Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 18 novembre 2017 - Ore 09:30

Il Lecce rientra ridimensionato da Caserta: KO di misura

Il Lecce rientra ridimensionato da Caserta: KO di misura

Lecce - Inizia male il mini-ciclo di marzo per il Lecce, che si appresta ad affrontare la fase cruciale del campionato non certo nel migliore dei modi. A Caserta, infatti, contro la diretta concorrente Casertana, giunge la prima, amara sconfitta nel nuovo corso targato Bollini, dopo il tris di vittorie che aveva rilanciato la squadra salentina nelle ultime settimane. Una partita negativa ovviamente per il risultato, ma anche dal punto di vista della prestazione per Moscardelli e compagni, che dopo aver disputato un buon primo tempo, caratterizzato tra l'altro dalla traversa colpita nei primissimi minuti da Embalo, hanno buttato via la gara nella seconda frazione, quando non hanno saputo reagire allo svantaggio per la rete realizzata da Cissè al 65'. Ci sarebbe stato tutto il tempo per agguantare un prezioso pareggio, ma la manovra è apparsa meno rapida del solito e a tratti involuta rispetto alle ultime uscite; così i giallorossi hanno ceduto all'agonismo e all'aggressività dei campani, che in tal modo hanno riscattato la sconfitta rimediata nel match d'andata ed al tempo stesso hanno agganciato in classifica proprio il Lecce (48 punti), recuperando le tre lunghezze che dividevano le due formazioni. Di questo risultato si giova inoltre la Juve Stabia (prossimo avversario dei salentini) che distacca le due dirette concorrenti nella corsa ai play-off, isolandosi in terza posizione a quota 51. 

CRONACA - Allo stadio "Alberto Pinto" entrambe le formazioni scendono in campo col modulo del 4-3-3. L'allenatore dei pugliesi Alberto Bollini, alla ricerca della quarta vittoria consecutiva da quando siede sulla panchina leccese, si affida allo stesso undici titolare vittorioso lunedì scorso con il Messina: spazio dunque al tridente offensivo composto da Gustavo-Moscardelli-Embalo, supportato sulla mediana da Salvi, Papini e Sacilotto, mentre in difesa è confermata la linea composta da Mannini,Abruzzese,Diniz,Lopez a far da guardia a Caglioni. Tra i campani guidati dal tecnico Salvatore Campilongo (subentrato a metà stagione all'esonerato Gregucci), la prima punta Cissè è coadiuvata ai lati da Mancino e Diakitè. I falchetti casertani vantano un ottimo ruolino di marcia tra le mura amiche.

Parte fortissimo il Lecce, che sfiora il vantaggio dopo appena cinque di gioco: dapprima con Embalo, il quale colpisce in pieno la traversa dopo aver lasciato sul posto due difensori in area avversaria, poi con Moscardelli, il cui potente sinistro da fuori è respinto coi pugni dal portiere Fumagalli. La Casertana risponde con un innocuo colpo di testa di Diakitè al 13'. Molti gli errori nelle fasi iniziali, sintomo della tensione tra i 22 in campo dovuta all'importanza dell'incontro. Al 19' i giocatori di casa reclamano il rigore per un tocco di mano di Abruzzese in area, ma il direttore di gara non ravvisa gli estremi per assegnare il penalty. Due minuti più tardi Marano impegna Caglioni su calcio di punizione e nell'azione successiva sul fronte opposto la bordata di Papini dal limite finisce di poco a lato. Al 28' Salvi, in diffida, rimedia un cartellino giallo che gli costerà la squalifica per il prossimo turno. I giallorossi provano ad imbastire trame offensive, ma spesso sono bloccati dalla trappola del fuorigioco della retroguardia casertana. I rossoblu locali, invece, cercano di sfruttare i calci piazzati, come al 41', quando il tiro su punizione di Mancino, deviato dalla barriera, è smanacciato da Caglioni sopra la traversa. Cambio forzato al 44' per Campilongo, costretto a sostituire l'infortunato Diakitè con Cunzi. Allo scadere dei primi 45 minuti, Abruzzese, anch'egli in diffida, viene ammonito per un ingenuo fallo di mano e regala agli avversari una punizione dal limite dell'area, non sfruttata al meglio da Mancino.

Ad inizio ripresa la formazione campana rientra sul terreno di gioco con un atteggiamento più aggressivo. Ne fa le spese Papini, che a seguito di una brutta entrata di Idda è costretto ad abbandonare il rettangolo verde, sostituito da Filipe Gomes. Grande occasione per il Lecce al 59', quando sul colpo di testa di Sacilotto su cross di Filipe Gomes si supera Fumagalli, che salva il risultato con un notevole colpo di reni. Il ritmo della gara è meno intenso rispetto alla prima frazione. La svolta arriva al 65', quando i padroni di casa trovano il vantaggio: gran merito della rete è di Rajcic, autore di uno splendido assist con un lancio morbido in verticale in favore di Cissè, il quale sorprende Abruzzese ed anticipa in spaccata Caglioni (in ritardo nell'uscita) portando in avanti i suoi. Bollini corre ai ripari puntando sulla freschezza del debuttante Manconi, in campo al posto di Salvi. Tra i locali Agodirin subentra a Mancino. Moscardelli impensierisce Fumagalli al 77' con un destro sporco dalla distanza. Due minuti più tardi lo stesso bomber barbuto lascia spazio a Miccoli, per l'ultimo cambio dei salentini. Anche Campilongo gioca l'ultima carta, inserendo Ricciardo in luogo dell'autore del goal Cissè. Nei minuti finali gli uomini di mister Bollini cercano di schiacciare nella propria metà campo gli avversari, ma peccano di lucidità e, soprattutto, di incisività. Ci prova Miccoli al minuto 88' con un tiro centrale, troppo debole per impensierire l'estremo difensore rossoblu. Anche nei 5 minuti di recupero, i giallorossi non riescono a rendersi concretamente pericolosi, mentre i campani difendono a denti stretti il vantaggio e portano a casa un successo preziosissimo, conquistando tre punti che consentono alla Casertana di agganciare il Lecce a quota 48 in classifica.

I salentini tornano a casa ridimensionati, dopo le tre vittorie consecutive ottenute nelle ultime partite. Ora i giallorossi saranno attesi da dieci giorni di fuoco, dovendo affrontare la Juve Stabia nell'anticipo di venerdì prossimo al Via del Mare, per poi ospitare di nuovo in casa la Salernitana nel turno infrasettimanale di mercoledì 11 marzo.

Tabellino di  CASERTANTA - LECCE  1 - 0

CASERTANA (4-3-3): Fumagalli, Idda, Tito, Rajcic, Rainone, Mattera, De Marco, Marano, Diakitè (44',Cunzi), cap. Mancino (76',Agodirin), Cissè (84',Ricciardo). A disp. D'Agostino, Antonazzo, De Liguori, Carrus.  All. Campilongo

LECCE (4-3-3): Caglioni, Mannini, Lopez, Diniz, cap. Abruzzese, Papini (53',Filipe Gomes), Salvi (68',Manconi), Sacilotto, Gustavo, Embalo, Moscardelli (79',Miccoli). A disp. Scuffia, Vinetot, Di Chiara, Lepore.  All. Bollini

Arbitro: Piccinini di Forlì. Assistenti: Raspollini di Livorno e Cecconi di Empoli.

Ammoniti: Marano, Salvi, Abruzzese, Cunzi, Filipe Gomes, Diniz.

Rete: 65' Cissè.

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
30 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Successo sofferto e fondamentale per il Lecce. La compagine salentina riesce ad avere la meglio sul Cosenza grazie ad un'autentica prodezza del...

14 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce impatta contro l'Akragas e rallenta, ma non arresta, la propria marcia in campionato. La formazione allenata da Liverani non riesce a...

07 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Quinta vittoria consecutiva per il Lecce, la quarta da quando sulla panchina siede mister Liverani. I giallorossi si impongono realizzando ancora una...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner