Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 16 agosto 2017 - Ore 15:32

Carlo Salvemini: "La mia risposta è Bersani"

Carlo Salvemini: "La mia risposta è Bersani"

Lecce - Ho spiegato di aver votato Vendola senza essere vendoliano.

Ho, come tanti, scelto una proposta politica programmatica, un'opzione culturale. Oltre il riconoscimento di una leadership carismatica, di una capacità comunicativa, di una fascinazione umana e intellettuale ha pesato, nella scelta, quello che la sue esperienza di governo in Puglia hanno rappresentato in questi otto anni; un'idea di sviluppo sintonica e coerente con quella che oggi serve al Paese per uscire da uno sprofondo finanziario, culturale e morale. 

Preso atto del risultato del primo turno e dovendo scegliere chi sostenere al ballotaggio, a me pare che l'unico criterio cui attenersi, fra i tanti razionali ed emotivi che entrano in gioco, sia il seguente: chi tra i due candidati riconosce valore, spessore, significato alla proposta di Vendola? chi tra i due candidati è il più sintonico con la sua e nostra idea di sviluppo, giustizia sociale, diritti civili? chi tra i due candidati è pronto ad farsi contaminare da quello che l'elettorato di Nichi esprime in termini di principi, valori, sensibilitá?

La mia risposta è: Bersani.

Tra lu e Renzi, infatti, partendo da queste premesse, si coglie una evidente differenza. Il segretario  del PD è consapevole della ricchezza di contenuti che Vendola esprime e intende avvalersene; il Sindaco di Firenze lo considera un peso e un limite rispetto ai contenuti della sua proposta riformista; l'uno ha presente l'importanza di una  esperienza di governo felice e brillante in tanti settori raggiunti in una grande regione e mostra di volerla assumere come riferimento rispetto allo sviluppo del sud del Paese; l'altro esprime indifferenza se non inconsapevolezza rispetto al modello Puglia e in generale inadeguata attenzione al problema del mezzogiorno; Bersani mostra attenzione al valore della coalizione,  esprimendo realistico senso dei rapporti di forza e di consenso esistenti e potenziali; Renzi proclama un'autosufficienza del pd e ed evoca una vocazione maggioritaria che si traduce in un giudizio di irrilevanza e superfluitá di tutto ciò che si muove fuori dal suo partito.

Ecco perché domenica voterò Bersani.
Credo anche che sia utile agli interessi del Paese avere un candidato premier che avverte il dovere di parlare il linguaggio della veritá; che si rappresenta come il riferimento principale, ma non esclusivo, delle attese di buon governo diffuse; che mostra senso del limite di sè e rispetto per gli altri.
Questo non significa non riconoscere quelli che a me paiono come alcuni suoi limiti. Su tutti quello di essere la guida di una grande forza politica "che è un gigante da tempo malato di burocrazia, di intrecci con funzioni amministrative sul territorio, di opacità e lentezza nella selezione della classe dirigente e nel ricambio generazionale interno."
Questo non mi impedisce di riconoscere il valore politico che la candidatura di Renzi esprime: la forza simbolica di una leadeship giovane in una paese gerontocratico; il ruolo importante da essa assunta in questa competizione, diversamente meno appassionante e ricca di motivazioni in una fase di pericolosa caduta di consensi e fiducia nei confronti del centrosinistra; il messaggio di rottura sul tema della contendibilitá del potere, in un sistema partitico incrostato dalle liturgie della cooptazione e insofferente al confronto serrato e alla competizione.
Ma si tratta di prendere una decisione su chi sará il nostro candidato Premier: e alla fine contano per me quelle cose lì.
Io domenica andrò quindi al seggio: mi pare tra l'altro il modo di rispettare il senso e il significato autentico delle primarie di coalizione da sempre invocate come strada maestra per scegliere i nostri rappresentanti. Buon voto a tutti.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner