Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 16 agosto 2017 - Ore 23:53

Prato-Lecce da ripetere? Ipotesi grottesca

Prato-Lecce da ripetere? Ipotesi grottesca

Lecce - La partita Prato-Lecce a rischio ripetizione. L'ipotesi, in verità alquanto remota, è realistica. Nella giornata di ieri, infatti, il giudice sportivo ha visionato attentamente le immagini del match disputato domenica scorsa e, preso atto del pasticcio combinato dal signor Piscopo della sezione di Imperia (coadiuvato nel clamoroso errore dall'assistente di linea), che ha confuso due giocatori della formazione toscana espellendone uno "incolpevole" al posto di colui che aveva effettivamente commesso il fallo meritevole del cartellino rosso, ha deciso di squalificare per una giornata Romanò, vero autore del fallo, invece che Malomo, il quale aveva ingiustamente subito l'espulsione. Decisione ineccepibile.

Qualcosa da eccepire ci sarebbe, semmai, in merito all'ulteriore decisione del giudice di non omologare -momentaneamente- il risultato della gara (3-1 in favore del Lecce), a seguito del preannuncio di reclamo avverso l'esito della gara inoltrato dalla società del Prato. In pratica, il giudice sportivo si è riservato di decidere nel merito e, probabilmente, occorrerà attendere la prossima settimana per un responso definitivo in tal senso.

Ebbene, fermo restando che la svista della terna arbitrale in questione ha veramente del clamoroso, oltre che del ridicolo e che gli errori arbitrali troppo spesso condizionano le partite di calcio a tutti i livelli, non si può fare a meno di notare che la paventata possibilità di ripetizione dell'incontro, pur se non impossibile, appare francamente improbabile, se non addirittura surreale. E ciò in virtù di due considerazioni.
La prima, forse banale e persino scontata, parte proprio dal presupposto che purtroppo di sbagli e "abbagli" arbitrali sono piene le partite di ogni torneo, ogni domenica, ogni giornata di campionato: se, per assurdo, si dovessero far ridisputare tutte le gare condizionate dagli errori degli arbitri, cosa succederebbe?

La seconda considerazione, invece, prende le mosse da un episodio speculare a quello di Prato-Lecce, avvenuto -udite,udite- nella Premier League inglese. Coincidenza ha voluto, infatti, che una circostanza del tutto analoga si sia verificata sabato scorso -appena un giorno prima della gara di Lega Pro sottoposta al vaglio del giudice sportivo- durante il big match londinese tra Chelsea ed Arsenal, stravinto per 6-0 dai bleus allenati da Mourinho. Si tratta, si badi bene, del principale campionato calcistico d'Inghilterra, tra i più prestigiosi al mondo e, come noto, di livello ben più avanzato nelle classifiche "ranking Uefa" rispetto alla serie A italiana. Durante il primo tempo di questa partita di cartello del campionato inglese, è stato fischiato un calcio di rigore in favore del Chelsea per fallo di mano commesso dal difensore Oxlade: ecco, in quel momento si è venuta a creare una situazione identica a quella del match di Prato, col direttore di gara Marriner (arbitro internazionale) che, totalmente in confusione, dopo alcuni minuti di dubbio imbarazzante trascorsi tra consultazioni frenetiche col guardalinee e proteste da parte dei giocatori di entrambe le squadre, ha preso la decisione sbagliata, estraendo il cartellino rosso nei confronti del terzino Gibbs anzichè dell'autore del fallo Oxlade, rimasto in campo fino al termine dell'incontro. Una figuraccia, non c'è che dire.

Come è andata a finire questa bizzarra vicenda sportiva nel Regno di regina Elisabetta? Dunque: innanzitutto l'arbitro Marriner si è immediatamente scusato al termine dell'incontro per lo scambio di persona. La Federcalcio inglese, poi, con decisioni prese nel volgere di due giorni, ha annullato l'espulsione inflitta per errore a Gibbs, ma al momento non ha sanzionato neanche Oxlade, vero autore del fallo di mano costato il rosso ingiusto al compagno di squadra, perchè la Federazione ha ritenuto che tale fallo non avesse di fatto impedito una chiara occasione da rete. Morale della favola: tutti e due i calciatori dell'Arsenal, squadra penalizzata dall'errore arbitrale, saranno disponibili per il prossimo turno e, quel che più conta, nessuno si è sognato neppure di immaginare una ripetizione della partita o di metterne in discussione il risultato.

Intanto, non resta che vedere quale decisione verrà presa dal giudice sportivo in merito a Prato-Lecce, sapendo che purtroppo il sistema calcio italiano ci ha abituati a stranezze di ogni tipo. Verrebbe da esclamare: "God save the Queen"!

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
04 Giugno 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce dice addio anche quest'anno ai sogni promozione. I ragazzi di mister Rizzo vengono eliminati ai quarti dall'Alessandria, pur avendo superato...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Finisce in parità la gara d'andata dei quarti di finale dei playoff, tra Lecce ed Alessandria. Ennesimo pareggio per i salentini, che hanno...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Il tecnico Roberto Rizzo ha convocato 22 giocatori per la gara Lecce - Alessandria, andata dei Quarti di Finale dei Play Off, in programma...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner