Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 22 ottobre 2017 - Ore 12:16

Nell’ex Mercato Coperto undici progetti per un Polo integrato dello Sport

Nell’ex Mercato Coperto undici progetti per un Polo integrato dello Sport

Gallipoli - Ogni idea progettuale ha il suo motto: vuoto a perdere!, S2.M.A2.C., ajuste de cuentes, take it easy, calapriciu&termite, frangar non flectar, ogni fiata ca me vidi, seimenotre, percorsi di pietra, ‘a tajata, inside ground architecture.

Ogni progetto ha fatto i conti, sino in fondo, con lo stato dei luoghi, la loro bellezza, il loro degrado, le criticità, l’ineludibile obiettivo della sostenibilità.

C’è chi si è misurato con la Contrada Crocifisso, immaginando la riqualificazione della grande cava dismessa, trasformata praticamente in discarica, che precede, solo di poco, il Parco di Punta Pizzo.

E chi invece ha accarezzato lo spazio più piccolo di Contrada Itri già destinato, nello strumento regolatore vigente, ad attrezzature sportive di carattere urbano. E  nella necessità di rigenerazione e riuso che per primo il luogo invoca, ha fatto i conti con l’intero contesto, immaginando l’allocazione delle strutture sportive nelle zone abbandonate e dismesse accanto alla grande maglia olivetata, per un riammagliamento e una nuova vita di un luogo dismesso.

Così se adesso una committenza, pubblica o privata, vorrà o potrà immaginare la realizzazione a Gallipoli di un Polo per lo sport al servizio dell’intero Salento, avrà a disposizione ben undici intuizioni progettuali, quelle elaborate nel corso del Workshop di progettazione architettonica “Architettura per lo sport. Un Polo sportivo a Gallipoli per il Salento”, svoltosi nella cittadina jonica nel settembre scorso, ospitato nel bellissimo ex Mercato Coperto appena restaurato, organizzato dall’Ordine degli Architetti, PPC della Provincia di Lecce e dal Consiglio Nazionale degli Architetti, PPC, in collaborazione con A.A.M. – Architettura Arte Moderna e con l’Associazione “Il mio Gallipoli”.

Dopo la presenza a Lecce negli spazi del Must, quei “Progetti in Mostra” da domani, domenica 9 giugno e fino al 16 tornano nell’ex Mercato Coperto di Gallipoli, nell’ambito di “Sportivamente”. Inaugurazione ore 11.

Rigenerare, riutilizzare, riqualificare: sono state queste le costanti parole d’ordine dell’esercizio di progettazione, e sono molti, e tutti interessanti gli spunti emersi, le sollecitazioni lanciate, gli inviti a lasciarsi alle spalle paradigmi desueti.

“Torniamo a Gallipoli”, sottolinea Massimo Crusi, Presidente Ordine Architetti PPC di Lecce, “per tirare le somme di quanto accaduto, e soprattutto per rilanciare nel segno della necessità di iniziative di questa portata. Questo progetto può a giusta ragione essere considerata un modello importante per chiunque, amministrazione pubblica soprattutto, voglia puntare sulla qualità per una azione di riqualificazione, ridefinizione e riuso dei luoghi. Un modello innovativo. Perché l’Ordine ha scelto di coniugare, contemporaneamente, tempo del progetto e tempo del pensiero e della discussione, invitando a Gallipoli  accademici di fama internazionale e per questo stesso permettendo una relazione e un confronto con differenti teorie dell’architettura”.

Caratterizzata da un particolare allestimento immaginato per coniugarsi con la particolare bellezza degli ambienti ospiti e per restituire la significativa atmosfera vissuta nel corso del workshop, curata e realizzata dall’Ordine degli Architetti di Lecce e da A.A.M. - Architettura Arte Moderna, in collaborazione con l’associazione “Il mio Gallipoli”, la Mostra sarà inaugurata alla 11 alla presenza del sindaco di Gallipoli Francesco Errico, del Presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, del Presidente Ordine Architetti Lecce Massimo Crusi, del presidente provinciale del CONI Antonio Pascali, e di Francesco Moschini, segretario generale dell’ Accademia nazionale di San Luca, codirettore scientifico del progetto.

E di impianti sportivi o, meglio, “Sostenibilità economica e gestionale delle architetture sportive” si discuterà anche lunedì 10, alle 18, nel corso dell’incontro promossa dall’Ordine Architetti Lecce in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Gallipoli e l’Associazione “Il mio Gallipoli”. Ospiti d’eccezione Giovanni Malagò, presidente Consiglio Nazionale CONI, per la prima volta nel Salento e nella cittadina jonica, Gino Zavanella, progettista dello Juventus Stadium, Pasquale Felicetti, tesoriere Consiglio nazionale Architetti PPC. Insieme a loro, e dopo i saluti istituzionali del Sindaco di Gallipoli Francesco Errico, e del Presidente Ordine Architetti Massimo Crusi, Loredana Capone, Assessore regionale alle Attività Produttive, Edoardo Zanchini, Vicepresidente nazionale di Legambiente, Umberto Vitali, esperto in finanzia agevolata e di progetto.

La presenza di Giovanni Malagò, neo presidente del Coni, che nella mattinata di lunedì sarà a Lecce su invito del Sindaco Paolo Perrone per una discussione sul futuro dell’impiantista sportiva, è particolarmente significativa anche alla luce del recente bando per l’assegnazione delle risorse (18 milioni di euro sull’intero territorio nazionale) previste dal Decreto Sviluppo per l’impiantistica sportiva.

Così come è particolarmente significativa la presenza di Gino Zavanella, progettista dello Juventus Stadium, l’impianto unico in Italia inaugurato nel 2011, capace di funzionare come un Polo attrattivo sette giorni su sette, e oggetto di visite guidate che consentono di visitarlo scoprendone i luoghi più inaccessibili con gli Juventus Stadium Tour. Per dirla con lo stesso Zavanella “La mia idea di stadio si rifà all'agorà, un luogo di aggregazione e di cultura. Una condivisione comune di un grande spazio per riceverne piacere e benessere, che va oltre la partita. La partita dura due ore, ma queste strutture potrebbero vivere ogni giorno per tutto l’anno”.

Ad introdurre e coordinare la Lectio Magistralis del progettista, Francesco Moschini, segretario generale dell’Accademia nazionale di San Luca, codirettore scientifico del progetto “Architettura per lo sport”.

 


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "SPORT"
14 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce impatta contro l'Akragas e rallenta, ma non arresta, la propria marcia in campionato. La formazione allenata da Liverani non riesce a...

07 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Quinta vittoria consecutiva per il Lecce, la quarta da quando sulla panchina siede mister Liverani. I giallorossi si impongono realizzando ancora una...

02 Settembre 2017 - Lecce

Lecce - Il Lecce riscatta l'opaco pareggio dell'esordio contro il Francavilla battendo con ampio merito e con una prestazione di carattere il Trapani. I...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner