline per la realizzazione del progetto.

La prova è contenuta nella tredicesima pagina del documento esia Italia, nel capitolo 2, quello dedicato alle motivazioni, dove si legge: "Durante la fase di coinvolgimento delle parti interessate, stakeolders, i rappresentanti del comune di Vernole hanno chiesto che venisse valutata anche l'opzione 3".

Detta opzione, poi scartata, prevedeva la realizzazione della zona Prt nei pressi della zona industriale del comune di Vernole. A portare i vertici della Tap alla decisione di declinare l'invito del comune, la lunghezza della condotta ad alta pressione e la mancanza di ampiezza necessaria per ospitare una struttura di tale portata.

Ma non è finita qui, perchè in un secondo momento il comune di Vernole, determinato a strappare un "Si" alla Tap, ha addirittura ipotizzato la realizzazione della zona Prt nei pressi degli spazi destinati da 24 anni a questa parte alla realizzazione della strada regionale 8, quella che dovrà forse un giorno collegare la marina di San Foca al capoluogo salentino passando per il comune di Vernole.

Nei piani del comune infatti, la zona Prt sarebbe dovuta sorgere a sud dell'opzione 1 (quella poi preferita dall'azienda) ovvero nel territorio compreso tra Vernole ed Acquarica. Sono stati quindi eseguiti nuovi studi con l'obiettivo di identificare un'ubicazione idonea e sono state selezionate due aree scelte come potenziali zone, chiamate 4 e 5. In seguito ad ulteriori approfondimenti poi, l'opzione 4 è stata scartata in quanto si tratta di un'area agricola caratterizzata da una grande quantità di ulivi secolari, insieme all'opzione 5 che si trova invece in un'area già occupata da un impianto fotovoltaico.

Pertanto la scelta dell'azienda è ricaduta nuovamente all'opzione 1, "localizzata in un'area rurale a est di Acquarica, al confine tra il comune di Melendugno ed il comune di Vernole", e ritenuta dalla Tap l'alternativa migliore per la realizzazione della zona Prt, poichè considerata un buon compromesso tra la lunghezza della condotta ad alta pressione ed i potenziali impatti ambientali e sociali".

Azzurra Monaco


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "TERRITORIO"
30 Maggio 2017 - Salento

Salento - Si parte da giovedì 1° giugno. Torna puntuale, anche quest’anno, con tante novità, “SalentoinBus”, il servizio di...

02 Maggio 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Grande successo per la prima edizione della "Gallipoli Run - Corri per la ricerca", manifestazione podistica nazionale non profit organizzata dalla...

29 Marzo 2017 - Melendugno

Melendugno - Come annunciato, il Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento” è stato in trincea al cantiere Tap di San Basilio al fianco di...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner