Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 22 agosto 2017 - Ore 17:04

Doumbia all'ultimo respiro contro il Foggia. Resta accesa la speranza

Doumbia all'ultimo respiro contro il Foggia. Resta accesa la speranza

Lecce - Il Lecce supera il Foggia all'ultimo respiro e resta aggrappato alla speranza di poter raggiungere i play-off. Una partita che appariva assolutamente stregata, viste le numerose e incredibili occasioni da rete clamorosamente sprecate dai giallorossi nel corso dei novanta minuti, in particolar modo da Doumbia, ma anche da Lepore ed Embalo. Proprio quando ormai la gara sembrava doversi chiudere con un mesto e amaro pareggio a reti bianche, che avrebbe spento qualsiasi velleità di raggiungere gli spareggi promozione, ecco che proprio Doumbia all'ultimo minuto di recupero, ha trovato un gol tanto importante quanto insperato a quel punto dell'incontro. Un gol che permette al Lecce di continuare a lottare per raggiungere il quarto posto, anche se l'impresa, a tre giornate dalla conclusione della regular season, appare comunque ardua.

CRONACA - Partita da dentro o fuori al Via del Mare. Per entrambe le compagini pugliesi, appaiate in classifica a quota 57 punti, è necessaria la vittoria per continuare a sperare di raggiungere il quarto posto, utile per rientrare nella griglia ai play-off. Il pareggio risulterebbe assolutamente inutile. Il Lecce di Bollini, privo degli squalificati Moscardelli e Vinetot e dell'infortunato Caglioni, si schiera in campo con un 4-3-3 pronto a divenire 4-5-1 in fase di non possesso palla. L'undici titolare giallorosso è composto da Scuffia tra i pali, Lopez-Abruzzese-Diniz-Beduschi in difesa, Papini-Salvi-Bogliacino a centrocampo e, in attacco, Doumbia ricopre l'inedito ruolo di punta centrale, coadiuvato sulle fasce da Mannini e dal rientrante Lepore. Miccoli si accomoda nuovamente in panchina. Il Foggia di Roberto De Zerbi risponde con un modulo pressochè speculare; anche il tecnico dei rossoneri deve far fronte a pesanti assenze quali quelle di Sarno e Gigliotti, ma può schierare un tridente offensivo formato da Cavallaro, Sainz-Maza e dall'ex dell'incontro Barraco.

In avvio di partita dalla curva nord, cuore del tifo leccese, partono alcuni cori esplicitamente polemici nei confronti della società. I giocatori di casa si rendono pericolosi al quarto d'ora sugli sviluppi di un corner, ma il direttore di gara ravvisa un fallo in attacco. Al 18' grande occasione per Doumbia, che si libera di un difensore avversario e, solo davanti alla porta, spara un sinistro che si infrange sul corpo del portiere foggiano Narciso. Tegola in casa Lecce al 23', quando Salvi è costretto ad abbandonare il terreno per infortunio e viene sostituito da Sacilotto. Alla mezz'ora un tiro insidioso di Lepore è bloccato in due tempi dal numero uno rossonero. Due minuti più tardi un'altra ghiotta occasione capita sui piedi di Doumbia, il quale si invola e giunto al limite spreca tutto, non riuscendo ad angolare il rasoterra; il francese del Lecce non è una prima punta, e si vede. Al 43' Mannini dopo un'ottima discesa in area serve al centro Lepore, che colpisce di controbalzo, non trovando la porta. I padroni di casa meriterebbero ampiamente il vantaggio, ma la prima frazione si chiude a reti inviolate.

Alla ripresa delle ostilità il Foggia si ripresenta in campo con l'attaccante Iemmello al posto di Barraco. In apertura Cavallaro scalda i guantoni di Scuffia, ma al 51' il terzino rossonero Agostinone respinge sulla linea di porta il tiro a botta sicura di Mannini, a portiere già battuto. Gli ospiti si salvano incredibilmente anche al 55', quando Lepore comlpetamente solo davanti a Narciso si fa ipnotizzare dall'estremo difensore foggiano, che salva il risultato in uscita. Al 58' sono gli ospiti a sfiorare il gol, con Sainz-Maza che colpisce il palo direttamente da calcio di punizione. La gara è aperta e ricca di capovolgimenti di fronte, il ritmo di gioco è molto intenso. Bollini inserisce Embalo per Bogliacino al 63', facendo arretrare Lepore sulla mediana, mentre De Zerbi sostituisce Minotti con Leonetti al 65'. Lepore si incunea in area al 75', ma la sua conclusione è deviata in angolo da Narciso. Al minuto 79' il Lecce va in gol con un colpo di testa di Abruzzese, ma l'arbitro annulla per una posizione di off-side del difensore giallorosso. Due minuti più tardi ha del clamoroso l'occasione sprecata da Embalo, che non riesce a ribadire in rete sulla corta respinta di Narciso, all'interno dell'area piccola. All'82', sul fronte opposto, ottima opportunità per Cavallaro, il cui colpo di testa da distanza ravvicinata è respinto d'istinto da Scuffia. Entrambi gli allenatori giocano l'ultima carta a disposizione inserendo Herrera per Mannini (tra i locali) e Sicurella per Quinto (tra gli ospiti). Anche nei minuti finali una partita stregata sembra non volersi sbloccare, ma proprio all'ultimo dei tre minuti di recupero Doumbia, dopo aver fallito nel corso del match almeno un paio di clamorose azioni, si riscatta insaccando sotto la curva, sfruttando al meglio l'ottimo assist fornito da Embalo e regalando così il soffertissimo ma meritato vantaggio ai suoi.

Il Lecce trova in tal modo un successo fondamentale per tenere accesa la speranza di poter raggiungere i play-off. Il Matera, in quarta posizione in classifica con 63 punti, dista ora tre lunghezze, quando mancano appena tre gare al termine del campionato regolare. Il Foggia resta invece fuori dai giochi. I giallorossi di mister Bollini, sabato prossimo, saranno impegnati sul campo del Martina Franca.

 Tabellino di  LECCE - FOGGIA  1 - 0

LECCE (4-3-3): Scuffia, Beduschi, Lopez, Diniz, Abruzzese, Papini, Mannini (80',Herrera), Salvi (23',Sacilotto), Doumbia, cap. Bogliacino (63',Embalo), Lepore. A disp. Chironi, Di Chiara, Gustavo, Miccoli.  All. Bollini

FOGGIA (4-3-3): Narciso, Bencivenga, Agostinone, cap. Agnelli, Potenza, Loiacono, Minotti (65',Leonetti), Quinto (81',Sicurella), Sainz-Maza, Cavallaro, Barraco (45',Iemmello). A disp. Micale, D'Angelo, Grea, D'Allocco.  All. De Zerbi

Arbitro: Marco Serra di Torino. Assistenti: Grieco di Macerata e Monetta di Salerno.

Ammoniti: Papini, Embalo, Leonetti, Abruzzese.

Spettatori: 4488, quota abbonati 2228. Presenti circa 250 tifosi foggiani.

Rete: 93' Doumbia.

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
04 Giugno 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce dice addio anche quest'anno ai sogni promozione. I ragazzi di mister Rizzo vengono eliminati ai quarti dall'Alessandria, pur avendo superato...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Finisce in parità la gara d'andata dei quarti di finale dei playoff, tra Lecce ed Alessandria. Ennesimo pareggio per i salentini, che hanno...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Il tecnico Roberto Rizzo ha convocato 22 giocatori per la gara Lecce - Alessandria, andata dei Quarti di Finale dei Play Off, in programma...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner