Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 19 ottobre 2017 - Ore 10:45

Bollini si presenta: "Cercheremo il risultato, ma senza esasperazione"

Bollini si presenta: "Cercheremo il risultato, ma senza esasperazione"

Lecce - E' stato presentato nel primo pomeriggio il nuovo tecnico del Lecce, Alberto Bollini. Responsabile del vivaio della Lazio, club con cui ha vinto due scudetti Primavera, il 48enne trainer mantovano (è nato a Poggio Rusco nel 1966) vanta una notevole esperienza con le squadre giovanili, avendo allenato anche le formazioni Primavera di Fiorentina e Sampdoria. Come allenatore di prima squadra, Bollini si è seduto sulle panchine di Modena e Valenzana a cavallo tra la fine degli anni '90 ed il 2005, per poi tornare ad occuparsi di campionati giovanili, dove ha ottenuto i maggiori successi. Inoltre, nella squadra biancoceleste capitolina ha rivestito il ruolo di vice di Reja. A presentarlo alla stampa è stato il direttore sportivo Antonio Tesoro, che ha voluto dapprima ringraziare mister Pagliari, esonerato dopo appena un mese di lavoro perchè con lui non è arrivata la svolta sperata. "Abbiamo scelto mister Bollini in quanto il suo è un calcio propositivo e può fare al nostro caso" -ha dichiarato il diesse- "ma soprattutto perchè con lui può esserci un lavoro di prospettiva. Non a caso abbiamo sottoscritto un contratto fino al 2016", ha tenuto a sottolineare il figlio del patron Savino Tesoro, convinto che Bollini potrebbe rimanere alla guida tecnica del Lecce anche nella prossima stagione, prima di cedere la parola al nuovo mister.

Tono della voce pacato, atteggiamento deciso ma gentile. E' un Alberto Bollini sereno, quello che prende la parola ai microfoni della sala stampa "Sergio Vantaggiato" del Via del Mare. E proprio la parola serenità è quella più ricorrente nel suo intervento, per cercare di trasferire tranquillità ad un ambiente comprensibilmente in fibrillazione. "So che c'è grande attesa attorno alla squadra, questa è una piazza storica ed è giusto che ci siano aspettative importanti" -ha esordito il tecnico, che ha voluto subito rassicurare: "Lavoreremo col massimo dell'impegno, con serietà ed entusiasmo". In merito ai risultati che si possono raggiungere, Bollini ha precisato: "Il tempo è poco e faremo di tutto per ottenere il meglio, ma non possiamo pensare solo alla ricerca esasperata del risultato. Il risultato immediato è importante, ma non badiamo solo a quello. Il nostro deve essere un lavoro di prospettiva, rivolto anche al futuro". Alla domanda sulle iniziali resistenze del patron della Lazio Lotito rispetto al suo trasferimento in Salento, Bollini ha risposto ribadendo la grande stima nei confronti del suo ex presidente, che alla fine ha concesso il nulla osta a che l'operazione si concludesse: "Dopo la chiamata della famiglia Tesoro, ero troppo convinto di venire qui. Ringrazio il presidente Lotito, col quale conservo un ottimo rapporto"

Il neo allenatore giallorosso è convinto delle buone potenzialità del gruppo a sua disposizione ed è entusiasta degli ultimi acquisti, in particolar modo dei giovani Embalo, Manconi e Gustavo, ingaggiati (a titolo temporaneo) nell'ultimo giorno di mercato. Per il loro arrivo al Lecce ha contribuito il suo parere positivo, espresso nei colloqui telefonici col ds: "Era giusto ringiovanire l'organico". Nessuna grande indicazione, invece, sulla veste tattica da utilizzare; mister Bollini si è detto convinto che il modulo di gioco non sia così determinante, poichè "contano semmai i singoli giocatori ed io cercherò di metterli nelle condizioni ideali per esprimersi in collettivo". Che il trainer mantovano prediliga i giovani ai calciatori più esperti non è un mistero; così, incalzato sui nomi di senatori quali Miccoli e Moscardelli: "Grande rispetto per calciatori di questo calibro. Il curriculum del passato però non importa, serve il lavoro che si svolge nel presente, e Mosca ed il capitano in questo sono esemplari"- ha dichiarato il trainer mantovano, che ha già avuto modo di dirigere il primo allenamento in mattinata. Nel pomeriggio, la seconda seduta.

Infine, sugli obiettivi da raggiungere, ovvero ciò che maggiormente interessa alla tifoseria salentina, Bollini ha rimarcato: "Cercheremo con tutte le forze di raggiungere obiettivi importanti. Attualmente siamo al quinto posto in classifica, punteremo ovviamente ai play-off; ma non possiamo andare alla ricerca esasperata del risultato. Non guardiamo a luglio, guardiamo alla prossima partita col Savoia. Il nostro è un lavoro di prospettiva" - ha ribadito il tecnico. Un modo per dire in maniera chiara che le 15 partite rimanenti verranno affrontate una alla volta e che si farà in modo di salvare la stagione, impresa tutt'altro che semplice, ma che lo sguardo è anche rivolto in avanti. "Capisco le aspettative dei tifosi di una piazza così importante ed esigente. Anche solo entrare in uno stadio come il Via del Mare è stato emozionante. Serve l'aiuto di tutte le componenti. Va bene la critica, ma abbiamo bisogno di fiducia e non di un clima esasperato. Tutto l'ambiente ha bisogno di serenità"

Matteo Sbenaglia


Foto relative alla notizia
Mister Alberto Bollini col direttore Antonio Tesoro
Alberto Bollini

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
14 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce impatta contro l'Akragas e rallenta, ma non arresta, la propria marcia in campionato. La formazione allenata da Liverani non riesce a...

07 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Quinta vittoria consecutiva per il Lecce, la quarta da quando sulla panchina siede mister Liverani. I giallorossi si impongono realizzando ancora una...

02 Settembre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce riscatta l'opaco pareggio dell'esordio contro il Francavilla battendo con ampio merito e con una prestazione di carattere il Trapani. I...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner