Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 24 novembre 2017 - Ore 23:26

Debutto amaro per il Lecce, sconfitto all'esordio dalla Fidelis Andria

Debutto amaro per il Lecce, sconfitto all'esordio dalla Fidelis Andria

Lecce - Il campionato inizia nel peggiore dei modi per il Lecce. Nel posticipo serale della prima giornata di Lega Pro, i salentini vengono pesantemente battuti dalla neopromossa Fidelis Andria, capace di imporsi per 3 a 1 al cospetto dei 10mila tifosi presenti al "Via del Mare". Una vittoria di fatto meritata, per una squadra che si è dimostrata molto compatta, esattamente al contrario della compagine allenata da Antonio Asta, autore di una prestazione a dir poco negativa e ancora ben lontana dal poter essere definita "squadra". Lezione sonora per i giallorossi, a dimostrazione di come i risultati non dipendano certo dai singoli nomi. Delusione per l'ambiente salentino, per un debutto ampiamente al di sotto delle aspettative. A peggiorare la sconfitta, la rissa finale scoppiata in campo a seguito della terza marcatura andriese, realizzata su rigore da Strambelli. Difficile alla vigilia immaginare un avvio di torneo così negativo per il sodalizio giallorosso.

CRONACA - Il Lecce scende in campo disegnando il 4-3-1-2 provato in settimana. L'undici titolare è formato da Benassi tra i pali; Lo Bue, Camisa, Gigli, Liviero in difesa; capitan Papini, Suciu e Pessina sulla mediana; la coppia Moscardelli-Curiale in avanti, supportata alle spalle da Surraco in posizione di trequartista. L'Andria del tecnico Luca D'Angelo risponde con un modulo speculare; nella formazione biancazzurra spiccano le presenze dell'esperto difensore Stendardo, di Onescu a centrocampo e di giocatori del calibro di Strambelli, Grandolfo e Morra in attacco.

1° TEMPO - La gara comincia dopo un minuto di silenzio osservato in memoria del piccolo Aylan, il bambino ritrovato senza vita sulla spiaggia di Bodrum in Turchia, la cui immagine straziante ha fatto il giro del mondo. La cornice di pubblico offerta dal "Via del Mare" è davvero eccezionale per la categoria.

L'avvio è di marca ospite. Dopo appena 5' di gioco, doccia fredda per i tifosi di casa: la Fidelis passa in vantaggio con un bel tiro al volo di Onescu su traversone da sinistra, con la retroguardia giallorossa non ancora in partita. Il Lecce si risveglia dal torpore iniziale e sfiora il gol con Curiale al 12', sugli sviluppi di un corner. Ad essere maggiormente in partita però sono gli ospiti, che al 25' trovano il raddoppio con Grandolfo, abile ad approfittare di un funzionamento completamente errato della trappola del fuorigioco da parte della difesa leccese, che appare come intimorita. In realtà, l'intera squadra di Asta sembra avvertire fin troppo la tensione.

Al 33' Moscardelli prova a squotere i suoi con uno splendido sinistro al volo, di poco a lato. Al 37' Surraco, il più attivo tra i suoi, impegna il portiere Poluzzi dalla distanza. Allo scadere dei primi 45' Moscardelli spedisce il pallone altissimo da posizione defilata. La manovra giallorossa è macchinosa. C'è tempo per un'altra occasione per gli ospiti, ma Benassi respinge la conclusione di Onescu. Un primo tempo disastroso per il Lecce si chiude con l'Andria in vantaggio di due reti.

2° TEMPO - Nella ripresa i locali si ripresentano in campo con Carrozza al posto di Suciu, passando ad un più offensivo 4-2-4. Il Lecce si rende subito pericoloso con una serie di calci d'angolo, ma le geometrie di gioco stentano a decollare. 53', entra Aya per Morra nell'Andria. Un minuto dopo il rasoterra di Moscardelli dal limite è bloccato a terra da Poluzzi.

Al 63' si sblocca finalmente il match dei giallorossi, che dimezzano le distanze col colpo di testa di Moscaredelli, servito da un ottimo cross di Liviero. Passa un giro di lancette e Papini sfiora il pareggio di nuovo su suggerimento di Liviero da palla inattiva. Lepore subentra a Pessina. I tifosi salentini fanno sentire il proprio calore e la gara cambia verso. Ora i padroni di casa attaccano a testa bassa, soprattutto con iniziative dei singoli, mentre gli ospiti si chiudono in difesa, con l'ingresso di Matera in luogo di Tartaglia.

All'80' mister Asta tenta la carta Vecsei, che rileva Lo Bue. I giallorossi spingono, ma non riescono a trovare la via della porta. Tensione in panchina, dove l'allenatore in seconda Farina viene espulso dall'arbitro per qualche parola di troppo. Ultimo cambio biancazzurro con Grandolfo che lascia spazio a Cianci.

Nei 4 minuti di recupero, un generoso Moscardelli prova la soluzione da lontano, neutralizzata dall'estremo difensore andriese. Proprio allo scadere, un ingenuo Gigli atterra il neoentrato Cianci in area ed il direttore di gara indica il dischetto: alla battuta si presenta Strambelli, che con un "cucchiaio" beffa Benassi, il quale non gradisce; ne nasce una rissa in campo, sedata a fatica dalla terna arbitrale.

Tensione anche sugli spalti, con scaramucce tra tifoserie, bloccate in tempo da stweard e forze dell'ordine. Il triplice fischio certifica il risultato di 1-3 finale. Per il Lecce, peggio di così il campionato non poteva cominciare. Alla prossima, la squadra di Asta è attesa dal non agevole impegno sul campo della Juve Stabia.

Tabellino di  LECCE - FIDELIS ANDRIA  1 - 3

LECCE (4-3-1-2): Benassi, Lo Bue (80',Vecsei), Liviero, Gigli, cap. Papini, Camisa, Suciu (45',Carrozza), Pessina (65',Lepore), Moscardelli, Surraco, Curiale. A disp. Perucchini, Legittimo, Freddi, Rosafio, Cicerello, Bleve.  All. Asta

FIDELIS ANDRIA (4-3-1-2): Poluzzi, Tartaglia (70',Matera), Cortellini, Fissore, Bisoli, cap. Stendardo, Onescu, Piccinni, Grandolfo (90',Cianci), Strambelli, Morra (53',Aya). A disp. Cilli, Ferrero, Paterni, Alhassan, Bangoura, Capellini, Kristo.  All. D'Angelo

Arbitro: Carmine Di Ruberto di Nocera Inferiore. Assistenti: Sbrescia di Castellammare di Stabia e Abagnara di Nocera Inferiore

Ammoniti: Cortellini, Surraco, Liviero, Papini, Onescu, Benassi, Strambella.

Spettatori: 10601, quota abbonati 6681. Presenti circa 500 tifosi ospiti.

Reti: 5' Onescu, 25' Grandolfo, 63' Moscardelli, 94' Strambelli.

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
30 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Successo sofferto e fondamentale per il Lecce. La compagine salentina riesce ad avere la meglio sul Cosenza grazie ad un'autentica prodezza del...

14 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce impatta contro l'Akragas e rallenta, ma non arresta, la propria marcia in campionato. La formazione allenata da Liverani non riesce a...

07 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Quinta vittoria consecutiva per il Lecce, la quarta da quando sulla panchina siede mister Liverani. I giallorossi si impongono realizzando ancora una...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner