Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 19 agosto 2017 - Ore 03:57

Savino Tesoro: "Vogliamo allestire una squadra competitiva"

Savino Tesoro: "Vogliamo allestire una squadra competitiva"

Lecce - E' durata circa un'ora la conferenza stampa di Savino Tesoro. Smaltita, anche se non definitivamente, la delusione per la cocente sconfitta di Frosinone, il patron dell'U.S.Lecce si è presentato stamani davanti ai microfoni nella sala stampa "Sergio Vantaggiato" del Via del Mare con la solita "verve" che lo cantraddistingue. E non ha nascosto un certo risentimento nei confronti di alcune critiche da parte della stampa locale: "Ho letto qualcosa e ho visto parlare di sondaggi. Il vero sondaggio l'ho fatto io incontrando i tifosi di ritorno da Frosinone" ha affermato il presidente del Lecce, che poi ci è andato giù pesante nei confronti dei suoi detrattori: "Occorre ristabilire ordine con la stampa. Vedo molta ignoranza, spesso chi commenta non conosce nemmeno i nomi dei nostri giocatori. Se c'è qualcuno che ha intenzione di farmi la guerra, io rispondo che è una battaglia persa. Ho sentito critiche faziose e tendenziose alla dirigenza e ai giocatori. La critica va bene quando è costruttiva, ma cominci la stampa a dimostrarsi da serie A, se è lì che si vuole arrivare". L'imprenditore di Spinazzola ritiene di non avere nulla da rimproverarsi nella gestione della società e non accetta distorsioni della realtà in merito ai bilanci del club: "Sento parlare di debiti, circa 200mila euro correnti, ma non si dice che al mio arrivo erano decine di milioni. La stampa non deve distorcere la realtà, piuttosto si propongano soluzioni. Abbiamo dovuto tagliare molte spese in questi due anni". Il tono diventa ancora più acceso quando il patron difende a spada tratta l'operato del figlio Antonio, direttore dell'area tecnica: "è un ragazzo eccezionale e molto capace, probabilmente viene attaccato solo perchè è mio figlio; credo che le critiche che gli vengono rivolte siano dovute principalmente all'invidia".

Passando ai discorsi inerenti alla programmazione tecnica, Tesoro ha affermato: "Fermo restando che ancora non capisco bene cosa si intenda quando si parla genericamente di "progetto", posso assicurare che stiamo cercando di allestire una squadra competitiva anche per il prossimo campionato di Lega Pro"; e qui il presidente non risparmia qualche stoccata all'organizzazione della terza serie nazionale:"...non sappiamo ancora in quale girone verremo collocati e chissà quando ce lo faranno sapere. Molto dipenderà anche da questo, perchè pur volendo puntare sui giovani è necessario sapere su quali campi andremo a giocare, probabilmente non è facile affrontare trasferte come Salerno, Catanzaro, Benevento con dei giovanissimi, mentre su un campo come ad esempio Pavia si potrebbe schierare anche un ragazzo del '94 o del '95. Il fattore ambientale sarà determinante". Intanto, proseguono i lavori di costruzione della squadra, che fino ad ora hanno visto il rinnovo dei contratti di Papini, Salvi e Perucchini. Il presidente ha ribadito l'intenzione di confermare il 70-80% dell'attuale parco-giocatori, per mantenere ben salda l'ossatura della squadra: "Valuteremo la posizione di chi è sotto contratto. Benassi non è nei nostri programmi, mentre vorremmo riconfermare Vinetot ed altri". Inoltre Tesoro cita con orgoglio il settore giovanile, che secondo alcuni ultimamente non passa un buon periodo e che, invece, anche quest'anno ha ottenuto comunque buoni risultati.

Si riparte dalla conduzione tecnica di Franco Lerda, nonostante la pesante squalifica, ed il presidente Tesoro si dimostra fermamente convinto della bontà di questa scelta: "Il mister è stato massacrato dalla Giustizia Sportiva. Nel fine-partita a Frosinone è successo di tutto, un'aggressione da parte di tutti nei confronti della nostra formazione ed in particolare dell'allenatore. Lui si è difeso, anche se sicuramente avrà esagerato ed alcuni comportamenti sono da ritenersi censurabili. Non lo voglio giustificare, dico semplicemente che gode della nostra stima e della nostra fiducia, che si è meritato sul campo. Non abbiamo avuto dubbi sulla sua riconferma. Ora lavoreremo sul suo staff, per valutare chi possa sostituirlo in panchina durante la squalifica". E alla domanda, inevitabile, su capitan Miccoli, il presidente ha risposto con un pizzico di ironia, ma con fermezza: "beh, adesso starà in vacanza da qualche parte a mare" -ha scherzato Tesoro, che poi ha aggiunto- "lui qui è a casa sua. Adesso starà ancora metabolizzando la sconfitta, non ci siamo ancora incontrati. Decideremo con lui la settimana prossima, ma ora non è la nostra priorità".

Infine, a Savino Tesoro è stato chiesto se dopo una delusione del genere, per il secondo anno consecutivo, non abbia pensato, neppure per un attimo, di lasciare il timone e di cedere il club: "Quando ho rilevato la società, francamente, non avrei mai pensato di dover affrontare tre anni di Lega Pro. L'amarezza è stata tanta, ma adesso che devo fare, abbandono tutto? Ribadisco, come ho sempre detto, che se dovesse arrivare qualche offerta seria e veramente importante (ma davvero importante, ha sottolineato) per l'acquisizione del club, potrei anche pensarci, ma al momento rimango qui. Ciò che mi ha convinto fermamente è stato l'incontro con i tifosi in autogrill, di ritorno dalla trasferta di Frosinone; sono loro che mi hanno dato la carica e che mi spingono ad andare avanti, col loro entusiasmo e con la loro passione per la quale, come cantanto in coro, sostengono il Lecce, serie A o serie C che sia, non importa. E' proprio per i tifosi che vado avanti; sono loro la nostra vera arma".

Matteo Sbenaglia


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
04 Giugno 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce dice addio anche quest'anno ai sogni promozione. I ragazzi di mister Rizzo vengono eliminati ai quarti dall'Alessandria, pur avendo superato...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Finisce in parità la gara d'andata dei quarti di finale dei playoff, tra Lecce ed Alessandria. Ennesimo pareggio per i salentini, che hanno...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Il tecnico Roberto Rizzo ha convocato 22 giocatori per la gara Lecce - Alessandria, andata dei Quarti di Finale dei Play Off, in programma...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner