Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 18 agosto 2017 - Ore 16:28

A Lamezia epilogo amaro per il Lecce: sarà ancora Lega Pro

A Lamezia epilogo amaro per il Lecce: sarà ancora Lega Pro

Salento - Ultima giornata amara, come amara è da considerarsi l'intera stagione del Lecce. Finisce con un mesto pareggio per 2-2 sul campo della Vigor Lamezia il campionato dei giallorossi, incapaci di vincere contro un avversario rimasto in inferiorità numerica e autori di una prestazione nettamente al di sotto delle aspettative. L'obiettivo di centrare un successo per giocarsi l'ultima speranza (seppur flebile) di agguantare gli spareggi promozione, è stato buttato via nella trasferta calabra. E ben poco consolatoria può ritenersi la considerazione per cui non sarebbe servita nemmeno la vittoria, visti i concomitanti pareggi di Matera, Juve Stabia (che accedono ai play-off) e della Casertana (che chiude al quinto posto). Si conclude così, in maniera triste, il campionato fallimentare (il terzo consecutivo) della squadra salentina, che termina in sesta posizione in classifica. Per trovare un epilogo così pesante negli almanacchi della storia ultracentenaria del club leccese, bisognerebbe tornare indietro di diversi decenni.

Allo stadio "Guido D'Ippolito" di Lamezia Terme il Lecce, seguito da un nutrito gruppo di tifosi, scende in campo col classico 4-3-3. Emergenza a centrocampo, dove mister Bollini deve fare a meno di Salvi, Papini e Bogliacino. L'undici titolare giallorosso è così composto da Scuffia tra i pali; Beduschi-Diniz-Abruzzese-Lopez in difesa; il trio Sacilotto-Lepore-Herrera sulla mediana; in attacco, la punta centrale Moscardelli è coadiuvata ai lati da Doumbia a sinistra e Mannini a destra. La Vigor Lamezia del tecnico Alessandro Erra risponde con un modulo speculare a quello del più quotato avversario; la squadra biancoverde deve fare a meno delle punte Montella e Del Sante e si affida ad un tridente offensivo formato da De Giorgi, Held e Improta, supportati alle spalle da Battaglia e Scarsella.

Partenza a razzo del Lecce, che sfiora la marcatura già dopo tre minuti di gioco, quando Doumbia si invola in area e colpisce in pieno la base del palo con un preciso rasoterra a giro. E' il preludio al gol, che giunge al 7' ad opera di Abruzzese su azione da corner: il capitano giallorosso colpisce dapprima di testa ed è poi lesto a raccogliere la corta respinta, insaccando alle spalle dell'incolpevole portiere lametino Forte. La Vigor non ci sta e ragisce, pervenendo al pareggio dopo appena sette minuti con Scarsella, che al 15' scambia al limite dell'area con Held e lascia partire un destro velenoso che, complice una leggera deviazione di Abruzzese, si infila sotto la traversa non lasciando scampo a Scuffia. Due minuti più tardi il tiro da fuori di Sacilotto non impensierisce Forte, mentre sul fronte opposto Scuffia deve respingere coi pugni un insidioso tiro-cross da destra di Puccio. La partita è combattuta e l'esito appare tutt'altro che scontato. Herrera si fa vedere alla mezz'ora con una legnata deviata in angolo da Forte e nell'azione successiva il colpo di testa di Doumbia risulta troppo debole e centrale. Il francese del Lecce ci riprova al 36' con un destro di poco alto ed al 38' con un'incornata imprecisa sull'ottimo traversone di Mannini. Allo scadere dei primi 45', su un'ulteriore suggerimento del solito Mannini, ha dell'incredibile l'opportunità letteralmente divorata da Herrera, che spara a lato dall'altezza del dischetto del rigore. La prima frazione si chiude così sul punteggio di uno pari. 

Novità tra i locali al rientro dopo l'intervallo, con Catalano in attacco al posto di Improta. Nella ripresa la gara scorre su ritmi molto contenuti e gli ospiti sembrano non riuscire a premere sull'acceleratore. Al 58' i padroni di casa trovano il raddoppio ancora con Scarsella, che firma la doppietta personale correggendo in rete il pallone calciato dal neoentrato Catalano. Bollini manda in campo Embalo al posto di Herrera ed i giallorossi provano a reagire con la schiacciata di testa di Doumbia su cross di Lepore, ma la sfera si spegne sul fondo. Erra risponde inserendo Spirito per Rapisarda; i biancoverdi non rinunciano ad attaccare, approfittando della scarsa lucidità della formazione ospite. Mannini fa spazio al più fresco Gustavo al 70'. Un minuto dopo la svolta del match è rappresentata dal calcio di rigore in favore del Lecce, assegnato per fallo da ultimo uomo di Spirito su Embalo, con conseguente espulsione del difensore calabrese. Moscardelli trasforma il penalty al 72' realizzando il 15esimo centro stagionale e riportando i suoi sul pari. L'allenatore dei calabresi corre ai ripari inserendo Kostadinovic per De Giorgi ed il Lamezia non demorde, nonostante l'inferiorità numerica. Nelle fasi finali il forcing del Lecce non produce effetti significativi. Ci provano nell'ordine Moscardelli e Lepore, senza successo. 

Dopo 5 minuti di recupero, il triplice fischio del direttore di gara decreta il 2-2 finale. Finisce così, con un mesto pareggio a seguito di una partita incolore ed una prestazione insufficiente (l'ennesima), il campionato del Lecce, incapace di conquistare la vittoria nonostante l'uomo in più. Un'altra stagione fallimentare per la squadra salentina, che stavolta non riesce a centrare nemmeno l'obiettivo minimo dei play-off e che resta, per il quarto anno consecutivo, in Lega Pro.

Tabellino di  VIGOR LAMEZIA - LECCE  2 - 2

VIGOR LAMEZIA (4-3-3): Forte, Rapisarda (64',Spirito), Malerba, Puccio, Filosa, cap. Gattari, Improta (45',Catalano), Scarsella, Held, Battaglia, De Giorgi (72',Kostadinovic). A disp. Mercuri, Pirelli, Rossini, Maglia.  All. Erra

LECCE (4-3-3): Scuffia, Beduschi, Lopez, Diniz, cap. Abruzzese, Sacilotto, Mannini (70',Gustavo), Lepore, Moscardelli, Herrera (61',Embalo), Doumbia. A disp. Chironi, Vinetot, Di Chiara, Filipe Gomes, Miccoli.  All. Bollini

Arbitro: Niccolò Pagliardini di Arezzo. Assistenti: Pagnotta di Nocera Inferiore e Capaldo di Napoli.

Ammoniti: Sacilotto, Held, Beduschi.  Espulso: al 71' Spirito.

Reti: 7' Abruzzese, 15' e 58' Scarsella, 72' Moscardelli su rig.

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
04 Giugno 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce dice addio anche quest'anno ai sogni promozione. I ragazzi di mister Rizzo vengono eliminati ai quarti dall'Alessandria, pur avendo superato...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Finisce in parità la gara d'andata dei quarti di finale dei playoff, tra Lecce ed Alessandria. Ennesimo pareggio per i salentini, che hanno...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Il tecnico Roberto Rizzo ha convocato 22 giocatori per la gara Lecce - Alessandria, andata dei Quarti di Finale dei Play Off, in programma...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner