Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 19 ottobre 2017 - Ore 14:44

Moscardelli illude, Lecce punito dalla Reggina ultima in classifica

Moscardelli illude, Lecce punito dalla Reggina ultima in classifica

Lecce - Trasferta amarissima a Reggio Calabria per il Lecce. I giallorossi vengono sconfitti in rimonta, seguendo un copione a cui i tifosi salentini hanno dovuto assistere fin troppe volte nel torneo in corso. Alla illusoria rete realizzata nei primissimi di gioco da Moscardelli, che si conferma il migliore dei suoi, rispondono i gol messi a segno da Masini a metà ripresa e da Maimone a cinque minuti dal termine, che sigillano il 2-1 finale. Con queste due marcature, la Reggina raggiunge quota 15 reti messe a segno finora in campionato. Il Lecce subisce quindi due gol dal peggiore attacco del girone. Anche questo è sicuramente un dato significativo. La prima sconfitta del Lecce targato Pagliari, dunque, giunge sul campo di una delle squadre più in crisi della Lega Pro, che fino alla partita odierna occupava l'ultima posizione nella classifica del girone C. Il risultato premia la grinta e la voglia di riscatto dimostrata dalla compagine allenata da Alberti e punisce la formazione salentina, priva di un gioco da potersi ritenere soddisfacente. La strada del Lecce appare sempre più in salita.

Mister Pagliari non cambia la formazione vincente contro il Matera e schiera lo stesso undici titolare di una settimana fa, ad eccezione dello squalificato Mannini sostituito sull'out di destra dal brasiliano Diniz, rientrante dal primo minuto dopo una lunghissimo stop. Il Lecce è alla ricerca della prima vittoria esterna dall'avvento sulla panchina giallorossa del nuovo allenatore. La Reggina del tecnico Roberto Alberti si schiera in campo con il modulo del 4-3-3, speculare a quello del più quotato avversario, ma disegnato in chiave maggiormente difensiva. Una formazione, quella calabrese, in stile "vecchia guardia", in cui spiccano le presenze degli esperti difensori Cirillo (ex dell'incontro) e Aronica, oltre che del portiere Belardi

Parte alla grande il Lecce, che trova la rete dopo appena tre minuti dal fischio d'inizio: è il solito Moscardelli, all'undicesimo centro personale, a portare in vantaggio i suoi anticipando Cirillo e trovando la spizzata vincente di testa sul cross di Lepore. Non si smentisce il barbuto goleador giallorosso, secondo nella classifica cannonieri alle spalle del salernitano Calil e del beneventano Eusepi, entrambi a quota 12 marcature. La partita è tutt'altro che spettacolare ed il gioco risulta spezzettato; entrambe le squadre badano al sodo, senza ricercare manovre raffinate. Gli ospiti si accontentano di gestire il possesso palla, mentre i padroni di casa sembrano non essere in grado di trovare le giuste trame per raggiungere la porta avversaria. Al 37' però gli amaranto si affacciano verso Caglioni con una deviazione da distanza ravvicinata di Armellino, chiuso in angolo da Abruzzese. La formazione calabrese avanza il proprio baricentro nel finale di tempo, ma non va oltre qualche azione da corner. Allo scadere dei primi 45 minuti, il Lecce va vicino al raddoppio con un'azione identica a quella del gol, ma stavolta sul traversone da destra di Lepore, Moscardelli manca il sinistro vincente, complice una deviazione determinante di Cirillo. La prima frazione si chiude con i giallorossi avanti di un gol.

Nella ripresa la Reggina scende in campo con aggressività e si riversa in avanti alla ricerca del pareggio. Dopo alcune folate offensive, sul traversone da destra di Di Lorenzo sia Balistreri che Masini non trovano il guizzo vincente al 53'. Pagliari non è soddisfatto dall'andazzo della gara ed al 58' sostituisce un evanescente Filipe Gomes con Sacilotto. Tre minuti dopo il tecnico dei pugliesi è costretto a sostituire anche l'infortunato Vinetot, al posto del quale fa il suo ingresso Lopez, che si schiera sulla mediana. Lepore arretra sulla linea dei difensori e Diniz affianca Abruzzese al centro. Tra le fila di casa Viola rileva Balistreri in attacco. Al 66' gli sforzi dei calabresi vengono premiati su calcio piazzato: il cross di Armellino pesca in mezzo all'area Masini il quale, lasciato colpevolmente solo dalla retroguardia leccese, insacca di testa realizzando la prima marcatura stagionale, nonchè la 14esima segnatura in campionato della Reggina. Gli ospiti accusano il colpo, ma provano a reagire. Della Rocca subentra ad uno spento Herrera. Lepore sfiora il palo al 73' con un insidioso destro su calcio di punizione. Nel Lecce, però, il gioco latita e mancano le giuste geometrie. Della Rocca si rende pericoloso in girata al 79' e, sulla respinta di Belardi, Moscardelli non riesce a ribadire in rete. I padroni di casa capiscono di poter tentare l'affondo ed al minuto 86 trovano il raddoppio: l'azione parte dall'out di destra col solito Armellino, sul cui cross si avventa il neoentrato Viola che in spaccata indirizza verso la porta; Caglioni respinge d'istinto ma sul tap-in Maimone ribadisce in rete e castiga i giallorossi. I salentini provano a recuperare il match con una bella iniziativa personale di Lepore, sul cui sinistro a giro si supera Belardi, e con una girata di testa di Della Rocca di poco a lato. 

Il risultato non cambia ed allo scadere dei 5 minuti di recupero il Granillo può gioire per una vittoria in rimonta molto importante per la Reggina nell'ottica salvezza. Con questo successo gli amaranto calabresi abbandonano l'ultimo posto in classifica e raggiungono quota 14 punti. Notte fonda, invece, per un Lecce che ancora non sembra aver trovato la giusta strada. Domenica prossima mister Pagliari e i suoi ospiteranno il Savoia.

Il tabellino di  REGGINA - LECCE  2 - 1

REGGINA (4-3-4): Belardi, Di Lorenzo, Ungaro, Cirillo, Aronica, Mazzone (71',Zibert), Gallozzi (72',Karagounis), Armellino, Balestreri (61',Viola), Maimone, Masini. A disp. Kovacsik, Condemi, Gjuci, Louzada.  All. Alberti

LECCE (4-3-3): Caglioni, Diniz, cap. Abruzzese, Vinetot (61',Lopez), Di Chiara, Papini, Salvi, Filipe Gomes (58',Sacilotto), Lepore, Herrera (68',Della Rocca), Moscardelli. A disp. Scuffia, Beduschi, Bogliacino, Carrozza.  All. Pagliari

Arbitro: Antonio Di Martino di Teramo. Assistenti: Robilotta e Monzolillo di Sala Consilina

Ammoniti: Aronica, Maimone, Masini, Sacilotto, Di Chiara, Lopez.

Reti: 4' Moscardelli (L), 66' Masini (R), 86' Maimone (R).

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
14 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce impatta contro l'Akragas e rallenta, ma non arresta, la propria marcia in campionato. La formazione allenata da Liverani non riesce a...

07 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Quinta vittoria consecutiva per il Lecce, la quarta da quando sulla panchina siede mister Liverani. I giallorossi si impongono realizzando ancora una...

02 Settembre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce riscatta l'opaco pareggio dell'esordio contro il Francavilla battendo con ampio merito e con una prestazione di carattere il Trapani. I...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner