Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 21 novembre 2017 - Ore 05:36

Moriero: "Risultato negativo, ma ho visto un passo avanti"

Moriero: "Risultato negativo, ma ho visto un passo avanti"

Lecce - Mastica amaro Francesco Moriero nel post-partita di Lecce-Catanzaro: "Commentare un'altra sconfitta non è facile ma credo che siamo cresciuti secondo il profilo dell'impegno e del gioco. Il gol è stato segnato su uno svarione personale, poi abbiamo recuperato la partita e fino a quel momento chi meritava di vincere era il Lecce, poi nel momento migliore abbiamo preso un altro gol, non è stato facile reggere la situazione, ed infine sono arrivate la seconda espulsione ed il secondo gol".

Quella che potrebbe sembrare una lettura della partita lontana dalla realtà, si può invece interpretare come un tentativo di ridare un minimo di speranza ad un ambiente comprensibilmente avvilito.

"Sarò pazzo, ma ho visto anche della cose positive, bisogna migliorare su alcun punti, siamo stati sempre in partita, fino all'ultimo. Volevamo questa vittoria e l'approccio è stato buono, non voglio colpevolizzare nessuno. Avevamo promesso impegno, attaccamento, ed una partita positiva ed è quello che abbiamo visto. Abbiamo fatto un passo avanti e non uno indietro, non bisogna guardare solo il risultato. Tutti i gol presi vengono da errori individuali sui quali bisogna lavorare".


"E' andata così e non bisogna buttare la croce su un solo giocatore, si vince e si perde tutti insieme. Non si sono fatti passi in avanti soltanto per quanto riguarda il risultato, ma tutto il resto mi fa ben sperare. Purtroppo, basta che un giocatore non mantenga la sua posizione e si va a soffrire, per questo parlo di errori individuali, in questo momento ci gira tutto male e questa è la verità, ma la squadra ha fatto quello che noi gli avevamo chiesto ed ogni giocatore ha dato quello che aveva dentro". E se è vero che ogni giocatore sceso in campo ha dato il massimo e ha fatto del proprio meglio, allora, francamente, c'è poco da ben sperare. In queste considerazioni del tecnico salentino si legge tra le righe una certa delusione in merito al livello dei calciatori, che evidentemente non è quello sperato e presentato durante la fase di allestimento della rosa, con l'eccezione di pochissimi elementi. Un po' come dire: questi sono i giocatori, inutile pretendere di più!

Mister Moriero, comunque, non sfugge alle proprie responsabilità e, anzi, si fa carico di colpe che naturalmente non possono essere considerate sue, vestendo così i panni dell'allenatore "parafulmini" che vuole proteggere i suoi ragazzi: "E' inutile andare alla ricerca di alibi, non è possibile comunque che vada sempre tutto storto, bisogna guardare in faccia la realtà che dice che siamo a zero punti, bisogna lavorare. Sarò pazzo, ma io ho visto un miglioramento nei miei ragazzi. Non stiamo vivendo un momento positivo, stiamo crescendo, credo e spero e sono convinto che il Lecce crescerà sempre di più e potremo anche noi dire la nostra".

Quanto al rapporto con Savino e Antonio Tesoro: "Il presidente ha analizzato la gara come sempre. Ha detto di andare avanti con più impegno, anche se è un po' giù di morale per il risultato. Il Presidente ed il Direttore ci sono vicini, ma la sorte non è dalla nostra parte".

In conclusione, Moriero con orgoglio lascia intravedere il carattere e la determinazione che vorrebbe trasferire ai propri uomini, ma di cui fino ad ora effettivamente non si è vista nemmeno l'ombra: "Sto dando mentalità alla squadra, non ho paura, ci metto la faccia e non mi spaventa essere messo in discussione, anche perchè oggi non meritavamo la sconfitta. Bisogna abbassare la testa e mozzicarci la lingua ed andare avanti, è un campionato da affrontare con umiltà. Un nome o una piazza non fa la differenza, siamo in difficoltà ma quando recupereremo tutti, andremo avanti bene, bisogna cercare di portare a casa la pagnotta. Il Catanzaro è entrato in campo, l'atteggiamento del Lecce li ha impauriti, ma sono stati compatti e bravi e fortunati ed hanno trovato i gol. Dobbiamo uscire da questo momento delicato che non sembra un sogno ma un incubo, io sono ambizioso e vado avanti".

E infine, per fare intendere che il tono usato negli spogliatoi non è lo stesso delle dichiarazioni rilasciate in pubblico, il mister afferma: "Quello che dico io ai miei giocatori, rimane tra me e loro. Io cerco di dare speranza ai tifosi. Il lecce deve tornare ad essere una squadra importante nel calcio che conta. La squadra è scesa in campo con un atteggiamento proprositivo".

La Redazione


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
30 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Successo sofferto e fondamentale per il Lecce. La compagine salentina riesce ad avere la meglio sul Cosenza grazie ad un'autentica prodezza del...

14 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce impatta contro l'Akragas e rallenta, ma non arresta, la propria marcia in campionato. La formazione allenata da Liverani non riesce a...

07 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Quinta vittoria consecutiva per il Lecce, la quarta da quando sulla panchina siede mister Liverani. I giallorossi si impongono realizzando ancora una...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)


Commenti inseriti
Avatar
Fernando - 23/09/2013
Se domenica dopo domenica vedi che il Lecce migliara, le vittorie arrivano alla fine dei campionato?


Banner
Banner
Banner