Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 18 novembre 2017 - Ore 05:45

Lecce in caduta libera. Ad Ischia terza sconfitta di fila

Lecce in caduta libera. Ad Ischia terza sconfitta di fila

Lecce - Finisce male il 2014 per il Lecce. Nell'ultima gara dell'anno solare, contro l'Ischia Isolaverde, i giallorossi incassano la terza sconfitta consecutiva, nonchè la quinta su 18 giornate di campionato, grazie ad una doppietta realizzata con due calci di rigore dal giovane attaccante Ciotola, che sancisce così la rimonta ischitana dopo il gol siglato in apertura da Bogliacino, il quale aveva illuso i tifosi salentini. La compagine campana si impone quindi "di rigore" per 2 a 1, il che non significa che il successo non sia stato meritato dai giocatori di casa, vicinissimi anche alla terza marcatura nell'ultimo spezzone di gara, in particolar modo con la traversa colpita da Sirignano. La formazione di Franco Lerda, invece, conferma tutte le proprie difficoltà, soprattutto in fase di costruzione del gioco. A nulla è servito il grande cambiamento apportato dal tecnico piemontese all'undici titolare. Il Lecce non riesce dunque a riscattare le pesanti sconfitte subìte contro Foggia e Martina ed, al contrario, rientra mestamente dall'isola campana dopo aver rimediato l'ennesima brutta figura, frutto di una prestazione troppo nervosa e inconsistente, che certifica di fatto la crisi giallorossa. Ora il cammino del Lecce verso le zone alte della classifica diviene complicato, con tanti dubbi che cominciano ad addensarsi sull'operato di tecnico e squadra. La certezza è una: continuando di questo passo la vittoria finale del torneo diverrebbe semplicemente un miraggio. 

CRONACA - Rivoluzione in casa Lecce: mister Lerda apporta notevoli modifiche nella formazione titolare e cambia assetto tattico, optando per un inedito 4-3-1-2. L'undici titolare è così composto dal solito Caglioni tra i pali; una difesa a quattro in cui la novità è rappresentata da Donida, che sostituisce l'infortunato Mannini; centrocampo presidiato dalla coppia brasiliana Filipe Gomes-Sacilotto, affiancati da Papini, mentre si accomodano in panchina Salvi, Doumbia e Carrozza; in attacco, dove è indisponibile Moscardelli, il duo Miccoli-Della Rocca è coadiuvato alle spalle da Bogliacino. Il tecnico dell'Ischia Isolaverde, Agenore Maurizi, risponde con un compatto 3-5-2, pronto a diventare 5-3-2 in fase di non possesso palla; nella formazione ischitana spicca la punta di diamante Ciotola, autore finora di 7 gol in campionato.

Parte forte il Lecce, che a cinque minuti dal fischio d'inizio trova il vantaggio con un preciso sinistro al volo di Bogliacino, servito in area dall'assist di Sacilotto. Nei giallorossi, che vengono da due pesanti sconfitte consecutive, si avverte da subito la necessità di riscattare le ultime uscite negative, come dimostrano altre folate offensive di Miccoli e compagni, non andate a buon fine. I gialloblu locali, però, non restano passivi e cercano la porta avversaria, come al minuto 25', quando Schetter impegna Caglioni con un tiro al volo da fuori area. Al 32' il portiere Giordano respinge un tentativo di testa di Abruzzese sul calcio d'angolo battuto dal Miccoli. Tre minuti dopo, al 35', il direttore di gara assegna un penalty quanto meno dubbio in favore dei padroni di casa per un fallo di mano di Lopez: sul dischetto si presenta Ciotola, che spiazza Caglioni e realizza l'ottavo centro in stagione, riportando il punteggio in parità. Allo scadere dei primi 45 minuti, un tentativo di sinistro di Della Rocca finisce alle stelle. Il primo tempo si chiude sull'uno pari.

La seconda frazione si apre con un secondo calcio di rigore per l'Ischia, ancora una volta per fallo di mano: è il 50' quando Ciotola si invola sulla sinistra e mette al centro, ma il suo cross è intercettato con un braccio da Filipe Gomes; l'arbitro Paolini indica nuovamente il dischetto e sulla battuta si ripresenta lo stesso Ciotola, che realizza la doppietta personale e porta in vantaggio i suoi. Lerda risponde spedendo in campo Lepore al posto di Filipe Gomes. Il Lecce reagisce al 53' con Miccoli, il cui destro a giro dal limite è deviato da Giordano in angolo. Il match si innervosisce e risulta molto combattuto, soprattutto a centrocampo. L'autore della doppietta Ciotola esce tra gli applausi al 65' e lascia spazio ad Armeno. Un minuto più tardi gli isolani sfiorano la terza marcatura col difensore Sirignano, il cui colpo di testa su corner è deviato in extremis da Caglioni sulla traversa. Al 68' fa il suo ingresso tra le fila di casa Ingretolli, ex primavera leccese, che subentra a Schetter. Gli ospiti si riversano nella metà campo avversaria alla ricerca del pareggio, ma non riescono ad imbastire una manovra incisiva. La grande tensione tra i 22 in campo non agevola la fluidità nelle geometrie di gioco, soprattutto per i salentini, che non trovano la via della porta avversaria. Al 78' ci prova di testa Bogliacino su suggerimento di Lopez, ma Giordano neutralizza senza grosse difficoltà. Al minuto 81' Lerda decide (forse tardivamente) di giocare la carta Doumbia, che rileva Donida. All'87' è la volta di Salvi in luogo di Sacilotto. Le sostituzioni non sortiscono gli effetti sperati, la formazione pugliese non trova il cambio di marcia necessario. La compagine isolana, molto più giovane di quella avversaria, difende con ordine e compattezza anche nelle fasi finali, non rinunciando in alcune occasioni ad attaccare in ripartenza, legittimando così il risultato. Dopo 4 minuti di recupero, il fischio finale certifica la vittoria per 2 a 1 della squadra campana, al suo secondo successo tra le mura amiche. 

Tre punti importantissimi in ottica salvezza per l'Ischia, che raggiunge quota 15 in classifica. Terza sconfitta consecutiva invece per il Lecce, che precipita in quinta posizione, fermo a 31 punti, scavalcato anche dalla Casertana. La vetta della classifica ora dista ben nove punti, in virtù della vittoria ottenuta nella giornata odierna dalla capolista Salernitana ai danni del Messina. La strada dei salentini, adesso, si fa dura e la corsa verso la promozione è sempre più in salita.

Il tabellino di ISCHIA ISOLAVERDE - LECCE  2 - 1

ISCHIA ISOLAVERDE (3-5-2): Giordano, Finizio, De Agostini, Impagliazzo, Sirignano, Empereur, Di Cesare, Iannascoli (75', Iannascoli), Schetter (68',Ingretolli), Gerevini, Ciotola (65',Armeno). A disp. Mennella, Rainone, Trofa, D'Amico.  All. Maurizi

LECCE (4-3-1-2): Caglioni, Donida (81',Doumbia), Abruzzese, Martinez, Lopez, Sacilotto (87',Salvi), Filipe Gomes (51',Lepore), Papini, Bogliacino, cap. Miccoli, Della Rocca. A disp. Petrachi, Vinetot, Rullo, Carrozza.  All. Lerda

Arbitro: Paolini di Ascoli Piceno. Assistenti: Chiocci e Malacchi di Foligno

Reti: 5' Bogliacino, 35' e 50' Ciotola su rig.

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
30 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Successo sofferto e fondamentale per il Lecce. La compagine salentina riesce ad avere la meglio sul Cosenza grazie ad un'autentica prodezza del...

14 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce impatta contro l'Akragas e rallenta, ma non arresta, la propria marcia in campionato. La formazione allenata da Liverani non riesce a...

07 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Quinta vittoria consecutiva per il Lecce, la quarta da quando sulla panchina siede mister Liverani. I giallorossi si impongono realizzando ancora una...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner