Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 24 novembre 2017 - Ore 10:23

I giallorossi battono 2 a 0 un Pisa rimasto in otto

I giallorossi battono 2 a 0 un Pisa rimasto in otto

Lecce - Il Lecce vince 2 a 0 contro un Pisa rimasto in otto e conquista un'importante vittoria nell'ultima apparizione casalinga di un 2013 senz'altro da dimenticare per il club salentino. Prosegue la tradizione positiva contro la compagine toscana -mai vittoriosa nel Salento- e riprende, soprattutto, la rincorsa dei giallorossi alle parti alte della classifica, dopo l'amara sconfitta subita a Frosinone.

La formazione di mister Lerda si schiera in campo con l'oramai collaudato 4-2-3-1. In difesa le novità sono rappresentate da Sales a destra e Vinetot al centro, per sostituire gli indisponibili D'Ambrosio e Martinez, mentre a centrocampo Salvi prende il posto dell'acciaccato Papini.

Partenza col botto per il Lecce, che trova il gol già al primo giro di lancette: calcio d'angolo battuto da destra da Miccoli e preciso colpo di testa di Diniz che porta in vantaggio i giallorossi, decisi ad imporsi sin da subito. Dopo dieci minuti, infatti, i padroni di casa vanno nuovamente vicini alla marcatura su due svarioni consecutivi del portiere Provedel, che involontariamente serve con due rinvii sbagliati dapprima Melara, il quale però non trova lo specchio della porta lasciata sguarnita, poi Doumbia, il cui tiro viene respinto dallo stesso numero uno toscano.
Gli ospiti sembrano accusare il colpo e sentono la pressione dei padroni di casa. Al 20' altro pallone perso dal centrocampo pisano e ripartenza veloce di Miccoli, che lanciato a rete viene steso al limite dell'area da Rozzio, il quale rimedia soltanto il cartellino giallo tra le veementi proteste di Lerda, che invece vorrebbe l'espulsione del difensore. Quattro minuti più tardi Diniz rischia l'autogol con una deviazione di testa, stavolta indirizzata nella porta sbagliata, ma Perucchini è lesto a sventare il pericolo. Al 33', invece, l'estremo difensore è salvato solo dal palo sulla deviazione ravvicinata di Cia, su cross rasoterra da destra del numero 7 Napoli, per l'azione senza dubbio migliore degli ospiti. Al 37' arriva l'episodio che risulta nettamente decisivo per il prosieguo della gara: Rozzio, già ammonito in precedenza, commette un secondo fallo da cartellino giallo e si fa espellere, lasciando i propri compagni in inferiorità numerica. L'allenatore dei toscani Pagliari tenta di porre rimedio inserendo Sabato al posto del fantasista Bollino e coprendosi maggiormente in difesa, ma non basta. Il match prende una buona piega per i giallorossi e, infatti, il raddoppio non tarda ad arrivare. Al 45' si sblocca Bogliacino, che insacca di destro dopo un ottimo scambio con Fabrizio Miccoli, oggi nelle vesti di uomo-assist. Il capitano giallorosso sfiora anche la segnatura personale allo scadere dei tre minuti di extra-time assegnati dal signor Sacchi della sezione di Macerata, quando il suo sinistro al volo viene deviato dal portiere pisano sul palo. Un primo tempo convulso e ricco di fasi confuse, ma di fatto dominato dai padroni di casa, si conclude così sul punteggio di 2 a 0.

Nella seconda frazione il Lecce scende in campo rilassato, forte della superiorità numerica e del doppio vantaggio. Il Pisa del tecnico Pagliari, pur volenteroso, non riesce ad essere incisivo. I toscani si rendono pericolosi al 60' con un colpo di testa di Goldaniga sugli sviluppi di un calcio di punizione e nell'azione successiva con un tiro di Arma bloccato da Perucchini. Un minuto dopo, però, accade qualcosa di difficilmente immaginabile. Gli ospiti rimangono dapprima in nove per il secondo giallo rimediato giustamente da Pellegrini per una simulazione in area di rigore; poi, il tecnico pisano cerca di correre ulteriormente ai ripari mandando in campo Martella al posto di Cia, ma quest'ultimo, proprio mentre sta lasciando il campo in favore del compagno, si lascia sfuggire qualche parola di troppo all'indirizzo della terna arbitrale e viene a sua volta espulso, quando già si sta per accomodare in panchina. A questo punto, per far spazio al nuovo entrato Martella, è costretta ad abbandonare il rettangolo verde l'ala destra Napoli. Il Pisa rimane così addirittura in 8 -il numero minimo indispensabile- a giocare l'ultima mezz'ora di gara.

Da questo momento in poi l'incontro si può dire virtualmente finito, con i padroni di casa che controllano il gioco, ma senza infierire nei confronti degli avversari. Girandola di cambi per mister Lerda: il tecnico di Fossano manda in campo uno dopo l'altro Ferreira Pinto al posto di Melara, Beretta al posto di Doumbia e Zigoni al posto di Bogliacino. Diverse le occasioni avute dai locali, che però non trovano (forse perchè non la cercano convintamente) la terza segnatura e si accontentano del 2 a 0. Dopo quattro minuti di recupero il direttore di gara manda tutti negli spogliatoi per la gioia dei 3600 del Via del Mare e sancisce la fine di un match strano,ma sicuramente giocato meglio dal Lecce, che si aggiudica meritatamente i tre punti e vola a quota 21 in classifica.

Mercoledì 18 la compagine salentina sarà impegnata nel recupero della partita contro la Nocerina, con l'obiettivo di chiudere in bellezza il girone d'andata.

Matteo Sbenaglia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
30 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Successo sofferto e fondamentale per il Lecce. La compagine salentina riesce ad avere la meglio sul Cosenza grazie ad un'autentica prodezza del...

14 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce impatta contro l'Akragas e rallenta, ma non arresta, la propria marcia in campionato. La formazione allenata da Liverani non riesce a...

07 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Quinta vittoria consecutiva per il Lecce, la quarta da quando sulla panchina siede mister Liverani. I giallorossi si impongono realizzando ancora una...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner