Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 19 ottobre 2017 - Ore 13:06

Tre sberle al Lecce e il Benevento vola in serie B

Tre sberle al Lecce e il Benevento vola in serie B

Lecce - Il Benevento stende il Lecce con un perentorio 3-0 e conquista così la sua prima storica promozione in serie B. La squadra sannita vola in cadetteria battendo inopinatamente la compagine salentina, in partita solo in avvio di gara, quando il palo ha respinto il preciso rasoterra di Lepore, a portiere già battuto. A partire dal quarto d'ora, gli errori della formazione allenata da Braglia hanno spianato la strada al Benevento di mister Auteri, che con la doppietta di Mazzeo e la rete di Cisse ha potuto blindare matematicamente il primo posto in classifica, che vale la promozione diretta nella serie cadetta. Pesante sconfitta invece per il Lecce, che perde anche la seconda posizione in favore del Foggia e si dovrà accontentare probabilmente del terzo posto, utile comunque per giocarsi le chance di promozione attraverso i play-off.

Splendida cornice di pubblico in uno stadio "Ciro Vigorito" pronto a festeggiare la promozione del Benevento del tecnico Gaetano Auteri. Il Lecce di Piero Braglia (squalificato e sostituito in panchina dal vice Isetto) non intende ricoprire il ruolo di vittima sacrificale. Modulo speculare per le due formazioni, entrambe in campo col 3-4-3. Nel tridente offensivo pugliese, Surraco supporta la coppia Curiale-Caturano, mentre in mediana viene riconfermato De Feudis al fianco di Papini, con Lepore e Legittimo sugli esterni; in difesa, Camisa sostituisce lo squalificato Cosenza affiancando Alcibiade e Abruzzese, a copertura del portiere Marco Bleve. L'undici titolare campano è composto da Gori tra i pali; Pezzi, Lucioni, Padella in difesa; Mattera, Del Pinto, De Falco e Melara a centrocampo; Cissè, Ciciretti, Mazzeo in avanti.

Grande partenza del Lecce, ad un passo dal vantaggio ad appena 2 minuti dal fischio d'inizio: destro al volo dal vertice dell'area di Lepore, con palla che va a sbattere sulla base del palo, col portiere Gori battuto. Al 18' è però la squadra di casa a passare, col colpo di testa vincente di Mazzeo lasciato libero di colpire sul preciso cross di Melara. Dopo sette minuti un altro buco difensivo nelle retroguardia leccese dà il via al raddoppio beneventano: è il 25' di gioco quando Cissè vince un rimpallo a metà campo e si invola indisturbato verso l'area, trafiggendo Bleve in diagonale sul palo più lontano. Al 35' Curiale non sfrutta al meglio l'occasione per dimezzare le distanze, perdendo il tempo della battuta a due passi dalla porta sul suggerimento di De Feudis. In scadere di tempo, l'autore della seconda rete Cissè è costretto ad abbandonare il terreno per un problema fisico e viene rimpiazzato da Campagnacci.

Nella ripresa il Lecce si ripresenta in campo con Moscardelli e Beduschi in luogo di Caturano e Camisa. Secondo cambio forzato nel Benevento, con Campagnacci infortunato e rimpiazzato in attacco da Marotta. Già in avvio di frazione, arriva il colpo del ko: al 51' Mazzeo, servito dall'ottimo Ciciretti, entra in area e lascia partire un sinistro non certo irresistibile sul quale Bleve liscia l'intervento, deviando appena il pallone che rotola in porta, per la gioia del pubblico sannita. La partita, virtualmente, finisce qui. La reazione d'orgoglio dei salentini, tramortiti dal risultato, non produce effetti significativi.

Entrano Angiulli per Melara tra i locali e Liviero per Curiale tra gli ospiti, ma nel finale non accade più nulla. Il triplice fischio dà il via ai festeggiamenti dei campani per la meritata promozione e certifica l'umiliante sconfitta per i pugliesi, che nell'ultima giornata della regular season difenderanno il piazzamento utile per accedere agli spareggi come terza classificata contro il fanalino di coda Lupa Castelli Romani, già matematicamente retrocessa in serie D. 

Il tebellino di  BENEVENTO - LECCE  3 - 0

BENEVENTO (3-4-3): Gori, Pezzi, Mattera, Del Pinto, cap. Lucioni, Padella, Melara (65',Angiulli), De Falco, Cissè (43' Campagnacci, 50' Marotta), Ciciretti, Mazzeo. A disp. Piscitelli, Vitiello, Mazzarini, Troiani, Mucciante.  All. Auteri

LECCE (3-4-3): Bleve, Alcibiade, Legittimo, cap. Papini, Abruzzese, Camisa (45', Beduschi), Lepore, De Feudis, Caturano (45', Moscardelli), Surraco, Curiale (74',Liviero). A disp. Benassi, Mangione, Lo Sicco, Sowe, Salvi, Vecsei, Carrozza, Doumbia. All. Isetto (Braglia squalificato)

Arbitro: Livio Marinelli di Tivoli. Assistenti: Michele Grossi di Frosinone e Francesco Rossini di Padova

Ammoniti: Alcibiade.

Spettatori: 18mila circa. Presenti circa 300 tifosi ospiti.

Reti: 18' e 51' Mazzeo, 25' Cissè.

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
14 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce impatta contro l'Akragas e rallenta, ma non arresta, la propria marcia in campionato. La formazione allenata da Liverani non riesce a...

07 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Quinta vittoria consecutiva per il Lecce, la quarta da quando sulla panchina siede mister Liverani. I giallorossi si impongono realizzando ancora una...

02 Settembre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce riscatta l'opaco pareggio dell'esordio contro il Francavilla battendo con ampio merito e con una prestazione di carattere il Trapani. I...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner