Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 21 novembre 2017 - Ore 16:53

Tre su tre per mister Bollini: il suo Lecce supera anche il Messina

Tre su tre per mister Bollini: il suo Lecce supera anche il Messina

Lecce - Tre vittorie su tre gare giocate per il Lecce del nuovo corso targato Alberto Bollini. I salentini si aggiudicano con merito il posticipo del lunedì sera, che chiude la 26^ giornata del girone C di Lega Pro, battendo col punteggio di 2-1 il pur volenteroso Messina di mister Grassadonia (squalificato e sostituito in panchina dal vice Criscuolo). In un colpo solo, i giallorossi riscattano la sconfitta rimediata nella gara d'andata in riva allo Stretto e raggiungono al terzo posto in classifica la Juve Stabia, diretta concorrente nella corsa verso i play-off validi per la promozione. La gara viene decisa nel primo tempo dal rigore procurato e trasformato da Moscardelli, a cui risponde a strettissimo giro la rete di Spiridonovic; nella seconda frazione, un bel goal realizzato da Salvi al 56' cristallizza il risultato sul 2-1. Terzo successo consecutivo ed ulteriore prestazione positiva per il Lecce, atteso ora da un calendario di fuoco. 

La gara vede contrapposte due squadre distanziate in classifica da ben venti punti. I giallorossi salentini sono alla ricerca di un successo utile in chiave play-off. Mister Bollini conferma il collaudato 4-3-3 e preferisce Embalo ad Herrera sulla fascia destra; per il resto, la formazione è la stessa che nella scorsa giornata ha superato la Paganese. I giallorossi siciliani guidati dal tecnico Criscuolo, invece, hanno fame di punti, necessari nella lotta salvezza e si schierano in campo con un ordinato 4-5-1; nell'undici titolare messinese, da segnalare la presenza dell'ex leccese Rullo e dell'esperto attaccante Corona.

Serata fredda al "Via del Mare". Il manto erboso si presenta in discrete condizioni. Parte forte il Lecce, sostenuto da una calorosissima Curva Nord. E' del capitano messinese Corona la prima conclusione in porta al 9', ma l'insidioso radente dalla distanza è bloccato in due tempi da Caglioni. Tre minuti dopo risponde Moscardelli con un tiro a giro ampiamente a lato. Appare particolarmente ispirato Embalo, che si mette in evidenza sull'out di sinistra con un paio di folate offensive. Il match prende una svolta al 19', quando Moscardelli viene atterrato in area per un fallo di Stefani e conquista un calcio di rigore, trasformato dallo stesso bomber giallorosso, al suo dodicesimo centro in campionato. La gioia del vantaggio dura appena sessanta secondi per i salentini, che si fanno raggiungere sul pari al 20', quando l'esterno mancino Spiridonovic vince un contrasto con Mannini e trafigge l'incolpevole Caglioni. Moscardelli ci riprova alla mezz'ora sugli sviluppi di un corner, ma il suo destro finisce in curva. Al 35', invece, l'attaccante italo-belga si vede respingere un preciso diagonale basso dall'attento portiere Iuliano. La compagine siciliana è compatta in fase di non possesso e difende con dieci uomini dietro la linea del pallone. Difficile trovare varchi per i padroni di casa, che però sfiorano il raddoppio al 40' su uno svarione difensivo della retroguardia avversaria, ma Moscardelli, servito dall'ottimo Embalo, non ha un controllo felice della sfera e spreca la ghiotta occasione.

Nessun cambio da parte dei due allenatori nell'intervallo. Bollini dirotta Embalo sulla fascia sinistra e Gustavo si posiziona sulla corsia destra. Proprio Gustavo spedisce tra le braccia di Iuliano un ottimo pallone servitogli da Moscardelli al 50'. Il Lecce preme sull'acceleratore e vede premiati i propri sforzi al minuto 56: Salvi approfitta di un liscio del centrale Stefani e realizza la rete del raddoppio con un preciso diagonale rasoterra che si insacca nell'angolino basso alla destra di Iuliano. Sulle ali dell'entusiasmo ci prova due minuti più tardi Embalo, che converge da sinistra e lascia partire un sinistro di poco fuori misura. L'autore del raddoppio pugliese Salvi fa spazio a Lepore al 60'. Gli ospiti provano a reagire con una conclusione da fuori di Orlando al 61', fuori bersaglio. Al 62' Criscuolo manda in campo la punta De Paula in luogo di Spiridonovic. Ma la formazione peloritana non riesce a rendersi pericolosa, mentre sul fronte opposto Embalo (migliore in campo) continua ad esibirsi in giocate di notevole spessore. La gara perde gradualmente di intensità, a vantaggio dei locali che puntano a gestire il risultato. Secondo avvicendamento tra gli ospiti al 76', con Nigro che subentra a Ciciretti, mentre nel Lecce debutta il terzino Beduschi, il quale rileva Gustavo al minuto 80'; Mannini avanza sulla mediana. 82', bel sinistro a giro di Lepore, ma il pallone si spegne sul fondo. Il centrocampista salentino ci riprova un minuto più tardi su punizione, ma la sua conclusione è respinta da Iuliano. Caglioni fa correre un brivido al Via del Mare per un'uscita sbagliata all'86', mentre dopo un giro di lancette è De Paula a spaventare i tifosi locali con un colpo di testa ravvicinato che non trova la porta. Nei minuti finali Bortoli rileva Mancini tra gli ospiti, nelle fila di casa Moscardelli esce tra gli applausi in favore di Di Chiara. Nei cinque minuti di recupero i giallorossi controllano senza troppi affanni il risultato e portano a casa un'altra vittoria fondamentale nella marcia verso i play-off.

I salentini conquistano così tre punti essenziali per agganciare la Juve Stabia in terza posizione in classifica, a quota 48, distanziando di tre lunghezze la diretta concorrente Casertana. Moscardelli e compagni domenica prossima, alle ore 16, saranno ospiti proprio sul difficile campo di Caserta. 

Il tabellino di  LECCE - MESSINA  2 - 1

LECCE (4-3-3): Caglioni, Mannini, cap. Abruzzese, Diniz, Lopez, Papini, Salvi (60',Lepore), Sacilotto, Embalo, Gustavo (80',Beduschi), Moscardelli (88',Di Chiara). A disp. Scuffia, Herrera, Manconi, Miccoli.  All. Bollini

MESSINA (4-5-1): Iuliano, Cane, Rullo, Mancini (88',Bortoli), Altobello, Stefani, Orlando, Damonte, cap. Corona, Ciciretti (76',Nigro), Spiridonovic (62',De Paula). A disp. Berardi, Silvestri, Donnarumma, Sciliberto.  All. Criscuolo

Arbitro: Rasia di Bassano del Grappa. Assistenti: Sbrescia di Castellammare e Vitiello di Torre del Greco.

Spettatori: 4212. Angoli: 8 a 2 per il Lecce. Ammoniti: Rullo, Iuliano, Altobello, Gustavo, Cane.

Reti: 19' Moscardelli su rigore, 20' Spiridonovic, 56' Salvi.

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
30 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Successo sofferto e fondamentale per il Lecce. La compagine salentina riesce ad avere la meglio sul Cosenza grazie ad un'autentica prodezza del...

14 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce impatta contro l'Akragas e rallenta, ma non arresta, la propria marcia in campionato. La formazione allenata da Liverani non riesce a...

07 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Quinta vittoria consecutiva per il Lecce, la quarta da quando sulla panchina siede mister Liverani. I giallorossi si impongono realizzando ancora una...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner