Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 23 novembre 2017 - Ore 06:18

Il Lecce stecca l'ultima di campionato: a Pisa sconfitta di misura

Il Lecce stecca l'ultima di campionato: a Pisa sconfitta di misura

Lecce - Non finisce nel migliore dei modi la regular season del Lecce. Contrariamente alle aspettative, i giallorossi tornano a mani vuote dalla trasferta toscana, sconfitti meritatamente per 1 a 0 da un ostico Pisa, probabile avversario dei salentini nei play-off. Una partita non giocata bene da Miccoli e compagni viene decisa da un gol di Giovinco nei primi minuti di gioco. La squadra allenata dal tecnico Franco Lerda conclude così il campionato regolare a quota 61 punti e al terzo posto in classifica, perdendo anche la seconda posizione che sarebbe stata più vantaggiosa nell'affrontare gli spareggi play-off.

Al "Romeo Anconetani" la giornata è grigia, ma il clima è caldo come dimostra l'ottima presenza di pubblico sugli spalti. Il manto erboso è appesantito dalla pioggia. Mister Franco Lerda deve fare a meno dell'infortunato Lopez, oltre che dei lungodegenti D'Ambrosio e Sacilotto, e dello squalificato Abruzzese. Il Lecce si schiera in campo con il classico 4-2-3-1, con Caglioni in porta e una difesa reinventata, con Martinez-Vinetot coppia centrale, Sales a destra e Diniz a sostituire Lopez sulla corsia mancina; Amodio e Papini a metà campo, Doumbia e Beretta sulle fasce laterali, in attacco Bogliacino alle spalle di capitan Miccoli. L'allenatore pisano Menichini contrappone un offensivo 4-3-3, con il trio d'attacco composto dal capocannoniere del torneo Arma, da Giuseppe Giovinco (fratello del più noto Sebastian) e dal mancino Napoli.

Partono meglio i nerazzurri locali, che si rendono pericolosi in particolar modo sulla fascia sinistra, con un paio di discese del duo Giovinco-Napoli; proprio il numero 11 Napoli impensierisce Caglioni con un rasoterra al 10'. Un minuto dopo, però, l'estremo difensore giallorosso nulla può sul colpo di testa di Giovinco, che completamente indisturbato sfrutta al meglio il cross di Favasuli e porta in vantaggio i suoi. Partenza veemente dei padroni di casa, che sorprendono una retroguardia leccese non molto attenta nei minuti iniziali. La rete subita suona la sveglia per i ragazzi di mister Lerda, fino a quel momento non così reattivi. La reazione della compagine salentina giunge al quarto d'ora con un colpo di testa di Amodio su cross di Miccoli, deviato sopra la traversa dal portiere Provedel. Al 29' un'altra occasione per gli ospiti nasce dai piedi del capitano giallorosso, ma il colpo di testa di Vinetot è stoppato in corner. Ricomincia a piovere e il ritmo di gioco ne risente. La formazione toscana è molto ordinata e ben messa in campo; i salentini sembrano trovare qualche difficoltà ad imbastire incisive trame di gioco e la manovra appare non così fluida. Al 43' gli attaccanti pugliesi non riescono a sfruttare al meglio un contropiede veloce. Il primo tempo si conclude così sul punteggio di 1 a 0. Nel frattempo il Perugia perde a Salerno e il Frosinone vince con L'Aquila.

Nell'intervallo resta negli spogliatoi Bogliacino. L'uruguagio viene sostituito da Bellazzini, al rientro dopo un lunghissimo stop, il quale si va a posizionare sulla fascia destra, mentre Beretta converge al centro per dar man forte a Miccoli. Proprio dai piedi del neoentrato Bellazzini giunge al 6' un invitante assist per Miccoli, ma il bomber di San Donato spedisce clamorosamente alto da pochi passi. Al 10' il capitano lascia il campo in favore di Zigoni. Il cambio di marcia che ci si attende da Caglioni e compagni nella ripresa stenta ad arrivare. Al quarto d'ora un insidioso traversone di Bellazzini viene deviato in angolo. Gli ospiti prendono comunque il sopravvento e provano ad alzare il baricentro, mentre i padroni di casa si difendono e cercano di gestire il vantaggio. Al 30' un'incornata di Rozzio viene neutralizzata da Caglioni. Al 36' Lerda gioca la carta Rullo, che subentra a Diniz per l'ultimo cambio a disposizione. Ma la squadra pugliese non riesce ad essere incisiva e i minuti finali scorrono mestamente, senza azioni degne di nota. Anche nei sei minuti di recupero concessi dall'arbitro Ripa di Nocera Inferiore non succede nulla e la partita si conclude col risultato di 1 a 0, per la delusione dei tanti supporter salentini presenti all'Arena Garibaldi.

Mentre il Frosinone si impone con un rotondo 3 a 0 sull'Aquila e il Perugia pareggia 2 a 2 in casa della Salernitana, il Lecce chiude la stagione regolare con una inopinata sconfitta, a quota 61 punti e in terza posizione in classifica. Franco Lerda e i suoi uomini dovranno ora rivolgere la propria attenzione ad una preparazione ottimale per affrontare al meglio la lotteria dei play-off.

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
30 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Successo sofferto e fondamentale per il Lecce. La compagine salentina riesce ad avere la meglio sul Cosenza grazie ad un'autentica prodezza del...

14 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce impatta contro l'Akragas e rallenta, ma non arresta, la propria marcia in campionato. La formazione allenata da Liverani non riesce a...

07 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Quinta vittoria consecutiva per il Lecce, la quarta da quando sulla panchina siede mister Liverani. I giallorossi si impongono realizzando ancora una...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner