Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 27 aprile 2017 - Ore 01:36

Lecce, prova di carattere. Pari a Matera nonostante l'uomo in meno

Lecce, prova di carattere. Pari a Matera nonostante l'uomo in meno

Lecce - Un punto a testa per Lecce e Matera. Salentini e lucani si sono divisi la posta in palio a seguito di un incontro non esaltante, ma forse meno noioso di quel che ci si poteva aspettare. Da segnalare al termine della gara: le due belle marcature realizzate da Negro per i locali e Costa Ferreira per gli ospiti; uno scellerato fallo di Cosenza, seguito da inevitabile quanto meritata espulsione; una serie di parate strepitose del portiere giallorosso Perucchini nella parte finale del match. Certamente, va anche sottolineata la prova di carattere dei salentini, che nonostante abbiano giocato in dieci per tutto il secondo tempo sono riusciti a conquistare un punto, utile a conquistare la matematica certezza del secondo posto nel girone a tre giornate dal termine del torneo.  

Nel caldo pomeriggio della Vigilia di Pasqua, non ci si poteva certo attendere una partita spumeggiante, tra due formazioni ormai praticamente certe del proprio piazzamento in classifica e già proiettate verso i playoff. Allo stadio "XXI settembre-Franco Salerno" di Matera una sfida ben poco incisiva per la classifica finale rappresentava semmai un'occasione di riscatto sia per i padroni di casa che per gli ospiti: entrambe le compagini hanno infatti deluso le aspettative nel girone di ritorno. Certamente, il Lecce poteva ricercare una motivazione aggiuntiva nell'onta subìta nella gara d'andata: si trattava cioè di un'opportunità per replicare a quell'umiliante 0-3 del "Via del Mare" e per riconquistare fiducia nei confronti di una tifoseria scettica nei confronti della conduzione tecnica. Per di più, Padalino ritornava sul campo della sua ex squadra, il cui patron Columella non ha risparmiato ad inizio stagione critiche pesanti sull'operato del tecnico foggiano, alla guida del Matera nella scorsa annata. Da queste premesse, è conseguita una sfida giocata su ritmi bassi e contraddistinta da una prevedibile scarsa intensità, ma non priva di una discreta carica agonistica. 

Padalino ha contrapposto il suo 4-3-3 di riferimento al 3-4-3 di Auteri, ma il Lecce è sceso in campo da subito col baricentro avanzato e dimostrando compattezza a centrocampo. Sia Doumbia che Lepore, terminali esterni del tridente offensivo giallorosso, si sono rivelati determinanti anche in fase di non possesso palla, abbassandosi sulla mediana e coadiuvando il trio Ferreira-Fiordilino-Tsonev nella preziosa interdizione della manovra avversaria. Memore della disfatta tattica dell'andata, l'allenatore foggiano ha così scelto di puntare su una maggiore densità a metà campo. Nonostante ciò il Matera, che vanta il miglior attacco del torneo, è riuscito a chiudere la prima frazione in vantaggio per la bella rete realizzata dal leccese Maikol Negro al 28'; evidenti, nella circostanza, alcune lacune nella retroguardia giallorossa. 

Ad inizio ripresa, poi, un gesto maldestro quanto stupido di Cosenza ha ulteriormente spianato la strada ai lucani: al 48' il difensore giallorosso ha meritato l'espulsione diretta per un'entrata sconsiderata in gamba tesa (più che altro un colpo di karate) ai danni di Strambelli, lasciando i compagni in inferiorità numerica. La squadra salentina non si è data per vinta ed è riuscita a raggiungere il pareggio al 65', con una bella conclusione potente e precisa di Costa Ferreira dal limite dell'area: palla a fil di palo e nulla da fare per il portiere materano Tozzo. Conquistato il pari, il Lecce ha dunque stretto i denti per difendere il risultato in dieci uomini ed è riuscito a resistere agli attacchi lucani, anche grazie a diversi interventi prodigiosi dell'estremo difensore Perucchini. Nel finale, è stata anche l'imprecisione dei biancazzurri a graziare gli ospiti; in particolare, ha del clamoroso l'occasione sprecata da Armellino praticamente nel recupero, con palla spedita sugli spalti praticamente dall'interno dell'area piccola.

La partita è così finita sul risultato di uno pari. Un punto a testa per entrambe le formazioni, sicuramente ancor più significativo per il Lecce, in quanto conquistato con un uomo in meno. Si può però sicuramente considerare positiva anche la prova dei padroni di casa. Nel prossimo turno, i giallorossi ospiteranno il Messina, mentre il Matera andrà a far visita alla Casertana.

Il tabellino di  MATERA - LECCE  1 - 1

MATERA (3-4-3): Tozzo, Mattera, De Franco, Ingrosso, Di Lorenzo, Armellino, De Rose, Armeno (62',Salandria), Carretta (83',Infantino), Strambelli (78',Sartore), Negro.  A disp. D’Egidio, Bertoncini, Iannini, Didiba, Dammarco, Biscarini, Gigli, Lanini.  All. Auteri

LECCE (4-3-3): Perucchini, Ciancio, Cosenza, Giosa, Vitofrancesco, Fiordilino, Tsonev (64',Caturano), Costa Ferreira, Lepore, Doumbia (45',Torromino), Marconi (75',Maimone).  A disp. Bleve, Chironi, Agostinone, Arrigoni, Pacilli, Drudi, Monaco, Muci, Mengoli.  All. Padalino

Arbitro: Pierantonio Perotti della sezione di Legnano Legnano.  Assistenti: Diomaiuta di Albano Laziale e Fabbro di Roma2.

Ammoniti: Fiordilino, Giosa, De Rose.  Espulsi: Padalino a fine primo tempo per proteste e Cosenza al 50' per gioco violento.

Reti: 28' Negro, 65' Costa Ferreira.

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
23 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - Brutta figura del Lecce contro il Messina. Nel giorno in cui il Foggia festeggia la promozione diretta in serie B, i salentini si arrendono ad un...

13 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’U.S. Lecce  comunica che, a partire da domani mattina, saranno in vendita  i biglietti  del Settore Ospiti per la gara di LEGA...

09 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce travolge il Taranto e si aggiudica il derby col netto risultato di 3-0. Le due compagini pugliesi si ritrovano al Via del Mare dopo 24 anni....



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner