Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 17 agosto 2017 - Ore 17:34

Vittoria di misura del Lecce sul Cosenza: decisivi Miccoli e Sacilotto

Vittoria di misura del Lecce sul Cosenza: decisivi Miccoli e Sacilotto

Lecce - Il Lecce regola la Nuova Cosenza per 1 a 0 e conquista il quinto successo consecutivo tra le mura amiche. Una partita sofferta, in cui i salentini hanno dovuto faticare non poco contro una squadra venuta in Puglia col dichiarato obiettivo di ottenere il pareggio, come ha dimostrato l'atteggiamento tenuto dai "lupi" cosentini per tutta la durata dell'incontro. C'è voluta una prodezza di Fabrizio Miccoli per scardinare l'arcigna retroguardia calabrese: il talento salentino, partito dalla panchina, appena entrato in campo nella ripresa ha inventato un assist straordinario per Sacilotto, il quale si è fatto trovare pronto ed ha realizzato il gol agognato dai giocatori di casa per tutto il primo tempo. Un gol fondamentale, grazie al quale il Lecce incarta la seconda vittoria consecutiva in campionato e riesce a dare la giusta continuità al colpaccio di una settimana fa a Salerno. La formazione di Franco Lerda si conferma pressochè imbattibile in casa.

CRONACA - Nella formazione salentina spicca l'assenza di Carrozza, non presente nemmeno in panchina. Mister Franco Lerda, come previsto alla vigilia, si affida al collaudato 4-4-2 pronto a diventare un 4-2-4 in fase offensiva. L'undici titolare giallorosso è composto da Caglioni in porta, Mannini, Abruzzese, Martinez e Lopez in difesa, la coppia brasiliana Sacilotto-Filipe Gomes in mezzo al campo, Lepore e Doumbia sulle corsie laterali e il duo Moscardelli-Della Rocca in attacco. Il neoallenatore del Cosenza, Giorgio Roselli, risponde con un solido 5-3-2 disegnato prettamente in chiave difensiva.

Al "Via del Mare" la serata è fresca ed il manto erboso si presenta in buone condizioni. Parte col piede sull'acceleratore il Lecce, che sin dai primi minuti si proietta in avanti, cercando di colpire l'avversario in velocità. La formazione calabrese bada a coprirsi in fase difensiva, con una linea di cinque difensori puri, coadiuvati dal "filtro" creato dai tre centrocampisti. Al 13' un calcio di punizione da buona posizione battuto dal numero 4 cosentino Corsi viene deviato in corner dalla barriera. Al 16' una staffilata dalla distanza di Lepore viene respinta con difficoltà dal portiere Ravaglia. I padroni di casa tentano di sfondare per vie laterali, come al 28', quando un cross da sinistra di Doumbia viene deviato verso la porta da Moscardelli, ma la sfera termina alta sopra la traversa. Un minuto dopo, però, sono gli ospiti a sfiorare la marcatura su azione di contropiede, col numero 10 Calderini che si vede respingere la doppia conclusione ravvicinata da un super Caglioni prima e dal palo poi. Fortunato nella circostanza il Lecce, che continua a cercare di scardinare il bunker difensivo avversario per tutto il primo tempo. Al 38' ci prova Moscardelli con un bolide su punizione dal limite dell'area, ma Ravaglia riesce a salvarsi in angolo. I rossoblu silani si difendono con dieci giocatori dietro la linea del pallone, i giallorossi salentini gestiscono quasi interamente il possesso del pallone nella metà campo ospite, ma senza trovare la manovra vincente. Questo è il canovaccio dell'intera prima frazione, chiusa a reti inviolate.

La ripresa si apre sulla scia del primo tempo, con Moscardelli subito pericoloso. Non cambia l'assetto tattico delle due squadre. Al 52' lo stesso Moscardelli è anticipato all'ultimo istante su traversone da sinistra. Al 56' una ghiotta occasione viene sprecata da Sacilotto, non preciso nella deviazione di testa a due passi dalla porta su ottimo assist di Lepore. La musica non cambia: i locali attaccano a testa bassa, mentre gli ospiti pensano solo a coprirsi. Al 60' Criaco rileva Alessandro per il primo cambio del Cosenza. Nello stesso minuto Doumbia ci prova da fuori, ma il suo tiro è neutralizzato da Ravaglio. Al 63' proprio il francese del Lecce lascia spazio a Fabrizio Miccoli e il tecnico Lerda modifica l'assetto tattico, passando al 4-3-3. Passa appena un giro di lancette ed il bomber leccese imprime la svolta al match: è il minuto 64' quando proprio dai piedi di capitan Miccoli, dalla tre quarti di campo, parte un assist delizioso per Sacilotto, che stavolta non sbaglia e di testa insacca, portando in vantaggio i suoi. E' l'episodio che serviva per sbloccare l'incontro. L'allenatore dei silani Roselli prova a correre ai ripari inserendo Fornito al posto del capitano rossoblu Caccetta al 69', ma la gara ha preso ormai la piega sperata dalla compagine pugliese. Anche l'ultimo cambio tra le fila degli ospiti, con Mosciaro che subentra a Ciancio all'81', risulta improduttivo. All'85' un'azione insistita del terzino Blondett viene stoppata in area dalla retroguardia giallorossa, con l'aiuto di Caglioni, praticamente inattivo per tutta la durata dell'incontro. All'86' doppio cambio ordinato da Lerda: fanno il loro ingresso i difensori Carini e D'Ambrosio in luogo di Moscardelli e Sacilotto. Il ritmo si abbassa ed il Lecce si accontenta di gestire il risultato, che potrebbe essere arrotondato da Lepore proprio allo scadere del 90', ma il centrocampista leccese non sfrutta un'uteriore assist al bacio di Miccoli e fallisce l'opportunità a tu per tu col numero uno calabrese. Proprio all'ultimo dei 4 minuti di recupero un errore nel rinvio di Caglioni porta al tiro Calderini, il cui destro mette i brividi ai 4600 tifosi presenti allo stadio, ma si spegne sul fondo. 

Il Lecce si aggiudica così la quinta vittoria consecutiva in casa e conquista tre punti che proiettano la compagine salentina a quota 21 in classifica, a ridosso delle prime posizioni. Nel prossimo turno, sabato pomeriggio alle ore 14:30, i giallorossi saranno impegnati sul campo dell'Aversa Normanna.

Il tebellino di LECCE - COSENZA  1 - 0

LECCE (4-4-2): Caglioni, Mannini, cap. Abruzzese, Martinez, Lopez, Filipe Gomes, Sacilotto (86',Carini), Lepore, Doumbia (63',Miccoli), Della Rocca, Moscardelli (86',D'Ambrosio). A disp. Petrachi, Donida, Rosafio, Rullo.  All. Lerda

COSENZA (5-3-2): Ravaglia, Blondett, Ciancio (81',Mosciaro), Corsi, Tedeschi, Magli, Alessandro (60',Criaco), cap. Caccetta (69',Fornito), Cori, Calderini, Zanini. A disp. Saracco, Sperotto, Arrigoni, Tortolano.  All. Roselli

Arbitro: Vesprini di Macerata. Assistenti: Della Vecchia di Avellino e Pepe di Ariano Irpino

Spettatori: 4598 (di cui 2228 abbonati), con rappresentanza ospite

Angoli: 11 a 1 per il Lecce.  Rete: 64' Sacilotto

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
04 Giugno 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce dice addio anche quest'anno ai sogni promozione. I ragazzi di mister Rizzo vengono eliminati ai quarti dall'Alessandria, pur avendo superato...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Finisce in parità la gara d'andata dei quarti di finale dei playoff, tra Lecce ed Alessandria. Ennesimo pareggio per i salentini, che hanno...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Il tecnico Roberto Rizzo ha convocato 22 giocatori per la gara Lecce - Alessandria, andata dei Quarti di Finale dei Play Off, in programma...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner