Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 17 ottobre 2017 - Ore 09:59

Una prodezza di Moscardelli regala al Lecce la terza vittoria di fila

Una prodezza di Moscardelli regala al Lecce la terza vittoria di fila

Lecce - Massimo risultato col minimo sforzo. Il Lecce espugna il campo dell'Aversa Normanna e si impone di misura, grazie ad uno straordinario gol realizzato da Davide Moscardelli con un gesto tecnico davvero eccezionale. Nel secondo tempo di una partita difficile e a tratti bloccata, sulla falsariga di quella disputata una settimana fa contro il Cosenza, ci vuole un'invenzione di "Moscagol" per imprimere la svolta all'incontro: è il minuto 52' quando l'attaccante giallorosso sfrutta come meglio non si può immaginare un traversone dalla tre quarti di campo di Lopez, insaccando alle spalle del portiere in acrobazia, con una splendida rovesciata. Per la verità, i giallorossi sfiorano la marcatura in molte altre circostanze, ma la porta avversaria sembra essere "stregata". E' proprio in momenti come questi che calciatori del calibro di Moscardelli riescono a fare la differenza. Giunge così il secondo successo fuori casa per la compagine salentina, che col risultato di 1 a 0 centra la terza vittoria consecutiva e riesce a mantenere la necessaria continuità di risultati in campionato.

Il tecnico dei pugliesi Franco Lerda opta per un 4-3-3 disegnato in chiave offensiva, in cui il tridente d'attacco è composto da Doumbia e Moscardelli ai lati e da Della Rocca come perno centrale; a centrocampo Lepore e Sacilotto spingono in avanti, mentre Filipe Gomes funge da play-maker davanti alla difesa, la cui linea a quattro è formata, senza sorprese, da Lopez-Abruzzese-Martinez-Mannini; tra i pali, confermato l'inamovibile Caglioni. Miccoli si accomoda inizialmente in panchina. L'allenatore dei campani, Salvatore Marra, risponde con un compatto 3-5-2 pronto a tramutarsi in 5-3-2 in fase di non possesso palla; nella formazione aversana la punta di diamante è rappresentata senz'altro dall'attaccante De Vena, già autore di cinque reti in campionato.

Allo stadio "Augusto Bisceglia" si gioca su un terreno in condizioni a dir poco mediocri. Il Lecce affronta la squadra fanalino di coda del torneo, la cui retroguardia risulta la più battuta, con 19 reti al passivo. Nelle prime fasi del match le due squadre si studiano e provano ad organizzare le rispettive manovre. Dopo nove minuti dal fischio d'inizio Filipe Gomes perde palla a metà campo e nel tentativo di recupero guadagna un meritato cartellino giallo per fallo tattico. Un minuto dopo un calcio di punizione in favore dei padroni di casa viene spedito alto da Giannusa. Al quarto d'ora viene fischiato un dubbio fallo in attacco a Moscardelli in area di rigore. Al 20' non è preciso il colpo di testa di Abruzzese su corner battuto da Lepore. Un tiro dalla distanza di Mannini finisce in curva al 25'. I salentini cominciano lentamente a carburare ed al 27' il destro da fuori di Lepore termina di un nulla sopra la traversa. 33', ulteriore angolo di Lepore, ma l'incornata di Della Rocca non centra la porta. Un buon tentativo di Moscardelli a seguito di un'azione corale è respinto dal portiere aversano Forte al 38'. Lo stesso attaccante italo-belga ci riprova un minuto più tardi, ma il suo destro dal limite è troppo centrale. Il primo tempo si conclude senza gol, ma con il Lecce ormai padrone del gioco.

Alla ripresa delle ostilità gli ospiti ricominciano a cercare la via della rete con maggiore insistenza. Dopo appena due giri di lancette, sull'ennesimo tiro dalla bandierina di Lepore, la girata in porta di Della Rocca è respinta con bravura da Forte. L'estremo difensore di casa si supera anche due minuti più tardi, quando chiude lo specchio sul tentativo ravvicinato di Doumbia. Ora i granata locali tentanto soltanto di contenere i ripetuti assalti avversari. Ma la retroguardia campana nulla può al 52' sul capolavoro firmato da Moscardelli, il quale si esibisce in una splendida rovesciata sul traversone di Lopez e realizza così un gol strepitoso, che consente al Lecce di sbloccare il risultato. Quarta marcatura stagionale per bomber "Mosca", autore di un'autentica prodezza. Al 56' mister Marra corre ai ripari inserendo il neo-acquisto del club casertano De Luca al posto del difensore Giovannini e passando al modulo del 4-3-1-2. Scorrono due giri di lancette ed i padroni di casa vanno vicini al pareggio con un colpo di testa di De Vena, su cui è lesto a ribattere Caglioni. Il match, però, ha ormai preso l'andazzo auspicato dagli ospiti, che sfiorano il raddoppio al 60' con Della Rocca, sul quale si supera nuovamente il numero uno Forte. 63', secondo cambio tra le fila di casa, con Catinali che rileva Castellano. La musica non cambia ed il Lecce controlla il risultato, non rinunciando ad attaccare. A nulla serve anche la terza ed ultima sostituzione per i granata al 71', quando Giannusa lascia spazio a Forino; le geometrie dell'Aversa vengono prontamente respinte dalla retroguardia leccese, coadiuvata ai lati da Doumbia e Moscardelli, arretrati sulla linea di centrocampo. Nei minuti finali il ritmo di gara viene addormentato; solo al minuto 86' il Lecce corre un rischio su una mischia furibonda nella propria area, risolta con un tiro fuori misura di Catinali. All'87' primo cambio per mister Lerda, che manda in campo D'Ambrosio al posto dell'autore del bellissimo gol Moscardelli. Proprio il neoentrato, lanciato da un'ottima imbeccata di Lepore, viene stoppato in extremis dal portiere Forte. Nell'ultimo minuto, in casa Lecce spazio anche al rientrante Vinetot, che fa il suo ingresso in luogo di Lepore.

Dopo 4 minuti di recupero, il triplice fischio del direttore di gara sancisce la vittoria di misura del Lecce, che centra così il terzo successo di fila dopo quelli conquistati con Salernitana e Cosenza e si proietta a quota 24 punti in classifica, mentre l'Aversa Normanna resta in ultima posizione, ferma a 5 punti. In attesa di conoscere i risultati delle dirette concorrenti Benevento, Salernitana e Juve Stabia, i salentini ringraziano Davide Moscardelli e si godono la seconda vittoria lontano dalle mura amiche. Nel prossimo turno, sabato alle ore 19:30, mister Lerda e i suoi ospiteranno al Via del Mare il Catanzaro di Francesco Moriero. 

Il tabellino di  AVERSA NORMANNA - LECCE  0 - 1

AVERSA NORMANNA (3-5-2): Forte, Esposito, Giovannini (56',De Luca), Giannusa (71',Forino), Cardinale, Pippa, Balzano, Castellano (63',Catinali), Papa, De Vena, Cicerelli. A disp. Savelloni, Capua, Zaine, De Matteis.  All. Marra

LECCE (4-3-3): Caglioni, Mannini, Abruzzese (cap.), Martinez, Lopez, Lepore (89',Vinetot), Filipe Gomes, Sacilotto, Doumbia, Moscardelli (87',D'Ambrosio), Della Rocca. A disp. Petrachi, Donida, Rosafio, Carini, Miccoli.  All. Lerda

Ammoniti: Filipe Gomes e Della Rocca (L); Forino (A).  Angoli: 11 a 1 per il Lecce

Arbitro: sig. Lacagnina di Caltanissetta. Assistenti: Berti di Prato e Trovatelli di Pistoia.

Rete: 52' Moscardelli

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
14 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce impatta contro l'Akragas e rallenta, ma non arresta, la propria marcia in campionato. La formazione allenata da Liverani non riesce a...

07 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Quinta vittoria consecutiva per il Lecce, la quarta da quando sulla panchina siede mister Liverani. I giallorossi si impongono realizzando ancora una...

02 Settembre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce riscatta l'opaco pareggio dell'esordio contro il Francavilla battendo con ampio merito e con una prestazione di carattere il Trapani. I...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner