Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 10:19

Secondo stop consecutivo per il Lecce, battuto anche a Cosenza

Secondo stop consecutivo per il Lecce, battuto anche a Cosenza

Lecce - Il Lecce non festeggia bene il suo "compleanno". Nel giorno in cui il club salentino compie ben 107 anni di gloriosa storia, la formazione giallorossa cade allo stadio "San Vito" di Cosenza, dove subisce una sconfitta di misura (la seconda consecutiva) ma pesantissima per il prosieguo del proprio campionato. Ora il cammino verso gli spareggi promozione si fa pericolosamente in salita per la squadra guidata dal tecnico Alberto Bollini, autore di una prestazione non all'altezza della situazione. Alla formazione rossoblu calabrese basta una rete realizzata dopo dieci minuti di gioco da Calderini per avere ragione di un avversario dimostratosi troppo poco convincente e tutt'altro che concreto. I giallorossi dimostrano ancora una volta una certa incapacità di reagire allo svantaggio, limite caratteriale molto grave per una compagine che voglia ambire alla promozione nella serie cadetta, ma peccano anche di incisività a livello di gioco espresso, come dimostra una seconda frazione passata quasi interamente nella metà campo avversaria, ma in fin dei conti avara di trame offensive rilevanti e di occasioni per pareggiare le sorti dell'incontro. Un match senz'altro negativo e una domenica amara per la squadra giallorossa.

CRONACA - Il Lecce ritrova Moscardelli e Lopez, che hanno scontato il turno di squalifica. Mister Bollini si affida ad una formazione inedita, che vede Caglioni tra i pali; difesa formata da Lopez e Diniz ai lati e dalla coppia Abruzzese-Vinetot al centro; la linea mediana a tre è composta da Papini, Mannini e Filipe Gomes (Salvi e Lepore si accomodano inizialmente in panchina, così come Doumbia e Gustavo); nel tridente offensivo, il punto di riferimento centrale Moscardelli è supportato sugli esterni da Embalo e dal giovane Manconi, al suo debutto dal primo minuto con la maglia giallorossa. I salentini sono alla ricerca della vittoria per riscattare la sconfitta patita contro la Salernitana e per rimanere in corsa per i play-off. Il Cosenza guidato da Roselli è a caccia di punti preziosi in chiave salvezza. Il tecnico dei silani contrappone un compatto 4-4-1-1 al dinamico 4-3-3 di Bollini. Nella formazione locale il tandem d'attacco De Angelis-Calderini è coadiuvato sulle fasce da Caccetta e Statella.

Partenza sprint per il Lecce, che nei primi tre giri di lancette si affaccia verso la porta avversaria con due conclusioni dei rientranti Lopez e Moscardelli, entrambe bloccate dal portiere cosentino Ravaglia. Al minuto 10', però, doccia gelata per gli ospiti che subiscono il vantaggio dei calabresi ad opera del fantasista Calderini: il numero 10 rossoblu si invola dalla metà campo su ripartenza e la sua sgroppata non incontra ostacoli fino all'interno dell'area, il suo diagonale sinistro è sporco ma preciso e batte Caglioni, col pallone che sbatte sul palo e finisce in rete. La reazione dei pugliesi arriva al 18' con un colpo di testa ravvicinato di Abruzzese su calcio piazzato battuto da Gomes, su cui è provvidenziale il riflesso di Ravaglia. Altra occasione per il pareggio al 25', con una conclusione rasoterra a fil di palo da parte dell'intraprendente Embalo. Alla mezz'ora Moscardelli protesta per un intervento dubbio ai suoi danni all'interno dell'area di rigore. Il Lecce continua a premere, ma non trova la via della porta. Il Cosenza bada solo a difendere e conclude il primo tempo in vantaggio grazie all'unica occasione, sfruttata al meglio.

Nell'intervallo mister Bollini lascia negli spogliatoi un impalpabile Manconi, sostituito da Gustavo. Alla ripresa delle ostilità, la formazione salentina si proietta da subito in attacco. Proprio il brasiliano Gustavo si mette in mostra al 54', ma il suo colpo di testa su traversone di Embalo è abbondantemente fuori misura. Un minuto dopo fa il suo ingresso Salvi in luogo dell'inconsistente Filipe Gomes. 58', colpo di testa di Moscardelli su azione da corner, alto. Due minuti più tardi Mannini va vicino alla marcatura con stop e tiro al volo su sponda di Gustavo, ma il pallone sfiora il palo e si spegne sul fondo. Tra i locali Zanini rileva Criaco al 70'. Nello stesso minuto De Angelis cade in area per un sospetto contatto con Abruzzese e rimedia il cartellino giallo per simulazione. Bollini gioca l'ultima carta a disposizione inserendo Miccoli al posto del difensore Vinetot e passando ad un super-offensivo 3-4-3, col talento salentino a variare sulla tre quarti di campo. L'allenatore dei calabresi Roselli risponde coprendosi ulteriormente con Fornito, subentrato a Statella. Embalo si rende pericoloso al 75', ma il suo tiro al volo è neutralizzato da Ravaglia. Tortolano sostituisce l'autore del gol Calderini al minuto 86', per l'ultimo cambio dell'incontro. Il forcing finale giallorosso risulta improduttivo. Nel recupero ci prova Miccoli con un tiro al volo bloccato dall'estremo avversario: di fatto, rimane questa l'unica concreta azione da rete, dopo il tentativo di Embalo, dell'ultimo spezzone di partita.

Nei 6 minuti di extra-time il Cosenza di Roselli stringe i denti e porta a casa un successo fondamentale in ottica salvezza. Grave sconfitta, invece, per un Lecce poco incisivo e tutt'altro che convincente. A otto giornate dalla conclusione del campionato, si complica il cammino di Moscardelli e compagni, che perdono ulteriormente terreno nei confronti delle dirette concorrenti alla corsa play-off. Ci sarà di che riflettere per gli uomini di mister Bollini, alla seconda sconfitta consecutiva. La squadra giallorossa sabato prossimo, alle ore 16, ospiterà al Via del Mare l'Aversa Normanna.

Tabellino di  COSENZA - LECCE  1 - 0

COSENZA (4-4-1-1): Ravaglia, Corsi, Ciancio, Arrigoni, Tedeschi, Carrieri, Criaco (70',Zanini), Caccetta, De Angelis, Calderini (86',Tortolano), Statella (76',Fornito). A disp. Saracco, Novello, Chidichimo, Cesca.  All. Roselli

LECCE (4-3-3): Caglioni, Diniz, Lopez, Vinetot (73',Miccoli), Abruzzese, Papini, Embalo, Mannini, Moscardelli, Filipe Gomes (55',Salvi), Manconi (45',Gustavo). A disp. Scuffia, Beduschi, Di Chiara, Lepore.  All. Bollini

Arbitro: Tardino di Milano. Assistenti: Margini di Reggio Emilia e Tamburini di Faenza.

Ammoniti: Vinetot, De Angelis.

Rete: 10' Calderini.

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
04 Giugno 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce dice addio anche quest'anno ai sogni promozione. I ragazzi di mister Rizzo vengono eliminati ai quarti dall'Alessandria, pur avendo superato...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Finisce in parità la gara d'andata dei quarti di finale dei playoff, tra Lecce ed Alessandria. Ennesimo pareggio per i salentini, che hanno...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Il tecnico Roberto Rizzo ha convocato 22 giocatori per la gara Lecce - Alessandria, andata dei Quarti di Finale dei Play Off, in programma...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner