Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 24 novembre 2017 - Ore 08:36

Il Lecce e l'Appello della speranza

Il Lecce e l'Appello della speranza

Lecce - Archiviate le amichevoli estive e la Coppa Italia, con l'eliminazione per mano del Torino (4-2), è arrivato (di nuovo) il momento per il Lecce, di concentrarsi su un'altra partita: quella che si gioca nelle aule del Tribunale Sportivo. Comincia oggi, infatti, il processo d'Appello per il calcio-scommesse, dove verranno riesaminati gli incartamenti d'indagine delle Procure di Cremona e Bari, e le relative sanzioni per club e vari tesserati.

Dopo la sentenza di primo grado emessa dalla Commissione Disciplinare Nazionale, sulla base delle richieste del Procuratore Federale Stefano Palazzi, che ha sancito la Lega Pro più l'inibizione di 5 anni per l'ex presidente Pierandrea Semeraro, per la presunta combine del derby Bari-Lecce (0-2) del 15 maggio 2011; la Società giallorossa (così come tutti i tifosi) spera che questo secondo grado di giudizio ribalti l'esito del processo di dieci giorni fa, riconsegnandogli la serie B. Ed è proprio questo che vuole ottenere, con il ricorso di 500 pagine già depositato, il collegio difensivo giallorosso. Gli avvocati Coppi, Grassani, Sambati e Sticchi Damiani, vogliono infatti (ri)provare l'estraneità di Semeraro jr, nella presunta combine del derby di Puglia, e che l'amico imprenditore Carlo Quarta non era il suo emissario quando si è trattato di assoldare (con 220mila euro) l'ex difensore del Bari Andrea Masiello, affinchè realizzasse l'autogol "per cristallizzare" la vittoria del Lecce e la conseguente salvezza in serie A. 
Quest'altra linea difensiva, non solo verte a rimarcare tutti punti già giustificati nella prima udienza, come gli assegni bancari serviti per attività lavorative in comune tra Semeraro e Quarta (oltre all'acquisto di quadri di valore), le dichiarazioni contraddittorie dei faccendieri Carella e Giacobbe e dello stesso Masiello in sede di interrogatorio; ma anche dimostrare la fragilità dell’impianto accusatorio della Procura di Bari (niente prove, ma solo “indizi gravi e concordanti”) delle valutazioni di Palazzi (Vives individuato come “emissario del Lecce in campo” per la pacca sulla spalla a Masiello in segno di avvenuto accordo, ma che invece è stato prosciolto in primo grado) e della sentenza scritta della Commissione Disciplinare (che parla solo di “tentativo di combine”). Oltre a ripresentare l’autoaccusa scritta di Carlo Quarta, che dice di aver agito per conto proprio e non per conto dell’U.S.Lecce. Inoltre, c’è anche da considerare il fatto che il “pentito” Masiello è stato giudicato inattendibile per ciò che riguarda altre gare incriminate, come ad esempio Udinese-Bari, motivo per cui sono stati assolti Pepe e Bonucci, e che quindi dovrebbe far sorgere dei dubbi anche sulle sue testimonianze per Bari-Lecce.
Le carte in mano della società salentina, dunque, non sono affatto poche, ed i margini per ottenere almeno la "responsabilità presunta", invece di quella "diretta" attuale, ci sono. E questo significherebbe giocare il campionato cadetto, seppur con un handicap iniziale (di 8-10 punti?). Di contro però, Palazzi, ha impugnato i verdetti della Disciplinare, richiedendo la squalifica dell'ex centrocampista leccese Vives e i 5 punti di penalizzazione (non 6 come in principio) al Lecce, oltre all'esclusione dal campionato di competenza.

Non resta che aspettare quest'altra sentenza, che dovrebbe arrivare tra mercoledì 22 e venerdì 24 agosto. Se in Appello, la Corte di Giustizia Federale dovesse confermare la retrocessione d'ufficio, il Lecce potrà comunque ricorrere ad un terzo e ultimo grado di giudizio, ovvero il Tnas (Arbitrato del Coni), che renderebbe poi ufficialmente esecutiva la sentenza.
In seguito, semmai, si potrebbe ricorrere solo nelle sedi ordinarie, come il Tar del Lazio e il Consiglio di Stato.

Intanto, la Lega di Serie B provvederà allo slittamento delle gare di Lecce e Grosseto (altra squadra condannata in primo grado alla Lega Pro), in attesa della decisioni definitive.

Matteo Pisacane


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
30 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Successo sofferto e fondamentale per il Lecce. La compagine salentina riesce ad avere la meglio sul Cosenza grazie ad un'autentica prodezza del...

14 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce impatta contro l'Akragas e rallenta, ma non arresta, la propria marcia in campionato. La formazione allenata da Liverani non riesce a...

07 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Quinta vittoria consecutiva per il Lecce, la quarta da quando sulla panchina siede mister Liverani. I giallorossi si impongono realizzando ancora una...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner