Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 23 ottobre 2017 - Ore 17:31

Brutta figura per il Lecce, sconfitto in casa dal Messina di Lucarelli

Brutta figura per il Lecce, sconfitto in casa dal Messina di Lucarelli

Lecce - Brutta figura del Lecce contro il Messina. Nel giorno in cui il Foggia festeggia la promozione diretta in serie B, i salentini si arrendono ad un avversario nettamente inferiore da un punto di vista dei valori in campo, ma ben più motivato e più forte per quanto concerne l'aspetto caratteriale. Tra i "pochi intimi" presenti nello stadio leccese, anche per via dello sciocco orario delle 14:30 di avvio della partita, va in scena un incontro pressochè insiginificante e che, come facilmente pronosticabile, si trasforma in un match a dir poco noioso. Se ne giova la compagine peloritana, che porta a casa tra punti fondamentali per cercare di evitare gli spareggi salvezza e conquistare la permanenza nella categoria senza passare per i play-out. Escono dal campo a testa bassa, invece, i giallorossi salentini, autori di una prestazione insufficiente. Le tante assenze non possono giustificare una prova inguardabile. Nelle ultime due giornate del campionato regolare, il Lecce deve necessariamente cambiare registro per approdare col giusto approccio mentale ai play-off.

Giornata di esperimenti tattici al "Via del Mare". Padalino, che assiste alla gara dalla tribuna per via della squalifica rimediata dopo l'espulsione di Matera, prova un 3-4-3 mai sperimentato in precedenza: in difesa Arrigoni sostituisce lo squalificato Cosenza e l'infortunato Giosa, nel ruolo (inedito per lui) di centrale, affiancato da Drudi e Ciancio; sulla mediana Tsonev e Costa Ferreira sono coadiuvati sulle fasce da Lepore a destra e Agostinone a sinistra; in avanti, con Caturano in panchina, il tridente titolare è formato da Torromino-Pacilli-Marconi. Il Messina guidato dagli ex leccesi Lucarelli e Conticchio si contrappone con un 4-3-3 mascherato, cioè tendente più che altro ad un compatto 4-5-1, disegnato in chiave difensiva.

Spazio ai sentimenti prima del fischio d'inizio, quando viene riservata un'accoglienza calorosa e nostalgica a Cristiano Lucarelli, centravanti protagonista in alcune gloriose stagioni del Lecce in serie A, al quale viene donata una maglia giallorossa dal presidente onorario Sticchi Damiani. Stesso trattamento di riguardo riservato anche agli ex leccesi Conticchio e Vanoni. Dopodichè, il match si sviluppa su ritmi più consoni ad un allenamento che ad una gara ufficiale di campionato. Nel primo tempo, da segnalare un paio di tentativi da fuori area dei giocatori peloritani, su cui si dimostra attento il portiere di casa Perucchini. Sul fronte opposto, sono soprattutto Torromino e Costa Ferreira a rendersi insidiosi, ma anche l'estremo difensore ospite si fa trovare pronto, come il suo collega di reparto.

Nella ripresa la musica non cambia. I locali continuano a fare la partita e a tenere le redini del gioco, mentre gli ospiti preferiscono contenere per poi cercare di colpire in ripartenza. Al 66' proprio i siciliani trovano l'inaspettato vantaggio: è Anastasi a portare in avanti i suoi, intercettando un tiro-cross di un compagno e spedendo di piattone il pallone sotto la traversa, sfruttando una disattenzione della retroguardia di casa, dovuta anche ad un cambio dell'assetto tattico ordinato dalla panchina col ritorno alla difesa a quattro. Alla fine, la marcatura risulterà decisiva per le sorti dell'incontro. Nel finale, il Lecce non si dimostrerà in grado di andare ad agguantare il pareggio.

Una partita noiosa termina così con una brutta figura degli uomini di Padalino, che cedono il passo alla più motivata formazione di Lucarelli. Lepore e compagni escono dal campo tra i meritati fischi da parte della tifoseria salentina, che riserva invece calorosi applausi a Lucarelli e Conticchio. 

Il tabellino di  LECCE - MESSINA  0 - 1

LECCE (3-4-3): Perucchini, Agostinone, Arrigoni, Torromino, Costa Ferreira (75',Maimone), Marconi, cap. Lepore, Pacilli (62',Caturano), Tsonev, Drudi (73',Vitofrancesco), Ciancio.  A disp. Bleve, Chironi, Mancosu, Monaco, Muci, Doumbia, Mengoli.  All. Di Corcia (Padalino squalificato)

MESSINA: (4-5-1): Berardi, Grifoni, De Vito, cap. Musacci, Rea, Maccarone, Giordano, Ciccone (60',Foresta), De Silva, Anastasi, Sanseverino (71',Bruno), Milinkovic (82',Capua).  A disp. Russo, Benfatta, Bencivenga, Mancini, Ferri, Marseglia, Ventola, Ansalone, Madonia.  All. Lucarelli

Arbitro: Mantelli della sezione di Brescia.  Assistenti: Marchi di Bologna e Saccenti di Modena.

Ammoniti: Maccarone, Costa Ferreira, Agostinone, Anastasi.

Spettatori: 10938, di cui 9242 abbonati. Una sessantina i tifosi ospiti.

Rete: 66' Anastasi.

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
14 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce impatta contro l'Akragas e rallenta, ma non arresta, la propria marcia in campionato. La formazione allenata da Liverani non riesce a...

07 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Quinta vittoria consecutiva per il Lecce, la quarta da quando sulla panchina siede mister Liverani. I giallorossi si impongono realizzando ancora una...

02 Settembre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce riscatta l'opaco pareggio dell'esordio contro il Francavilla battendo con ampio merito e con una prestazione di carattere il Trapani. I...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner