Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 20 novembre 2017 - Ore 08:21

Il Lecce supera di misura la Reggina e aggancia il Foggia in vetta

Il Lecce supera di misura la Reggina e aggancia il Foggia in vetta

Lecce - Il Lecce supera di misura la Reggina e riaggancia la vetta della classifica. I giallorossi si esibiscono in una prestazione non certo impeccabile, ma ritrovano il successo interno dopo il pareggio casalingo contro la Casertana ed ottengono così tre punti importantissimi. Con la vittoria odierna la squadra salentina sfrutta il pari tra le dirette concorrenti Matera e Foggia e riconquista il primo posto in classifica, raggiungendo a quota 19 punti proprio la compagine dauna. La formazione lucana segue in seconda posizione, a quattro lunghezze di distacco. Da sottolineare l'impegno dei ragazzi guidati dall'allenatore Padalino, che pur non giocando bene come al solito, conquistano tre punti lottando e facendo propria una partita maschia e tutt'altro che facile.

Nel giorno in cui ricorre il 50esimo anniversario della prima partita ufficiale disputata allo stadio di "Via del Mare", il Lecce scende in campo con le nuove divise ufficiali della stagione 2016/17. Mister Padalino su affida all'undici titolare di riferimento, tornando a schierare dal primo minuto il trio d'attacco Torromino-Caturano-Pacilli dopo la rivoluzione di Siracusa, ma inserendo sulla mediana il giovane Fiordilino in luogo di Arrigoni, non al top della condizione. Al 4-3-3 di Padalino, la Reggina guidata dal tecnico Karel Zeman - figlio del maestro Zdenek - oppone un modulo speculare; molto giovane l'età media della formazione titolare. Si affrontano dunque due squadre di stampo "zemaniano", considerate le filosofie di gioco dei due allenatori.

Lecce da subito propositivo e pericoloso con la conclusione di capitan Lepore al 6', di poco alta. Nella prima mezz'ora le manovre di gioco appaiono bloccate e la gara stenta a decollare. Una buona azione orchestrata dai locali porta Mancosu a colpire al volo sul cross di Vitofrancesco al 30', ma il pallone viene svirgolato e termina abbondantemente a lato. Ancor peggio il tiro tentato da Caturano dal limite dell'area, con la sfera che finisce nei pressi della bandierina. Al 38' Pacilli è costretto ad abbandonare il terreno a seguito di un duro scontro di gioco e viene sostituito da Vutov. Un primo tempo non entusiasmante si chiude a reti inviolate.

La ripresa si apre nel migliore dei modi per il Lecce: punizione dai 20 metri circa, batte Lepore che supera la barriera e spedisce nell'angolino basso, laddove il portiere ospite Sala riesce solo a respingere in tuffo, ma sul tap-in si avventa come un falco bomber Caturano che insacca di prepotenza e realizza così l'ottavo centro personale. Era l'episodio che serviva per sbloccare il match. I giallorossi adesso salgono in cattedra e sfiorano il raddoppio dopo appena tre minuti, con Giosa che sul corner battuto da Vutov accarezza la parte superiore della traversa. I calabresi tentano di reagire, ma si rendono pericolosi solo in un paio di circostanze da calcio d'angolo. Al 64' tra le fila di casa fa il suo ingresso Doumbia, che subentra ad un Torromino meno brillante del solito. Tra gli ospiti entrano il centrocampista Knudsen e la punta Tommasone. L'intensità della gara diminuisce ed alcuni cali di tensione rischiano di costare caro alla squadra di Padalino, il quale inserisce Arrigoni per Fiordilino (prestazione positiva, quella del giovane centrocampista). Caturano si esibisce in una stupenda rovesciata sul suggerimento di Doumbia al 79', ma il bellissimo gesto non trova la meritata fortuna in quanto il pallone termina di pochi centimetri oltre la traversa. Lo stesso attaccante manca il raddoppio al minuto 87' calciando clamorosamente a lato in diagonale rasoterra, servito dall'ottimo Arrigoni a seguito di un fulminante contropiede. 

Nei minuti finali i padroni di casa difendono il risultato e, dopo 4 minuti di recupero, portano a casa i tre punti al cospetto di un avversario dimostratosi ostico. Domenica prossima, alle ore 16:30, il Lecce sarà ospitato sul campo della Vibonese.

Tabellino di  LECCE - REGGINA  1 - 0

LECCE (4-3-3): Bleve, Vitofrancesco, Mancosu, Cosenza, Torromino (64',Doumbia), cap. Lepore, Pacilli (38',Vutov), Giosa, Caturano, Fiordilino (77',Arrigoni), Ciancio. A disp. Chironi, Gomis, Contessa, Monaco, Tsonev, Drudi, Vinetot, Maimone, Persano.  All. Padalino

REGGINA (4-3-3): Sala, Gianola, De Francesco, cap. Coralli (70',Tommasone), Oggiano, Botta, Kosnic, Porcino, Cane, Bangu (68',Knudsen), Possenti. A disp. Licastro, Maesano, De Bode, Carpentieri, Lo Ameth, Cucinotti, Bianchimano, Romanò, Lancia.  All. Zeman

Arbitro: Federico Dionisi della sezione di L'Aquila. Assistenti:  Michele Dell'Università di Aprilia e Aristide Rabotti di Roma2.

Ammoniti: Kosnic, Caturano.

Spettatori: 11928, quota abbonati 9236. Presente un centinaio di tifosi ospiti. Note: da segnalare alcune intemperanze tra le tifoserie nei pressi dello stadio poco prima dell'inizio della partita, senza conseguenze. 

Rete: 3' s.t. Caturano

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
30 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Successo sofferto e fondamentale per il Lecce. La compagine salentina riesce ad avere la meglio sul Cosenza grazie ad un'autentica prodezza del...

14 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce impatta contro l'Akragas e rallenta, ma non arresta, la propria marcia in campionato. La formazione allenata da Liverani non riesce a...

07 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Quinta vittoria consecutiva per il Lecce, la quarta da quando sulla panchina siede mister Liverani. I giallorossi si impongono realizzando ancora una...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner