Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 22 agosto 2017 - Ore 09:29

Tante occasioni non bastano a Lecce e Foggia: big-match a reti bianche

Tante occasioni non bastano a Lecce e Foggia: big-match a reti bianche

Lecce - Lecce e Foggia si dividono la posta in palio nel big-match del girone C di Lega Pro. L'incontro del lunedì sera tra salentini e dauni finisce a reti bianche, nonostante le numerose azioni da gol per entrambe le squadre. Nello stadio leccese, in una cornice da ben altra categoria, si assiste infatti ad una partita di buon livello, giocata a viso aperto dalle due formazioni e terminata a reti inviolate solo per una leggera imprecisione sotto porta da parte degli attaccanti, su ambedue i fronti. Da segnalare  inoltre due legni colpiti, uno per parte. Le due compagini pugliesi conquistano così un punto che le proietta a quota 24 punti in classifica, in compagnia del Matera e ad una sola lunghezza di distanza dall'attuale capolista Juve Stabia. La lotta al vertice entra adesso nel vivo.

Splendida la cornice di pubblico al "Via del Mare". Mister Padalino schiera il suo Lecce col collaudato 4-3-3 e si affida all'undici titolare di riferimento, composto da Bleve in porta; Vitofrancesco, Cosenza, Giosa e Ciancio in difesa; Arrigoni, Mancosu e capitan Lepore sulla mediana; il tridente Pacilli-Caturano-Torromino in attacco. Modulo speculare per il Foggia guidato dal tecnico Stroppa, in campo con Sanchez tra i pali; Angelo, Empereur, Martinelli, Rubin sulla linea arretrata; capitan Agnelli, Vacca e Gerbo a centrocampo; Chiricò, Padovan e Mazzeo in avanti.

Il terreno di gioco si presenta in ottime condizioni. Primi squilli nei minuti iniziali per entrambe le formazioni, con Mancosu da una parte e Chiricò dall'altra. E' il Foggia ad avere la prima, clamorosa occasione dell'incontro dopo appena 5' di gioco: cross dalla destra di capitan Agnelli ed eccezionale tiro al volo di Rubin, col pallone che si va a stampare sulla traversa. Nelle fasi iniziali gli ospiti sembrano avere un leggero predominio in mezzo al campo. Al 25' Arrigoni rischia l'autorete nel tentativo di respingere di testa un traversone pericoloso. Alla mezz'ora sono i locali ad andare vicinissimi al gol a termine di una bella azione manovrata che si sviluppa dalla destra e porta al tiro Torromino, poco preciso nella circostanza. Caturano per poco non approfitta di un grossolano errore di Rubin al 35', mentre un minuto dopo Agnelli mette i brividi a Bleve con una conclusione dalla distanza, di un soffio fuori misura. I giallorossi provano a pungere in ripartenza al 38', ma Caturano è ancora poco cattivo a pochi metri dalla porta ed il suo rasoterra non angolato viene respinto da Sanchez. L'attaccante ci riprova sul finire di tempo, ma stavolta il radente termina di poco a lato. Un primo tempo meglio interpretato dal Foggia, ma equilibrato dal punto di vista delle occasioni da rete, termina in parità.

La seconda frazione si apre sulla scia della prima, con la squadra ospite a tenere le redini del gioco. Sono però i padroni di casa a sfiorare il vantaggio, prima al 60' col colpo di testa di Caturano servito da Torromino, con palla di un nulla a lato, poi un minuto pià tardi con la legnata da fuori di Mancosu, che colpisce la base del palo. Poco dopo, sul fronte opposto, Chiricò si accentra e lascia partire un sinistro a giro: anche in questo caso la sfera non centra la porta per questione di centimetri. Il match è vivace e ricco di azioni da gol. Primi cambi al 73', con gli ingressi di Sainz Maza da una parte e Fiordilino dall'altra. Entra anche Sarno per il fischiatissimo Chiricò al minuto 80'. 

Nel finale la gara perde intensità, ma i giallorossi riescono a rendersi ancora pericolosi all'85' in mischia, conclusasi con un nulla di fatto. Sull'altro fronte è invece Agnelli a spercare su suggerimento dell'ottimo Gerbo. Negli ultimi minuti, spazio anche a Tsonev e Doumbia tra le fila di casa, ma le due squadre, dopo gli ultimi tentativi di andare in rete, non hanno più nulla da dare. Un match equilibrato e combattuto finisce a reti inviolate

Tabellino di  LECCE - FOGGIA  0 - 0

LECCE (4-3-3): Bleve, Vitofrancesco, Mancosu (84',Tsonev), Cosenza, Arrigoni (73',Fiordilino), Torromino, cap. Lepore, Pacilli (90',Doumbia), Giosa, Caturano, Ciancio.  A disp. Chironi, Gomis, Contessa, Monaco, Vutov, Capristo, Vinetot, Maimone, Persano.  All. Padalino

FOGGIA (4-3-3): Sanchez, Angelo, cap. Agnelli, Vacca, Chiricò (80',Sarno), Empereur, Martinelli, Padovan, Mazzeo (72',Sainz Maza), Rubin, Gerbo.  A disp. Tucci, Loiacono, Quinto, Letizia, Agazzi, Sicurella, Dinielli, Riverola, Sansone.  All. Stroppa

Arbitro: Francesco Guccini di Abano Laziale. Assistenti: Trovatelli di Pistoia e Scatragli di Arezzo

Ammoniti: Empereur, Cosenza, Sanchez, Rubin, Vacca.

Spettatori: 17254, abbonati 9242. Circa 700 i tifosi ospiti.

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
04 Giugno 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce dice addio anche quest'anno ai sogni promozione. I ragazzi di mister Rizzo vengono eliminati ai quarti dall'Alessandria, pur avendo superato...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Finisce in parità la gara d'andata dei quarti di finale dei playoff, tra Lecce ed Alessandria. Ennesimo pareggio per i salentini, che hanno...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Il tecnico Roberto Rizzo ha convocato 22 giocatori per la gara Lecce - Alessandria, andata dei Quarti di Finale dei Play Off, in programma...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner