Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 19 ottobre 2017 - Ore 02:10

Arriva il deferimento, Palazzi vuole il Lecce in C

Arriva il deferimento, Palazzi vuole il Lecce in C

Italia - Arriva puntuale, senza sorprese, il deferimento del Procuratore Federale Stefano Palazzi nei confronti del Lecce: responsabilità diretta. Che, tradotto in termini pratici vuol dire retrocessione d'ufficio in Lega Pro, la vecchia serie C.

Questa ovviamente è solo una richiesta, la sentenza vera e propria, di primo grado, sarà emessa dopo il processo che si terrà, con ogni probabilità, dal 2 al 7 agosto prossimi. Palazzi, oltre a ritenere direttamente responsabile l'ex presidente del Lecce Pierandrea Semeraro nella vicenda derby "truccato", dà la responsabilità oggettiva all'ex centrocampista giallorosso Giuseppe Vives, reo di essere a conoscenza di accordi per alterare il risultato della partita. Sorprende, invece, la sola responsabilità presunta assegnata all'ex difensore del Bari Andrea Masiello, che, come lui stesso ha ammesso negli interrogatori, è stato l'autore materiale di questa presunta combine. Realizzando il famoso autogol volontario, per "cristallizzare il risultato in favore del Lecce".

Per i tifosi salentini, inizia un'altra settimana di passione in attesa del processo, dove si spera il Lecce possa ottenere uno sconto di pena, così come avvenuto per altre squadre coinvolte nel primo filone d'inchiesta sul calcioscommesse. In tal senso ricordiamo che l'AlbinoLeffe era stata stangata da Palazzi con 27 punti di penalizzazione, diventati poi 9 dopo l'iter processuale.
La palla, ora, passa nuovamente in mano ai legali di Pierandrea Semeraro, Saverio Sticchi Damiani e Andrea Sambati.

Pubblichiamo, di seguito, il documento ufficiale relativo al deferimento dell'U.S.Lecce.

Società U.S. LECCE S.P.A.:

 A titolo di responsabilità diretta ai sensi dell’art. 7, commi 2 e 3, e dell’art. 4, comma 1, C.G.S. in ordine agli addebiti contestati al proprio Presidente e legale rappresentate SEMERARO Pierandrea; con l’aggravante di cui all’art. 7, comma 6, C.G.S. della effettiva alterazione dello svolgimento e del risultato della gara e del conseguimento del vantaggio in classifica.

- a titolo di responsabilità oggettiva ai sensi dell’art. 7, commi 2 e 4, e dell’art. 4, comma 2, C.G.S. in ordine agli addebiti contestati al proprio tesserato VIVES; con l’aggravante di cui all’art. 7, comma 6, C.G.S. della effettiva alterazione dello svolgimento e del risultato della gara e del conseguimento del vantaggio in classifica.

- a titolo di responsabilità presunta, ai sensi dell’art. 4, comma 5, C.G.S., per l’illecito sportivo commesso a proprio vantaggio da MASIELLO in concorso con altri soggetti non tesserati in occasione della gara BARI – LECCE del 15/05/2011.

Matteo Pisacane


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
14 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce impatta contro l'Akragas e rallenta, ma non arresta, la propria marcia in campionato. La formazione allenata da Liverani non riesce a...

07 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Quinta vittoria consecutiva per il Lecce, la quarta da quando sulla panchina siede mister Liverani. I giallorossi si impongono realizzando ancora una...

02 Settembre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce riscatta l'opaco pareggio dell'esordio contro il Francavilla battendo con ampio merito e con una prestazione di carattere il Trapani. I...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner