Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 24 ottobre 2017 - Ore 05:59

Semifinale d'andata al Foggia: i dauni si impongo a Lecce

Semifinale d'andata al Foggia: i dauni si impongo a Lecce

Lecce - Il Foggia si aggiudica il match d'andata della semifinale play off e mette nei guai il Lecce. Ora i dauni hanno a disposizione due risultati su tre per la gara di ritorno, che si disputerà domenica prossima allo stadio "Zaccheria". Il Lecce paga un approccio sbagliato alla partita, incredibile vista l'importanza della posta in palio. L'undici giallorosso è sembrato scendere in campo senza la necessaria concentrazione, creando le condizioni ideali per la devastante coppia offensiva rossonera Sarno-Iemmello. Nonostante la reazione dei salentini, la squadra di De Zerbi si è imposta per 3-2, ipotecando seriamente il passaggio in finale. Al Lecce non è bastata la spinta di un pubblico caloroso. Adesso alla formazione allenata da Piero Braglia servirebbe un impresa per ribaltare il risultato nella gara di ritorno.

Ottima cornice di pubblico e atmosfera delle grandi occasioni al "Via del Mare". Nel derby pugliese, le due formazioni si giocano l'accesso alla finale play off. Mister Braglia sceglie un atteggiamento prudente per il suo Lecce, schierato con un 3-4-3 pronto a divenire 5-4-1 in fase di non possesso palla; una strategia difensiva che non si rivelerà vincente. Solito 4-3-3 offensivo, invece, per il Foggia di De Zerbi.

Avvio choc per i padroni di casa, che subiscono ben due reti nell'arco dei primi sette minuti: con la complicità della retroguardia giallorossa, praticamente dormiente, è il capocannoniere del campionato Iemmello a siglare la doppietta che mette in discesa la semifinale per la compagine dauna. Al 3' il bomber foggiano sfrutta l'assist di Gerbo ed un clamoroso buco difensivo, controlla indisturbato al centro dell'area e trafigge Perucchini, nonostante il disperato tentativo in uscita dell'estremo di casa. Dopo appena 4 giri di lancette, al 7', Sarno si invola incontrastato sulla sinistra, raggiunge con troppa facilità il fondo e pesca al centro Iemmello, il quale batte sul tempo i difensori centrali e di piattone realizza il raddoppio rossonero. Un'autentica doccia gelata per la tifoseria salentina. Il capitano rossonero Agnelli sfiora persino il terzo gol al 20' con una botta da fuori, ma Perucchini evita il peggio. Un minuto dopo Braglia prova a svegliare i suoi inserendo Caturano per Liviero e passando al 4-2-4. La squadra di casa appare tramortita. Si fa vedere Lepore con un colpo di tacco al 26', su suggerimento di Doumbia. Una ghiotta occasione capita sui piedi di Caturano dopo la respinta del portiere Narciso sulla potente conclusione di Doumbia, ma il tap-in termina abbondantemente alto. Progressivamente, matura la reazione della squadra di Braglia, che riesce ad accorciare le distanze al 37' con Moscardelli. Ma l'entusiasmo giallorosso viene nuovamente smorzato al 41', quando Sarno duetta con Iemmello saltando la fragile difesa leccese e mettendo il pallone alle spalle di Perucchini per la terza volta. I locali sono anche sfortunati un minuto più tardi, quando Moscardelli colpisce di testa su traversone di Legittimo, ma il pallone si stampa sul palo.

Nella ripresa gli ospiti, forti del doppio vantaggio, si accontentano di gestire il risultato. I salentini tentano di raddrizzare le sorti del match trascinati da Moscardelli, che al 55' si esibisce in una splendida rovesciata su cross da sinistra di Doumbia, con la sfera che termina di pochissimo a lato. Un minuto dopo il fischiatissimo ex leccese Chiricò fa spazio a De Giosa, mentre tra le fila di casa fa il suo ingresso il fantasista Surraco in luogo del difensore Alcibiade. Gli sforzi dei giallorossi portano alla conquista di un calcio di rigore, procurato da Doumbia (atterrato in area da Narciso) e trasformato da Lepore al 71'. Tra i dauni entrano lo spagnolo Sainz-Maza e Quinto, mentre Braglia gioca l'ultima carta inserendo Sowe per Doumbia.

Nel finale la gara perde d'intensità. Al minuto 88 Surraco ci prova dal limite, ma la sua conclusione è troppo centrale. Nel recupero, clamorosa occasione per Sowe, che però incespica sul più bello e non riesce a ribadire in rete il pallone respinto coi pugni da Narciso sul tiro del generoso Moscardelli. Dopo 4' di extra-time, il triplice fischio certifica il 2-3 finale. Prima del rientro negli spogliatoi, la terna arbitrale deve sedare la tensione tra alcuni dei protagonisti in campo. Tra sette giorni, il ritorno allo "Zaccheria" di Foggia.

Tabellino di  LECCE - FOGGIA  2- 3

LECCE (3-4-3): Perucchini, Legittimo, cap. Papini, Cosenza, Lepore, Moscardelli, Liviero (21', Caturano), Alcibiade (60',Surraco), Salvi, Abruzzese, Doumbia (84',Sowe). A disp. Benassi, Bleve, Beduschi, De Feudis, Carrozza, Vecsei, Curiale, Lo Sicco.  All. Braglia

FOGGIA (4-3-3): Narciso, cap. Agnelli, Vacca (80',Quinto), Loiacono, Gerbo, Iemmello, Sarno, Chiricò (56',De Giosa), Di Chiara, Riverola (75',Sainz-Maza), Coletti. A disp. Micale, Arcidiacono, Lodesani, Lauriola, De Gennaro, Floriano, Lanzetta.  All. De Zerbi

Arbitro: Marco Piccinini di Forlì. Assistenti: Claudio Pellegrini di Roma2 e Pierluigi Della Vecchia di Avellino.

Ammoniti: Riverola, Gerbo, Legittimo, Doumbia, Lepore.

Spettatori: 14459, di cui 699 provenienti da Foggia. Incasso: euro 189221,20.

Reti: 3' e 7' Iemmello, 37' Moscardelli, 41' Sarno, 71' Lepore su rig.

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
14 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce impatta contro l'Akragas e rallenta, ma non arresta, la propria marcia in campionato. La formazione allenata da Liverani non riesce a...

07 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Quinta vittoria consecutiva per il Lecce, la quarta da quando sulla panchina siede mister Liverani. I giallorossi si impongono realizzando ancora una...

02 Settembre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce riscatta l'opaco pareggio dell'esordio contro il Francavilla battendo con ampio merito e con una prestazione di carattere il Trapani. I...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner