Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 22 ottobre 2017 - Ore 23:11

Il Lecce supera il Pontedera ai rigori e approda in semifinale

Il Lecce supera il Pontedera ai rigori e approda in semifinale

Lecce - Un Lecce tutt'altro che brillante vince il primo spareggio play-off ed approda in semifinale. Non sono bastati 120 minuti di gioco per avere ragione del Pontedera, dimostratosi avversario di grande valore che nei tempi regolamentari ha dato del filo da torcere ai ragazzi di mister Lerda, sfiorando più volte il gol che avrebbe consentito ai granata toscani di eliminare il Lecce e di andare avanti nella corsa promozione. Alla fine, invece, i salentini sono riusciti ad imporsi, vincendo la sfida ai calci di rigore e conquistando così, nonostante l'opaca prestazione, l'accesso alla semifinale in cui l'avversario sarà il Benevento, vittorioso sul Catanzaro nell'altro quarto di finale. Il sogno di raggiungere la promozione in serie B resta vivo.

Al via del Mare l'affluenza di pubblico non è quella delle grandi occasioni, ma i 6mila spettatori presenti fanno sentire tutto il proprio calore alla squadra. Capitan Miccoli, smaltita l'influenza che lo ha colpito in settimana, si accomoda in panchina. Unici indisponibili tra le fila giallorosse, l'infortunato D'Ambrosio e lo squalificato Papini. L'undici titolare è così composto da Caglioni in porta; Lopez, Martinez, Abruzzese e Diniz a formare la linea difensiva; Amodio e Salvi a metà campo; Doumbia e Bellazzini sulle fasce laterali e Bogliacino, oggi capitano, a supporto della prima punta Zigoni. Al 4-4-2 schierato da Franco Lerda, l'allenatore del Pontedera, Indiani, contrappone un solido 3-5-2, con la temibile coppia d'attacco composta da Arrighini e Grassi, autori di trenta gol (in due) in campionato.

Avvio di partita scoppiettante. Al primo giro di lancette un destro esploso dalla distanza dal capitano dei toscani Caponi impensierisce Caglioni. Pochi secondi più tardi il Lecce risponde con un cross insidioso di Lopez da sinistra, bloccato dal portiere Ricci. Al minuto 6 sono di nuovo gli ospiti a rendersi pericolosi con Arrighini, sul cui rasoterra da distanza ravvicinata è ancora reattivo Caglioni. Dopo cinque minuti, altro importante intervento dell'estremo difensore giallorosso, abile a deviare sopra la traversa il calcio di punizione ben battuto da Di Noia; appena un minuto più tardi Caglioni è costretto a ripetersi, neutralizzando un tiro da fuori di Grassi. La prima conclusione in porta dei padroni di casa giunge al quarto d'ora, con un destro debole e centrale di Lopez facilmente bloccato dal numero uno pontederese. Al 20' è Bogliacino ad andare vicino alla marcatura con un sinistro che sfiora l'incrocio dei pali. La partenza dei toscani è senz'altro più arrembante, mentre i pugliesi faticano a trovare le giuste misure. Risulta evidente il differente approccio delle due formazioni al match, con la compagine pisana che affronta la partita in scioltezza, mentre in casa giallorossa si avverte la tensione dovuta all'alta posta in palio. Anche la notevole differenza dell'età media dei gicatori delle due squadre rappresenta senz'altro un elemento di non poco conto nella gestione della gara, che prosegue senza scossoni fino al 42', quando gli ospiti trovano persino la rete con Arrighini, ma il gol viene annullato dall'arbitro Dei Giudici della sezione di Latina per fuorigioco. Un primo tempo tutt'altro che positivo per il Lecce e interpretato meglio dal Pontedera si conclude a reti inviolate.

Nell'intervallo non vengono effettuate sostituzioni e la seconda frazione ricomincia sulla scia della prima. Il ritmo di gioco non è affatto elevato e i padroni di casa non riescono ad effettuare il cambio di marcia necessario, esprimendo una manovra poco fluida e non incisiva. Più compatta e ordinata appare la formazione ospite, che copre bene il campo in fase difensiva e non rinuncia ad attaccare. Al 20' accade un episodio a dir poco strano, per non dire grottesco: Lerda decide di effettuare il primo cambio a disposizione, mandando in campo Beretta, al posto del quale esce Doumbia per errore, poichè il tecnico piemontese (su tutte le furie nella circostanza) avrebbe voluto sostituire un altro calciatore. I tifosi provano a suonare la carica e al 27' un cross di Beretta attraversa tutta l'area di rigore e si spegne sul fondo. Troppo poco. Un minuto dopo Barraco subentra a Bellazzini e contemporaneamente Settembrini sostituisce Di Noia tra le fila degli ospiti. Cinque minuti più tardi secondo cambio anche per mister Indiani, che manda in campo Pastore in luogo di Regoli. Il neoentrato Barraco prova un cross che non va a buon fine al 36', mentre due minuti più tardi è pericoloso il tiro di Grassi, alto sopra la traversa. Quando mancano pochi minuti al termine dei 90 regolamentari, il portiere toscano Ricci rimane, di fatto, inoperoso. Al 44' un poderoso destro da lontanissimo di Caponi mette in difficoltà Caglioni, il quale non trattiene: sulla sua respinta si avventa Grassi, che spedisce fuori. Un minuto dopo un'ulteriore clamorosa occasione capita sui piedi di Arrighini, sulla cui conclusione a botta sicura si supera Caglioni. Fortunatamente per il Lecce, il punteggio rimane invariato. Nei tre minuti di recupero c'è tempo per l'ultimo cambio tra le fila leccesi, con Sales che subentra all'acciaccato Lopez. Bomber Miccoli resta in panchina.

Mentre inizia a serpeggiare un certo malumore tra il pubblico, si arriva così ai supplementari, che si aprono con una punizione da posizione favorevole battuta da Bogliacino e spedita di poco fuori. I padroni di casa, supportati dai tifosi, provano a spingere sull'acceleratore e al minuto 100 vengono bloccati da una posizione di off-side di Beretta a due passi dalla porta. I giallorossi sembrano finalmente aver ingranato e tentano di prendere il sopravvento. Nel secondo tempo supplementare, al 113esimo, Martinez si immola per respingere il tiro di Vettori diretto in rete. Un minuto dopo il tecnico Indiani sfrutta l'ultima carta a disposizione, inserendo Pera per Gonnelli. La stanchezza si fa sentire e i minuti scorrono senza azioni degne di nota fino al 120', quando Salvi esplode un destro che finisce non di molto fuori. E' l'ultima azione di una partita non esaltante per i salentini, per usare un'espressione eufemistica.

Si va alla lotteria dei calci di rigore, che si battono nella porta ubicata sotto la curva sud.
Inizia il Pontedera: Grassi spiazza Caglioni. Risponde il Lecce con Bogliacino, che insacca con una perfetta esecuzione sotto l'incrocio. Anche Caponi spiazza il portiere giallorosso, così come fa Barraco, battendo il numero uno toscano Ricci. Arrighini insacca il terzo rigore per il Pontedera, ma Zigoni risponde pareggiando i conti. Alla quarta battuta Pezzi batte Caglioni, che aveva intuito la traiettoria, ma anche Beretta segna. Al quinto rigore segnano Pera per i toscani e Diniz per i giallorossi. Si va ad oltranza: Vettori-gol, Amodio-gol. Il Via del Mare vive momenti di passione. Nella settima esecuzione segnano sia Bartolomei che Martinez. La svolta in questa sfida al cardiopalma arriva all'ottavo rigore, quando Pastore sbaglia l'esecuzione e spedisce alto. Sul dischetto si presenta Abruzzese, che invece non sbaglia e spedisce il Lecce in semifinale.

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
14 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce impatta contro l'Akragas e rallenta, ma non arresta, la propria marcia in campionato. La formazione allenata da Liverani non riesce a...

07 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Quinta vittoria consecutiva per il Lecce, la quarta da quando sulla panchina siede mister Liverani. I giallorossi si impongono realizzando ancora una...

02 Settembre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce riscatta l'opaco pareggio dell'esordio contro il Francavilla battendo con ampio merito e con una prestazione di carattere il Trapani. I...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner