Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 19 agosto 2017 - Ore 00:12

Al via la nuova era per il Lecce. Tesoro saluta, Sticchi "traghettatore"

Al via la nuova era per il Lecce. Tesoro saluta, Sticchi "traghettatore"

Lecce - Prima conferenza stampa per la rinnovata società dell'U.S.Lecce. In una sala "Sergio Vantaggiato" più affollata del solito, nella mattinata di oggi è stato presentato il progetto dei nuovi proprietari del sodalizio giallorosso. E' intervenuto il presidente dimissionario Savino Tesoro, il quale ha poi lasciato la parola all'Avvocato Saverio Sticchi Damiani, che ha fornito delucidazioni in merito alla cessione del club. Una cordata di salentini scesi in campo per salvare le sorti del Lecce calcio, guidata dal "traghettatore" Sticchi Damiani fino all'insediamento definitivo della compagine societaria subentrante, alla cui presidenza dovrebbe esserci il professor Stefano Adamo. Questo, in estrema sintesi, il concetto reso noto alla tifoseria nella prima uscita pubblica della nuova proprietà. Di seguito, i contenuti degli interventi di Tesoro e Sticchi Damiani, ai quali hanno fatto seguito quelli dell'imprenditore Corrado Liguori e del neo direttore dell'area tecnica Stefano Trinchera, di cui riferiamo a parte.

SAVINO TESORO - Il patron uscente ha salutato l'ambiente rivendicando la bontà della sua gestione, durata tre anni. "Con questa operazione abbiamo messo d'accordo tutti. Avrei voluto conquistare la serie B, ma mi sento sereno perchè penso di aver fatto il possibile e anche perchè lascio il club in buone mani. Semeraro? Nessuna polemica, ma non ha mantenuto una sola parola di quelle assicurate. Credo che nemmeno la cordata attuale si sarebbe avvicinata al Lecce tre anni fa, nella situazione complicata in cui versava. Io ne ero consapevole, ma ho accettato ugualmente la sfida. Ora la società è in salute e i numeri lo dimostrano. Spero che coloro che vengono dopo di me riescano ad ottenere migliori risultati". La novità principale che emerge dall'intervento di Tesoro è che rimarrà nel gruppo societario almeno fino a ottobre, per via dei necessari tempi tecnici per l'approvazione del bilancio, in seguito alla quale avverrà il definitivo passaggio di consegne.

SAVERIO STICCHI DAMIANI - "Innanzitutto, grazie a tutti! Fino a pochissimo tempo addietro non avrei mai immaginato di potermi trovare qui". Tradisce una certa emozione la voce dell'Avvocato Sticchi Damiani, che esordisce ringraziando la famiglia Tesoro per l'impegno profuso finora e per aver agevolato la trattativa da lui accuratamente condotta. Sono diversi i punti chiave toccati da Sticchi, che fornisce spiegazioni in merito all'operazione che lo vede protagonista:

Salentinità - "Lecce ai leccesi vuol dire che ci siamo interessati all'acquisizione del club per il sentimento che ci lega a questa maglia. Nessuno si sarebbe veramente interessato senza la spinta dell'attaccamento alla squadra - spiega il professionista leccese - per il semplice fatto che investire su una squadra di calcio nel campionato di Lega Pro non è conveniente, non è un investimento economico. Per questo ringrazio Tesoro, ma ringrazio anche Semeraro per quanto fatto in precedenza. Noi ci stiamo mettendo in gioco per il sentimento che ci lega al Lecce".

Ipotesi ripescaggio - "Sono abituato a parlare parlare sempre di qualcosa di concreto. Quella del ripescaggio in serie B ad ora è solo un'ipotesi. Posso solo garantire che se ci fossero i presupposti, concreti, non ci faremmo certo sfuggire l'opportunità, ma solo se c'è l'effettiva possibilità";

Assetto societario - "Per salvare il calcio a Lecce bisognava trovare una soluzione condivisa. Non dobbiamo credere che quel che è successo al Parma non potesse succedere a noi. Da ciò, abbiamo lavorato per raggruppare una cordata di salentini, legati al territorio ed innamorati della squadra". E' stata poi fatta chiarezza sui tempi per il definitivo passaggio di consegne: "Fino ad ottobre vi sarà un regime di co-gestione con l'attuale Consiglio di Amministrazione, in virtù dei tempi tecnici per l'approvazione del bilancio, che verrà completata entro ottobre e a seguito della quale si insedierà il nuovo CdA. Spetterà a me seguire con cura e lontano dai riflettori questo periodo di transizione";

Componenti della cordata - "Il punto di riferimento principale è sicuramente Enrico Tundo, accanto al quale si è schierata una seconda persona giurdica rappresentata dalla società che fa capo a Corrado Liguori, una vera e propria garanzia - spiega il professor Sticchi - per le credenziali dimostrate. Oltre a loro, c'è la rassicurante presenza di professionisti seri quali Salvatore De Vitis (anch'egli Avvocato facoltoso e Docente universitario,ndr) e Ferdinando Aiello, unico non leccese del gruppo (deputato calabrese, presente in sala stampa,ndr);

Sponsor - Confermato l'impegno finanziario di un grosso marchio nazionale, con ogni probabilità il riferimento è all'armatore Vincenzo Onorato (gruppo Moby e team velico Mascalzone Latino). Mancherebbe soltanto la firma sul contratto;

Progetto tecnico - "L'obiettivo principale è stato quello di coinvolgere alte professionalià fornite dal territorio - ha precisato Sticchi Damiani - ecco perchè ci avvarremo della consulenza di Romualdo Corvino, sperando che in seguito possa essere coinvolto per una collaborazione costante. Per le stesse motivazioni abbiamo scelto come direttore di area tecnica Stefano Trinchera, giovane salentino di grande competenza. Ferma restando - ha sottolineato Sticchi - la convinzione che l'aspetto più importante risieda nella solidità societaria. Il disavanzo al momento è di circa 700mila euro, cui si vanno ad aggiungere i pesanti costi da affrontare, come gli stipendi dei giocatori. Di certo, nella nostra programmazione sarà fondamentale puntare sul settore giovanile";

Capitolo tifosi e giornalisti - "Inutile sottolineare l'attaccamento dei soliti 3-4 mila supporters sempre presenti. L'intenzione è quella di coinvolgere tutti gli altri e riavvicinarli alla squadra. Anche alla stampa noi chiediamo un aiuto, ognuno può dare una mano nell'ambiente. Salvare il Lecce è nell'interesse di tutti";

Quote societarie - "Sulle quote potremo essere molto più chiari quando sarà completato il quadro dell'assetto societario. Corrado (Liguori,ndr) è riuscito a convincermi a partecipare con una piccola quota - ha ammesso Saverio Sticchi Damiani;

Nuovo modello societario - "Abbiamo scelto volutamente di puntare sull'azionariato diffuso, proprio per ampliare la base societaria e fornire così una maggiore solidità e maggiori garanzie. Non ci saranno problemi nella gestione di più soggetti - ha assicurato - perchè la nuova società sarà ben strutturata.

Matteo Sbenaglia


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
04 Giugno 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce dice addio anche quest'anno ai sogni promozione. I ragazzi di mister Rizzo vengono eliminati ai quarti dall'Alessandria, pur avendo superato...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Finisce in parità la gara d'andata dei quarti di finale dei playoff, tra Lecce ed Alessandria. Ennesimo pareggio per i salentini, che hanno...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Il tecnico Roberto Rizzo ha convocato 22 giocatori per la gara Lecce - Alessandria, andata dei Quarti di Finale dei Play Off, in programma...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner