Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 21 novembre 2017 - Ore 07:23

Non si ferma la marcia del Lecce: a L'Aquila vince 1 a 0

Non si ferma la marcia del Lecce: a L'Aquila vince 1 a 0

Lecce - Non sembra volersi arrestare la corsa giallorossa. Un Lecce costretto a giocare in inferiorità numerica per tutto il secondo tempo, riesce ad agguantare una meritata vittoria di misura sul difficile campo dell'Aquila, dopo aver gestito ottimamente una gara ostica contro un avversario difficile. Altro importante segnale inviato al campionato e altro significativo successo, che vale il terzo posto in classifica per una squadra sempre più sicura dei propri mezzi che riesce ad imporsi anche fuori casa e per giunta in dieci contro undici per più di metà della partita.

Il Lecce scende in campo con la formazione tipo. Le due novità rispetto alla gara vinta contro la Salernitana sono rappresentate dai rientri di Perucchini tra i pali e di D'Ambrosio come esterno destro di difesa. L'Aquila di mister Pagliari si schiera col 4-3-3, che si contrappone al classico 4-2-3-1 della formazione giallorossa. Tra le fila dei rossoblu locali spicca la presenza di Ignacio Pià, neoacquisto del club abruzzese ed ex dell'incontro.

La prima conclusione in porta è un sinistro di prima intenzione di Miccoli che esce di poco a lato al 9' di gioco, dopo un delizioso appoggio di tacco di D'Ambrosio su lancio di Ferreira Pinto. Due minuti più tardi arriva la reazione dei padroni di casa, ma il colpo di testa ravvicinato di Pomante è respinto coi piedi da Perucchini. Al 18' una prodezza di Papini rompe gli equilibri e sblocca il risultato: il centrocampista giallorosso raccoglie una respinta corta della difesa aquilana e lascia partire un preciso destro dai 20 metri circa che si va ad insaccare alla destra del portiere Testa, dopo aver colpito il palo. Nulla da fare per l'estremo difensore rossoblu e Lecce in vantaggio.
Gli ospiti continuano ad attaccare. Al 23' calcio di punizione battuto da Miccoli, alto sopra la traversa. I padroni di casa, però, non stanno a guardare e tentano la reazione. La formazione salentina è ben messa in campo e controlla gli avversari con ordine. I pericoli maggiori giungono da alcuni corner e calci da fermo consecutivi in favore dei locali, mai seriamente insidiosi per la retroguardia leccese. I giallorossi si coprono bene e difendono il risultato senza troppi affanni.
Al 42', l'episodio che rischia di complicare notevolmente il prosieguo della gara per la compagine pugliese, che rimane in inferiorità numerica per l'espulsione rimediata per doppia ammonizione da Papini. Decisione forse esagerata dell'arbitro Mangialardi della sezione di Pistoia, ma senza dubbio anche grande ingenuità da parte dell'autore del gol che, appena ammonito, si rende autore di un'entrata in takle scivolato alquanto scomposta. Il Lecce chiude così il primo tempo in vantaggio per una rete a zero, ma in svantaggio di un uomo.

Nell'intervallo mister Lerda decide di lasciare negli spogliatoi capitan Miccoli in favore del centrocampista Salvi, per fornire maggiore copertura in fase difensiva e per cercare di sopperire all'inferiorità numerica.
Dopo due minuti dall'inizio della ripresa L'Aquila va vicino al pareggio con un bel sinistro a giro dal limite dell'area di Del Pinto, abilmente deviato in angolo da Perucchini. Al minuto 8 sono gli ospiti a rendersi pericolosi sugli sviluppi di un corner con un colpo di testa di Diniz bloccato dal portiere. La disparità numerica non si nota sul rettangolo verde. La formazione di casa, nonostante l'uomo in più, non riesce ad essere incisiva e ad insidiare concretamente la porta difesa da Perucchini; viceversa, i salentini, malgrado giochino in dieci, sembrano poter gestire l'incontro e, di fatto, controllano le redini del gioco.
Al quarto d'ora un traversone del centrocampo aquilano attraversa tutta l'area di rigore e si spegne sul fondo senza lasciare il segno. I giallorossi non rinunciano ad attaccare, come dimostrano alcune trame interessanti e il possesso palla, nelle mani della squadra salentina. Al 22', tiro centrale dell'attaccante De Souza (in gol nella gara d'andata), facilmente neutralizzato da Perucchini. Due minuti dopo é Bogliacino ad andare vicino alla marcatura su calcio di punizione, ma il suo sinistro esce di un soffio a lato. Il tecnico aquilano Pagliari cerca di dare una scossa ai suoi sfruttando i cambi a disposizione, che però non portano i risultati sperati. I padroni di casa, anche quando cercano di premere sull'acceleratore nell'ultimo quarto della partita, neanche si affacciano nell'area di rigore avversaria e il portiere giallorosso rimane pressochè inoperativo. Franco Lerda al 33' sfrutta il secondo cambio sostituendo Bogliacino col giovane Beretta. Il match prosegue su ritmi non elevati. Il team giallorosso resta compatto e la retroguardia è molto attenta sulle tante palle inattive in favore della squadra abruzzese. A cinque dal termine entra in campo anche Melara in luogo di Ferreira Pinto, per la sesta ed ultima sostituzione dell'incontro. Al 41' colpo di testa di De Souza, abbondantemente alto. Un minuto dopo, invece, Beretta sfiora il gol del raddoppio con uno splendido destro a giro sul secondo palo, fuori di un soffio. Al 90', ultimo velleitario tentativo da fuori del centrocampista Carcione, con un destro da fuori completamente fuori misura. I disperati attacchi aquilani non fanno male. Dopo tre minuti di recupero il triplice fischio del direttore di gara decreta la meritata vittoria del Lecce, che porta a casa un prezioso 1 a 0 e altri tre importantissimi punti che consentono ai giallorossi di raggiungere quota 30 in classifica e di scavalcare proprio la compagine aquilana, ferma a quota 28.

E' il quarto successo lontano dalle mura amiche per la formazione salentina, che ora si trova in terza posizione a pari punti col Catanzaro. Non sembra volersi fermare la scalata alla vetta della classifica da parte dei giallorossi, distanti otto lunghezze dalla capolista Perugia, oggi vittoriosa per 5 a 0 contro il Gubbio. Nel prossimo turno il Lecce ospiterà al Via del Mare il Benevento.

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
30 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Successo sofferto e fondamentale per il Lecce. La compagine salentina riesce ad avere la meglio sul Cosenza grazie ad un'autentica prodezza del...

14 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce impatta contro l'Akragas e rallenta, ma non arresta, la propria marcia in campionato. La formazione allenata da Liverani non riesce a...

07 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Quinta vittoria consecutiva per il Lecce, la quarta da quando sulla panchina siede mister Liverani. I giallorossi si impongono realizzando ancora una...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner