Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 24 agosto 2017 - Ore 09:04

Trasferta amara per il Lecce: giallorossi sconfitti 2 a 0 a Viareggio

Trasferta amara per il Lecce: giallorossi sconfitti 2 a 0 a Viareggio

Lecce - "Carnevale di Viareggio" beffardo per il Lecce, che rientra dalla trasferta in Versilia con una bruciante sconfitta per 2 a 0. L'occasione per raggiungere il quinto successo consecutivo, utile per proseguire la rimonta nei confronti di Perugia e Frosinone, si trasforma in una partita deludente soprattutto per la prestazione fornita dalla formazione salentina, apparsa irriconoscibile. Quel che più preoccupa è l'involuzione del gioco, già dimostrata nella scorsa uscita casalinga contro l'Ascoli. Se una settimana fa, però, i giallorossi erano riusciti comunque a conquistare i tre punti, stavolta l'anticipo del venerdì non porta bene agli uomini di mister Lerda, che tornano dalla Toscana a mani vuote.

In uno "stadio dei pini" di Viareggio semideserto, si sentono soltanto i cori della folta rappresentanza di supporters salentini, che col solito calore fanno sentire la propria vicinanza ai calciatori in maglia giallorossa. I tifosi viareggini, evidentemente, sono maggiormente attratti dal famoso Carnevale che si festeggia in questi giorni in città (motivo, per altro, dell'anomalo orario in cui viene disputata la gara). Il Lecce scende in campo con il modulo del 3-5-2, già provato in settimana. Dalla lunga lista degli infortunati Lerda recupera i brasiliani Diniz (titolare) e Sacilotto (in panchina); restano invece in infermeria Zigoni, Doumbia e Amodio, oltre che Bellazzini. Il tecnico piemontese schiera, così: Caglioni tra i pali, una difesa a tre composta da Martinez,Abruzzese e Diniz; D'Ambrosio e Lopez sulle fasce laterali; a centrocampo Papini e De Rose, i quali coprono le spalle al più avanzato Bogliacino, posizionato a ridosso del duo Miccoli-Beretta. L'allenatore dei versiliani Cristiano Lucarelli, ex dell'incontro, sceglie il 4-3-3 per la propria formazione,in cui spicca la presenza del numero 10 Vannucchi, giocatore esperto che per diversi anni ha calcato i campi di serie A con la maglia dell'Empoli.

Dopo due minuti dal fischio d'inizio, Bogliacino prova un tiro da fuori che finisce lontantissimo dal bersaglio. Al 9' sono i padroni di casa ad affacciarsi in avanti, ma il tiro rasoterra di Matteini viene neutralizzato da Caglioni. Al 13' prima tegola per mister Lerda, costretto a sostituire l'infortunato D'Ambrosio con Vinetot, il quale si va a posizionare nella difesa a tre, mentre Diniz si sposta sulla corsia di destra. Al quarto d'ora è Beretta ad impensierire il portiere avversario con un sinistro radente, bloccato da Gazzoli. Un minuto dopo, cross insidioso di Miccoli su cui si avventano prima Bogliacino e poi Beretta, ma il numero uno toscano intercetta entrambe le deviazioni. Al 23' altro cross del capitano, stavolta da calcio piazzato, ma il colpo di testa di Beretta è abbondantemente fuori misura. Al 27', arriva la doccia gelata per i giallorossi, che subiscono il gol a seguito di una palla persa a metà campo da Papini: la sfera giunge sui piedi di Vannucchi, il quale fa valere la propria classe e la propria esperienza, battendo Caglioni con un intelligente pallonetto. La reazione del Lecce arriva otto minuti dopo con cross di De Rose e colpo di testa di Bogliacino a lato. Al 38' ottima occasione per Beretta che si invola in area su servizio di Miccoli, ma il suo destro sporco si spegne sul fondo. Troppo poco per insidiare seriamente la porta avversaria, tanto che il portiere Gazzoli non risulta così operoso. La manovra della squadra giallorossa appare tutt'altro che fluida e, di conseguenza, le azioni d'attacco risultano sporadiche e poco incisive. Gli ospiti rischiano di subire anche il raddoppio viareggino allo scadere dei primi 45 minuti sugli sviluppi di una ripartenza veloce, che però non viene concretizzata dagli attaccanti bianconeri. I ragazzi di mister Lerda concludono così un primo tempo disputato al di sotto delle aspettative in svantaggio per 1 a 0.

Nella seconda frazione la musica non sembra cambiare. L'undici pugliese rientra dagli spogliatoi senza quel piglio che possa segnare una svolta nell'incontro, i giocatori salentini non appaiono in grado di imprimere quel cambio di marcia necessario per raddrizzare le sorti del match. Per di più al 13' Abruzzese non riesce a replicare il gol messo a segno a Gubbio e sbaglia clamorosamente il colpo di testa su corner battuto da Miccoli, mandando il pallone a lato da due passi e completamente indisturbato, fallendo così l'occasione del pareggio. Al quarto d'ora Lerda effettua il secondo cambio a disposizione, mandando in campo Barraco al posto di uno spento Bogliacino. Al 16' il difensore Diniz prova un sinistro da fuori, alto. Un minuto dopo è invece capitan Miccoli a scoccare un sinistro da fuori area, che si va a stampare sul palo. Sfortunato il bomber salentino nella circostanza. Al 25', avvicendamento tra brasiliani, con Ferreira Pinto che subentra a Diniz per l'ultima sostituzione in favore degli ospiti. Tre minuti più tardi Lopez rischia l'autogol, deviando un traversone di Gerevini. Il gioco espresso dalla compagine giallorossa lascia a desiderare, con trame sfilacciate e poco costruttive. I padroni di casa, invece, pur con evidenti limiti tecnici, giocano in scioltezza e non rinunciano ad attaccare. A un quarto d'ora dal termine, infatti, gli uomini di Lucarelli trovano il raddoppio ancora una volta con l'inossidabile Vannucchi, che realizza con un preciso diagonale sinistro la doppietta personale.

La rete del 2 a 0 è il colpo di grazia per Miccoli e compagni. Gli ultimi minuti scorrono senza troppi scossoni e conducono Lerda e i suoi ad una sconfitta inattesa, che complica notevolmente il cammino dei giallorossi nell'ottica della scalata alla vetta della classifica. La squadra di Lerda, di fatto, butta al vento un'ottima occasione, considerato il valore di un avversario, il Viareggio, privo oltretutto di grandi ambizioni nel torneo in quanto ben distante dal nono posto e quindi fuori dalla lotta play-off. 

In attesa degli incontri del Perugia (in casa col Barletta) e del Frosinone (impegnato a Benevento), il team leccese avrà di che riflettere sulla propria prestazione.

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
04 Giugno 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce dice addio anche quest'anno ai sogni promozione. I ragazzi di mister Rizzo vengono eliminati ai quarti dall'Alessandria, pur avendo superato...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Finisce in parità la gara d'andata dei quarti di finale dei playoff, tra Lecce ed Alessandria. Ennesimo pareggio per i salentini, che hanno...

31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Il tecnico Roberto Rizzo ha convocato 22 giocatori per la gara Lecce - Alessandria, andata dei Quarti di Finale dei Play Off, in programma...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner