Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 21 agosto 2017 - Ore 04:44

Forza Nuova risponde alle accuse della stampa

Forza Nuova risponde alle accuse della stampa

Lecce - A fronte delle dichiarazioni apparse oggi sulla stampa locale riteniamo doveroso fare qualche piccola precisazione:

La prima riguarda la nostra volontà, o presunta tale, di far passare in sordina la nostra manifestazione. Niente di più falso. Infatti sono stati i media locali a non dar spazio ai nostri comunicati. La nostra richiesta di pubblicare il comunicato emesso dal nostro ufficio stampa in cui spiegavamo la natura e le regioni del corteo la cui data si conosceva sin dall'ultima settimana di novembre, ed era già da tempo presente inoltre sul sito nazionale di Forza Nuova, è caduta nel vuoto. Diverso trattamento è spettato invece ai membri dell'"Anpi", i quali hanno trovato immediatamente spazio sui tutti gli organi di stampa.

Falsissimo anche il coro “Boia chi molla” che secondo alcuni media sarebbe stato intonato dai nostri militanti. 

Falsissime, inoltre, le dichiarazioni comparse sul “Quotidiano di Puglia” e sulla “Gazzetta del Mezzogiorno” che raccontano in maniera distorta quanto accaduto nel corso della manifestazione di sabato.
Le immagini girate da decine di presenti alla manifestazione dimostrano chiaramente che non c’è assolutamente stato un lancio di uova tra le due parti, ma che i militanti di Forza Nuova rimangono composti, reagendo con assoluta indifferenza alle provocazioni ed al lancio non solo di uova, appunto, ma anche di bottiglie di vetro, pietre e sassi da parte degli “antifascisti” verso i forzanovisti stessi. Per la cronaca, è solo un caso se nessuno dei nostri è rimasto ferito.
Rimane da capire come mai nessuno abbia bloccato nè quello che è stato un vero e proprio corteo presumibilmente non autorizzato da parte degli stessi “antifascisti” né il loro uso sistematico di lancio di oggetti contundenti.

I nostri militanti hanno reagito con l'assoluta indifferenza : schierati, uno a fianco all'altro, hanno difeso la loro postazione rispondendo alle provocazioni e alla violenza antifascista con un comizio tramite megafono in cui si spiegavano i motivi della nostra manifestazione: la lotta al signoraggio bancario, il ritorno alla sovranità monetaria e il rifiuto di sottostare alle volontà dei poteri occulti.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner