Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 25 giugno 2017 - Ore 14:17

Il Lecce torna a correre. Vittoria in dieci uomini con l'Akragas

Il Lecce torna a correre. Vittoria in dieci uomini con l'Akragas

Lecce - Il Lecce riprende la propria marcia. Dopo il rallentamento subìto con il negativo pareggio interno di una settimana fa contro il Monopoli, i salentini ritrovano la vittoria nella trasferta siciliana contro l'Akragas e tornano a correre. Allo stadio "Esseneto" di Agrigento decidono le reti realizzate nel secondo tempo dal capocannoniere Caturano e dall'esterno offensivo Pacilli, i quali si confermano gli uomini più in forma in questo frangente tra i giallorossi (insieme con Doumbia). Dopo il vantaggio, il Lecce ha anche seriamente rischiato di subire il pareggio della squadra di casa per un penalty causato da un avventato intervento di Cosenza, espulso nella circostanza, ma Palmiero ha graziato la compagine di mister Padalino calciando alle stelle. Nonostante l'uomo in meno, poi, Lepore e compagni non hanno mai sofferto l'avversario, trovando anche il raddoppio con l'ottimo Pacilli (partito dalla panchina ed entrato ad inizio secondo tempo) e gestendo senza affanni la partita, terminata sul risultato di 0-2. Tre punti importanti per il morale della truppa giallorossa prima della pausa invernale, per reagire alla delusione del pari col Monopoli e per non perdere terreno in classifica.

Nel soleggiato pomeriggio di Agrigento, Padalino insiste col 4-3-3 e preferisce Drudi a Giosa in difesa, confermando Gomis tra i pali; a centrocampo ancora spazio ai giovani Tsonev e Fiordilino, accanto al perno Mancosu, con un calciatore del calibro di Arrigoni oramai "parcheggiato" in panchina da cinque turni; in avanti, rilanciato dal primo minuto Doumbia dopo le ottime prestazioni nelle ultime uscite, a formare il tridente con capitan Lepore e l'inamovibile punta centrale Caturano. L'Akragas guidato dal tecnico Di Napoli si schiera in campo col classico 4-4-2.

Si rende da subito pericoloso il Lecce con Caturano, che servito al 9' da un preciso cross di Ciancio perde il tempo della battuta da ottima posizione. La prima frazione si sviluppa su ritmi tutt'altro che intensi. Alla mezz'ora squillo dell'Akragas, con Coppola stoppato in extremis dalla tempestiva scivolata di Cosenza. Al 33' ghiotta occasione per Caturano, che però, indisturbato davanti al portiere agrigentino Pane, spreca l'assist di Tsonev calciando a lato. Al 40' l'opportunità del vantaggio è per i biancocelesti locali e capita sui piedi dell'attaccante argentino Cochis, fermato in area dalla perfetta uscita di Gomis. Un primo tempo pressochè soporifero si chiude a reti bianche.

Nella ripresa l'andazzo della gara non sembra cambiare e allora mister Padalino decide di inserire Pacilli per Tosnev e Vitofrancesco per Contessa, arretrando Lepore sulla mediana. Il match si sblocca al 58', quando i salentini trovano il vantaggio col capocannoniere Caturano, lesto a trovare la zampata vincente al termine di una mischia in area e a mettere così a segno il 14esimo centro personale in campionato. Passano appena due minuti e Cosenza stende in tackle l'attaccante di casa Cochis, allo spigolo dell'area, causando un calcio di rigore alquanto ingenuo e procurandosi l'espulsione per doppio cartellino giallo; alla battuta dagli undici metri si presenta Palmiero, che però colpisce malissimo e spedisce il pallone in curva. Il punteggio rimane sullo 0-1, ma i giallorossi restano in dieci uomini. Entra anche Giosa per Doumbia. Il Lecce non solo non soffre l'inferiorità numerica, ma riesce a raddoppiare al 67': il neoentrato Pacilli raccoglie il preciso filtrante di Caturano, sfrutta il buco difensivo agrigentino e salta l'estremo difensore di casa, insaccando a porta vuota la rete dello 0-2.

Nel finale l'incontro non ha più nulla da dire. Dopo 3 minuti di recupero la gara si conclude con la vittoria esterna del Lecce. Ora la Lega Pro osserverà un lungo turno di riposo; si tornerà a giocare sabato 21 gennaio per la terza giornata di ritorno del girone C, quando il Lecce ospiterà al "Via del Mare" il Melfi.

Il tabellino di  AKRAGAS - LECCE  0 - 2

AKRAGAS (4-4-2): Pane, Thiago, Carillo, Salandria, Russo, Coppola (77',Blandina), Sepe, Pezzella (83',Rotulo), Cocuzza (51',Longo), Palmiero, Cochis.  A disp. Addario, Leveque, Garcia, Carrotta, Gomes, Caternicchia, Privitera, Petrucci, Mazza.  All. Di Napoli

LECCE (4-3-3): Gomis, Contessa (57',Vitofrancesco), Mancosu, Cosenza, Lepore, Tsonev (53',Pacilli), Drudi, Caturano, Fiordilino, Ciancio, Doumbia (63',Giosa).  A disp. Bleve, Chironi, Arrigoni, Torromino, Vutov, Freddi, Maimone, Persano.  All. Padalino

Arbitro: Francesco Forneau della sezione di Roma1.  Assistenti: Loni di Cagliari e Maiorano di Rossano

Ammoniti: Fiordilino, Pane, Pezzella.  Espulso Cosenza (L) al 60' per doppia ammonizione

Note: spettatori un migliaio circa, con rappresentanza ospite. Al 61' Palmiero spedisce fuori un calcio di rigore.

Reti: 58' Caturano, 67' Pacilli.

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
04 Giugno 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce dice addio anche quest'anno ai sogni promozione. I ragazzi di mister Rizzo vengono eliminati ai quarti dall'Alessandria, pur avendo superato...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Finisce in parità la gara d'andata dei quarti di finale dei playoff, tra Lecce ed Alessandria. Ennesimo pareggio per i salentini, che hanno...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Il tecnico Roberto Rizzo ha convocato 22 giocatori per la gara Lecce - Alessandria, andata dei Quarti di Finale dei Play Off, in programma...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner