Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 20 novembre 2017 - Ore 01:18

Il Lecce non riesce più a vincere. Col Cosenza finisce 1-1

Il Lecce non riesce più a vincere. Col Cosenza finisce 1-1

Lecce - Quarta partita consecutiva senza vittorie per il Lecce. I giallorossi impattano per 1-1 contro il Cosenza nel turno casalingo e non riescono ad approfittare del passo falso delle dirette concorrenti Juve Stabia, Foggia e Matera, anch'esse bloccate sul pareggio. Non una prestazione eccelsa, quella della squadra di Padalino, apparsa per buona parte dell'incontro impacciata e priva di quel mordente necessario per una squadra che voglia ambire alla vittoria diretta del campionato. Nè può rappresentare assolutamente un alibi l'assenza del capocannoniere della compagine salentina e del girone, Caturano. Ora la vetta continua ad essere distante tre lunghezze e nel prossimo turno l'avversario di Lepore e compagni sarà proprio l'attuale capolista Juve Stabia.

Nella fredda serata del "Via del Mare" Padalino deve fare a meno degli squalificati Bleve e Caturano, sostituiti rispettivamente da Gomis (in porta) e Torromino (al centro dell'attacco); nel tridente offensivo giallorosso si rivede così dal primo minuto Doumbia, mentre in mezzo al campo la novità è rappresentata dal giovanissimo Fiordilino, preferito al più esperto Arrigoni. Al 4-3-3 dei salentini, il Cosenza del tecnico Roselli risponde con un attento 4-4-2, pronto a divenire 4-2-4 in fase d'attacco; la coppia offensiva rossoblu formata da Mungo e Gambino è supportata sugli esterni da Criaco e Statella.

Prima fiammata giallorossa dopo 10' di gioco con Doumbia, che si accentra dalla sinistra e tira, ma viene neutralizzato dal portiere cosentino Perina. Due minuti dopo un'uscita apparentemente azzardata di Gomis si rivela efficace per stoppare un pericoloso contropiede ospite. Al 27' squillo di Lepore, che ci prova da fuori area ma non centra il bersaglio grosso. Il Lecce attacca, ma senza incidere. Alla mezz'ora, infatti, sono gli ospiti a passare in vantaggio con una veloce ripartenza ben orchestrata: l'azione si sviluppa sulla destra, da cui parte un preciso cross morbido di Criaco che pesca sul lato opposto un liberissimo Mungo, il quale serve con intelligente sponda l'accorrente Gambino, il cui tocco ravvicinato beffa l'incolpevole Gomis. Il Lecce mantiene un possesso-palla tutt'altro che prolifico ed il pubblico di casa inizia a dimostrare impazienza. Sul finire di tempo i tifosi della Curva invitano la squadra a "tirare fuori gli attributi".

Nella ripresa gli uomini di Padalino sembrano meno impacciati rispetto alla prima frazione. Il tecnico foggiano opta per un doppio cambio (non condiviso da buona parte della tifoseria) ed inserisce Persano per l'ottimo Pacilli e Contessa in luogo di Ciancio. Il Lecce disegna ora in campo uno spregiudicato 4-2-4, ma rischia di subire il raddoppio calabrese sul tentativo dalla distanza dell'intraprendente Mungo. Giosa si rende pericoloso sugli sviluppi di un corner, ma la sfera termina di poco a lato. Ancor più insidioso il tentativo di Mancosu al 63', col pallone che sibila alla sinistra del palo. Al 65' il centrocampista sardo del Lecce ci riprova e stavolta fa centro: splendida la realizzazione di Mancosu, che lascia partire un destro micidiale dallo spigolo dell'area, in un mix di precisione e potenza, col pallone che si va ad infilare sotto l'incrocio dei pali, non lasciando scampo a Perina. La partita si infiamma ed i locali attaccano a testa bassa, sospinti dal caloroso pubblico salentino. Tra gli ospiti Corsi e l'ex leccese Baclet subentrano rispettivamente a Mungo e Gambino. Al 74' Persano ci prova in girata, ma spedisce abbondantemente alto. Doumbia lascia il posto a Vutov ad un quarto d'ora dal termine. Un'occasione sprecata per parte al minuto 80', quando Statella su un fronte e Torromino sull'altro non riescono a sfruttare una ghiotta opportunità per andare in rete. Proprio Statella è sostituito da Cavallaro per l'ultimo cambio dell'incontro. I giallorossi premono sull'acceleratore.

Forcing finale del Lecce, che schiaccia l'avversario nella propria metà campo anche nei 4 minuti di recupero. Torromino va vicino al gol con un tiro sporco, ma la palla si spegne sul fondo. Nonostante gli sforzi, i giallorossi non trovano la via della porta. Il triplice fischio del direttore di gara sancisce l'1-1 finale. Domenica prossima Padalino e i suoi verranno ospitati sul campo della capolista Juve Stabia.

Il tabellino di  LECCE - COSENZA  1 - 1

LECCE (4-3-3): Gomis, Vitofrancesco, Mancosu, Cosenza, Torromino, cap. Lepore, Pacilli (54',Persano), Giosa, Fiordilino, Ciancio (54',Contessa), Doumbia (75',Vutov).  A disp. Chironi, Arrigoni, Tsonev, Freddi, Drudi, Capristo, Vinetot, Maimone.  All. Padalino

COSENZA (4-4-2): Perina, Tedeschi, Blondett, Criaco, cap. Caccetta, Gambino (72',Baclet), Statella (82',Cavallaro), Ranieri, D'Anna, Mungo (68',Corsi), Scalise.  A disp. Saracco, Capece, Meroni, Appiah, Bilotta, Madrigali.  All. Roselli

Arbitro: Matteo Proietti di Terni.  Assistenti: Cartaino di Paiva e Trinchieri di Milano.

Ammoniti: Lepore, Pacilli, Perina, Torromino, Fiordilino, Caccetta.

Spettatori: 11434, di cui 9242 abbonati. Circa 100 i tifosi ospiti.

Reti: 30' Gambino, 65' Mancosu.

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
30 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Successo sofferto e fondamentale per il Lecce. La compagine salentina riesce ad avere la meglio sul Cosenza grazie ad un'autentica prodezza del...

14 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce impatta contro l'Akragas e rallenta, ma non arresta, la propria marcia in campionato. La formazione allenata da Liverani non riesce a...

07 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Quinta vittoria consecutiva per il Lecce, la quarta da quando sulla panchina siede mister Liverani. I giallorossi si impongono realizzando ancora una...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner