Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 24 agosto 2017 - Ore 01:24

Lecce, ci risiamo. Bruciante sconfitta a Melfi e i play-off si allontanano

Lecce, ci risiamo. Bruciante sconfitta a Melfi e i play-off si allontanano

Lecce - Il Lecce non si smentisce e torna a mani vuote anche dalla Basilicata. Come spesso avvenuto nel corso del campionato, la formazione giallorossa fallisce anche questa volta uno dei match chiave del torneo, in una fase cruciale della corsa verso gli spareggi promozione. La sconfitta di misura patita sul campo di un volenteroso e meritevole Melfi, è resa ancor più grave dall'inferiorità numerica a cui la squadra lucana ha dovuto far fronte per buona parte della seconda frazione, in virtù dell'espulsione rimediata da Gallo all'ottavo minuto della ripresa. Nonostante l'uomo in più, il Lecce non ha saputo rendersi insidioso, esprimendo un calcio involuto ed una prestazione assolutamente non all'altezza, arrivando ad esser giustamente punito dall'autorete di Sacilotto proprio allo scoccare del novantesimo. Se già il pareggio sarebbe stato insufficiente, la bruciante sconfitta (undicesima in campionato per i salentini) si rivela ora pesantissima. La squadra di Bollini, a quattro giornate dal termine, perde pericolosamente terreno nei confronti delle contendenti nella lotta play-off.

Allo stadio "Arturo Valerio" di Melfi il Lecce scende in campo per conquistare tre punti necessari per non perdere terreno nei confronti delle dirette concorrenti nella corsa play-off. Alberto Bollini lascia Miccoli in panchina e opta per il 3-5-2 già utilizzato contro il Benvento. L'undici titolare giallorosso è così composto da Scuffia tra i pali; difesa formata dal trio centrale Abruzzese-Diniz-Vinetot, con Lopez e Beduschi a presidiare le corsie esterne; chiavi del centrocampo affidate come di consueto a Salvi e Papini, mentre in attacco il duo Doumbia-Gustavo è supportato alle spalle dal numero 10 Bogliacino (che indossa la fascia di capitano). La compagine federiciana si può esprimere con la serenità di chi ha praticamente già in tasca l'obiettivo salvezza. Il tecnico dei gialloverdi Dino Bitetto schiera i suoi con il classico 4-3-1-2, in cui spicca la presenza dell'attaccante Caturano, vice-capocannoniere del torneo con 15 reti all'attivo, coadiuvato in avanti da Fella e Tortori.

La prima conclusione è un sinistro a spiovere di Bogliacino al 3' che non impensierisce il portiere melfitano Perina, il quale invece si supera sulla legnata di Salvi al 10', ma l'arbitro aveva già interrotto il gioco. Al quarto d'ora Abruzzese insacca in girata su azione da calcio piazzato, ma anche in quest'occasione il direttore di gara annulla tutto per un controllo col braccio del difensore pugliese. Due minuti più tardi è Diniz a rendersi pericoloso su un'azione pressochè identica. La squadra di Bollini attacca con convinzione, la giovane formazione di Bitetto cerca di contenere l'irruenza degli avversari. Alla mezz'ora i padroni di casa si fanno vedere in area leccese con un filtrante verticale di Fella per Caturano, fermato in corner da Vinetot. Nei minuti finali il Lecce ci riprova su palla inattiva, ma l'incornata di Papini non trova successo. Un primo tempo privo di grandi sussulti si chiude sul punteggio di parità.

Alla ripresa delle ostilità i salentini si ripresentano in campo con Sacilotto al posto di Salvi. Dal 53' in poi il match si mette in discesa per il Lecce, grazie all'espulsione del centrocampista gialloverde Gallo, che rimedia il secondo giallo per fallo di mano. Sul calcio di punizione seguente Perina si distende e devia il sinistro a giro di Bogliacino e dopo un giro di lancette il numero uno lucano salva ulteriormente il risultato in uscita su Doumbia. Bollini al 61' gioca la carta Fabrizio Miccoli, subentrato al terzino Beduschi. Il Lecce passa così ad un assetto super-offensivo per cercare di sfruttare la superiorità numerica, ma rischia di subire il gol su azione da corner, sventato solo da un intervento miracoloso di Scuffia, mentre 4 minuti più tardi Pinna spedisce alto su punizione dal limite. Nonostante l'uomo in più, gli ospiti non sembrano trovare i giusti varchi. I locali, invece, appaiono più ordinati e ben messi in campo. Gustavo fa spazio al giovane Manconi al 78' per l'ultimo cambio tra i pugliesi. Diniz si rende insidioso all'82' con una discesa personale, non andata a buon fine. Troppo poco per trovare la via della porta. Bitetto si copre inserendo Giacomarro per Fella. All'ultimo minuto arriva la beffa finale per il Lecce: su un corner regalato da un intervento sbilenco di Vinetot, il Melfi passa in vantaggio grazie all'autorete di Sacilotto, che devia il pallone nella propria porta prima ancora che Caturano gonfi la rete, sotto il settore occupato da circa duecento supporters salentini.

Nei tre minuti di recupero la formazione lucana stringe i denti e porta a casa una vittoria tanto insperata quanto, in fin dei conti, meritata. I tre punti conquistati permettono alla squadra gialloverde di raggiungere la salvezza con quattro giornate d'anticipo. Sconfitta gravissima invece per il Lecce, resa ancor più pesante dall'incapacità degli uomini di Bollini di sfruttare la superiorità numerica per quasi tutto il secondo tempo. I giallorossi restano fermi a quota 57 punti in classifica, in coabitazione col Foggia, prossimo avversario dei salentini fra sette giorni al Via del Mare.

Tabellino di  MELFI - LECCE  1 - 0

MELFI (4-3-1-2): Perina, Annoni, Pinna, cap. Dermaku, Di Filippo, Spezzani, Gallo, Agnello, Caturano, Tortori (90',Colella), Fella (82',Giacomarro). A disp. Gagliardini, Di Mercurio, Tundo, Nappello, Falomi.  All. Bitetto

LECCE (3-5-2): Scuffia, Diniz, Lopez, Vinetot, Abruzzese, Papini, Beduschi (61',Miccoli), Salvi (45',Sacilotto), Doumbia, Bogliacino, Gustavo (78',Manconi). A disp. Chironi, Mannini, Filipe Gomes, Herrera.  All. Bollini

Arbitro: Armando Ranaldi di Tivoli. Assistenti: Opromolla di Salerno e Gentilini di Lugo di Romagna.

Ammoniti: Abruzzese, Vinetot  Espulsi: Gallo per doppia ammonizione.

Rete: 90' autogol di Sacilotto.

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
04 Giugno 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce dice addio anche quest'anno ai sogni promozione. I ragazzi di mister Rizzo vengono eliminati ai quarti dall'Alessandria, pur avendo superato...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Finisce in parità la gara d'andata dei quarti di finale dei playoff, tra Lecce ed Alessandria. Ennesimo pareggio per i salentini, che hanno...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Il tecnico Roberto Rizzo ha convocato 22 giocatori per la gara Lecce - Alessandria, andata dei Quarti di Finale dei Play Off, in programma...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner